Evenepoel tappa e maglia d’autorità

91

Remco Evenepoel (Soudal Quick Step) ha vinto la terza tappa della Vuelta, la prima con arrivo in vetta. Il belga è anche in testa alla classifica generale.

Sanguinante all’arrivo dopo essersi scontrato con una donna pochi metro dopo il traguardo, Remco Evenepoel (Soudal Quick Step) ha comunque vinto la terza tappa della Vuelta. Nello sprint, il belga ha battuto il vincitore dell’ultimo Tour Jonas Vingegaard (Jumbo-Visma) il quale non è riuscito a rispondere pienamente all’accelerazione del campione in carica negli ultimi metri. Lo spagnolo Juan Ayuso (UAE Team Emirates), molto attivo nel finale, ha completato il podio di tappa.

Il co-leader dell’armata Jumbo, Primoz Roglic, si è piazzato al quarto posto, confermando di esserci, ma forse non nella forma della sua vita, visto che di solito è imbattibile in queste volate in salita.

Grazie alla sua vittoria e al mancato arrivo della maglia rossa Andrea Piccolo (EF Education Easy Post), caduto sul Coll d’Ordino a una ventina di chilometri dall’arrivo, Evenepoel passa in testa anche alla classifica generale. Ha cinque secondi di vantaggio sullo spagnolo Enric Mas (Movistar) e undici sul giovane francese Lenny Martinez (Groupama FDJ), che si è classificato settimo nel gruppo dei favoriti e che partecipa al suo primo Grande Giro a soli 20 anni.

Commenti

  1. 85 post su questo, vedo un po' di gente che ne discute serenamente, ed altri pronti a saltargli addosso appena perderà, quest'ultima cosa fa un po' sorridere e ricorda un altro sport, credo e spero che i ciclismo sia meglio di così (aspetto gli interventi di un certo forumendolo a cui sta particolarmente sui cojoni)
  2. tapamaloku:

    . Ma se non vince la vuelta contro Vingo è un fallito... io boh...
    Eccerto, vuoi perdere la vuelta da uno che ha vinto solo il tour de France e poc'altro?
Articolo precedente

La Paris-Brest-Paris 2023

Articolo successivo

Vittoria di Kaden Groves allo sprint

Gli ultimi articoli in News