Ecatombe covid al Giro

282

Continuano i ritiri causa covid al Giro d’Italia. Dopo quello clamoroso di Remco Evenepoel (Soudal-QuickStep) che ha sconvolto la corsa, sia in termini di classifica che mediatici, oggi non hanno preso il via a causa dell’infezione ben 4 compagni di squadra di Evenepoel: Mattea Cattaneo, Jan Hirt, Josef Cerny e Louis Vervaeke.

A questi si aggiungono Andrea Vendrame (AG2R) e Stefano Gandin (Corratec). A questi si aggiungono i ritiri non dovuti a covid, ma a influenza o disturbi gastrici di Natale Tesfatsion (Trek-Segafredo) e Jonathan Caicedo (EF-EasyPost).

Da inizio Giro ci sono stati 31 ritiri complessivi in tappe, di cui 17 per covid, tra cui atleti di punta come Evenepoel, Ganna, Vlasov e Pozzovivo.

La Soudal-QuickStep la squadra più toccata, che rimane con soli 3 corridori in corsa. 4 le squadre senza nemmeno un ritiro: Astana, Jumbo-Visma, Movistar e UAE.

 

Commenti

  1. bicilook:

    No...perché per me libertà è libertà per tutti, non deve cessare né la mia e né la tua...
    Quella che tu chiami libertà si chiama anarchia......una società ha bisogno di regole, ci sono libertà individuali è vero ma tali libertà non devono impedire la libertà della collettività! Tu sei libero di lavorate con l'influenza ma non è giusto che io mi ammali perché tu non vuoi stare a casa.

    Gaber cantava "la libertà non è uno stato libero, libertà è partecipazione" cioè libertà non vuol dire "fai quel che vuoi" ma libertà vuol dire essere parte di una collettività avendone rispetto.
  2. bicilook:

    No...perché per me libertà è libertà per tutti, non deve cessare né la mia e né la tua...
    Chi ha parlato di cessare....
    "No all'Egoismo personale che prevarica la vita degli altri..." significa cessare la mia o la tua libertà?
    Sono sconcertato...

    @Lumi : "poi si comincia a giudicare i comportamenti degli altri come egoisti o inferiori ai propri"
    Ma scusa, non riesci ad attenerti a ciò che ho scritto senza aggiungerci il non detto?
    Ho cominciato a dire che tal Giuseppe Cruciani ha propugnato il diritto ad un egoismo incondizionato, e che non lo condivido in quanto quello sì che limita la libertà degli altri, poi ho ampliato il pensiero sulla necessità di educazione (non Rieducazione!), ho forse giudicato qualcuno inferiore ecc?
    Piuttosto rileggete entrambi cosa mi avete scritto, tipo mao e pinochet, quelli sì che son giudizi, tra l'altro diretti su me. Non mi sembra di avervi mai ripagato di egual moneta.

    Son rimasto nel post pur avendo già attivato lo "smetti di seguire"
    Mo' esco e a mai più.
Articolo precedente

Cort Nielsen, la chiusura di un cerchio

Articolo successivo

Ackermann al fotofinish

Gli ultimi articoli in Magazine