Categoria: Magazine

Giro 2019: Zakarin in Gran Paradiso

Ceresole Reale, 24 maggio 2019 – Ilnur Zakarin (Team Katusha-Alpecin) ha conquistato un successo in solitaria a Ceresole Reale nel Parco Nazionale Gran Paradiso. Il russo che faceva parte della fuga di giornata ha attaccato a 5 km dalla fine per poi staccare Mikel Nieve (Mitchelton-Scott) ai -2. Mikel Landa (Movistar Team) ha completato il podio, dopo essere uscito con un attacco dal gruppo dei favoriti sull’ultima salita. Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma) è arrivato insieme a Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida) a 2’57” ed è rimasto secondo in Classifica Generale, dietro a Jan Polanc (UAE Team Emirates) che ha difeso la Maglia Rosa, mentre Zakarin è...

Continua a leggere

Alarcón e Marque trovati con valori anomali nel passaporto biologico

Se come dice Jarlinson Pantano, “l’UCI si è innamorata dei colombiani”, una nuova scintilla deve essere scoccata col Portogallo, dato che secondo il quotidiano lusitano Record, Raul Alarcón, 33 anni, (W52/RC Porto), corridore spagnolo trapiantato in Portogallo e vincitore degli ultimi due Giri del Portogallo; e Alejandro Manuel Marque, 37 anni, (Sporting Clube de Portugal/ Tavira) altro spagnolo che ha fatto le sue fortune in Portogallo vincendo il locale Giro nel 2013 ed il Tour of China II l’anno scorso, sarebbero stati trovati con valori anomali nel passaporto biologico. La notizia riportata da Record ha però la sua parte più...

Continua a leggere

Giro 2019: Benedetti ha vinto la Tappa 12

Pinerolo, 23 maggio 2019 – Il corridore italiano Cesare Benedetti (Bora – Hansgrohe) ha vinto la dodicesima tappa del centoduesimo Giro d’Italia, da Cuneo a Pinerolo di 158 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Damiano Caruso (Bahrain – Merida) e Edward Dunbar (Team INEOS). Landa e Lopez sono arrivati a 7’35” dal vincitore, il gruppo con i principali contentendi per la Generale a 8’03”. La Maglia Rosa Conti a 10’37”. Jan Polanc (UAE Team Emirates), giunto a 25″ dal vincitore, è il nuovo leader della classifica generale. RISULTATO FINALE 1 – Cesare Benedetti (Bora – Hansgrohe) – 158 km in 3h41’49”, media 42,737 km/h 2 –...

Continua a leggere

Il manager della Bahrain-merida citato nell’operazione Aderlass

Il quotidiano francese Le Monde cita nell’edizione di ieri Milan Erzen, “patron” della Bahrain-Merida, come indagato nell’operazione Aderlass. Erzen, ex corridore sloveno, è l’uomo che fa da legame tra la dirigenza della Bahrain-Merida e Nasser ben Hamed Al-Khalifa, principe del Bahrain. Secondo Le Monde Erzen avrebbe contattato Mark Schmid, il medico al centro dell’inchiesta austriaca, per acquistare una centrifuga da utilizzare nelle trasfusioni di sangue per sperare i globuli rossi dal plasma. Questa informazione è stata intercettata da Le Monde nello scambio che gli investigatori austriaci hanno avuto con la fondazione antidoping del ciclismo (CADF). Ora è da vedere se...

Continua a leggere

Giro 2019: Ewan raddoppia

Novi Ligure, 22 maggio 2019 – Caleb Ewan (Lotto-Soudal) ha conquistato il suo secondo successo di tappa a Novi Ligure, a casa dei campionissimi Fausto Coppi e Costante Girardengo. Battuti sulla linea del traguardo Arnaud Démare (Groupama-FDJ), Pascal Ackermann (Bora-Hansgrohe) ed Elia Viviani (Deceuninck – Quick-Step), con il francese adesso nuova Maglia Ciclamino con 11 punti di vantaggio sul tedesco. Valerio Conti (Emirati Arabi Uniti) ha conservato la Maglia Rosa per il sesto giorno consecutivo. LE PILLOLE STATISTICHE Terza vittoria di tappa al Giro per Caleb Ewan dopo la 7a del 2017 ad Alberobello e l’8a quest’anno a Pesaro. È la 33esima vittoria per i corridori...

Continua a leggere

Giro 2019: la prima di Démare, la quinta di Conti

Modena, 21 maggio 2019 – Arnaud Démare (Groupama-FDJ), già vincitore della Milano-Sanremo nel 2016, ha conquistato in volata la sua prima vittoria di tappa al Giro d’Italia in un finale che ha visto la Maglia Ciclamino Pascal Ackermann (Bora-Hansgrohe) vittima di una caduta all’ultimo chilometro. Elia Viviani (Deceuninck-Quick Step) e Rüdiger Selig (Bora-Hansgrohe), secondo e terzo sul traguardo di Modena, hanno completato il podio di giornata. Valerio Conti (UAE Team Emirates) ancora in Maglia Rosa. LE PILLOLE STATISTICHE Prima vittoria al Giro per Arnaud Démare. È il suo secondo successo in Italia dopo la Milano-Sanremo del 2016. È anche il suo primo...

Continua a leggere

Juan José Amador (Manzana Postobon) positivo

Juan José Amador è stato trovato positivo ad uno steroide il 22 ottobre 2018, il boldenone e quindi sospeso dall’UCI. Con lui tutta la sua squadra, la Manzana Postobon, essendo il secondo corridore della stessa ad essere trovato positivo in meno di 12 mesi. Come recita l’articolo 7.12.1 del codice antidoping, una squadra con due o più positività in meno di 12 mesi viene sospesa da un minimo di 15 ad un massimo di 45 giorni. La durata dipenderà ora dalla commissione antidoping dell’UCI, che dovrà anche attendere le controanalisi sul campione B di Amador. E’ tutto il ciclismo colombiano...

Continua a leggere

La crono del Giro vista da Strava

Primoz Roglic continua a vincere cronometro al Giro, ormai tre, eguagliando Tom Dumoulin, e a mettere del tempo tra se ed i concorrenti, nello specifico soprattutto su Simon Yates (Mitchelton–Scott) e Miguel Angel Lopez (Astana). Su Strava ci si può fare un’idea dei numeri che sono serviti allo sloveno per salire sul gradino più alto del podio, ad esempio grazie all’ottima prova di Thomas De Gendt (Lotto-Soudal) lo specialista delle fughe belga che ha concluso 18° a 2’32” da Roglic, erogando 419W medi e 773W massimi per 55’43”, comprendo al cronometro ai 37km/h medi. Cronometro con ben 737mt di dislivello,...

Continua a leggere

Giro 2019: la crono dice sempre Roglic

San Marino, 19 maggio 2019 – Seconda vittoria di tappa di Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma) che dopo la cronometro individuale inaugurale sul San Luca di Bologna si è ripetuto nella Sangiovese Wine Stage da Riccione a San Marino (RSM). Il podio di giornata è stato completato da Victor Campenaerts (Lotto-Soudal) e Bauke Mollema (Trek-Segafredo), Vincenzo Nibali (Bahrain – Merida) ha accusato un ritardo dal vincitore di 1’05” mentre hanno perso terreno Simon Yates (Mitchelton – Scott) e Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team). Ultimo a partire, Valerio Conti (UAE Team Emirates) ha resistito alla pioggia e alla pressione riuscendo a conservare la Maglia...

Continua a leggere