Foto Gian Mattia D'Alberto/LaPresse 23 Maggio 2023 Monte Bondone, Italia - Sport Ciclismo - Giro d'Italia 2023 - Edizione 106 - Tappa 16 - da Sabbio Chiese a Monte Bondone. Nella foto: un momento della gara - GONCALVES ALMEIDA Joao Pedro (POR) TEAM EMIRATES vincitore di tappa - THOMAS Geraint (GBR) INEOS GRENADIERS May 23, 2023 Monte Bondone, Italy - Sport Cycling - Giro d'Italia 2023 - 106th Edition - Stage 16 - From Sabbio Chiese to Monte Bondone. In the pic: a moment of the race - GONCALVES ALMEIDA Joao Pedro (POR) TEAM EMIRATES stage winner - THOMAS Geraint (GBR) INEOS GRENADIERS

Joao Meravigliao. Thomas ritorna in Rosa

8

Monte Bondone, 23 maggio 2023 – Joao Almeida conquista il primo successo in un Grande Giro battendo in uno sprint a due Geraint Thomas sul traguardo del Monte Bondone. La Maglia Bianca è stato il primo degli uomini di classifica ad accelerare quando mancavano 8 km al traguardo dopo che il forcing della UAE Team Emirates aveva mietuto vittime eccellenti come la Maglia Rosa Bruno Armirail. Ai -6 arrivava il secondo allungo del portoghese sulla cui ruota riusciva a riportarsi in un secondo momento Geraint Thomas. I due collaboravano per tenere a distanza Primoz Roglic che, supportato da Sepp Kuss, limitava i danni chiudendo a 25″ davanti a Eddie Dunbar. Più distanziati Caruso (1’16”), Kamna (1’20”), Leknessund (2’42”), Pinot (3’27”) e l’ex Maglia Rosa Armirail (4’24”). La nuova classifica generale vede tornare in vetta Geraint Thomas con 18″ su Joao Almeida e 29″ su Primoz Roglic. Cambia anche la Maglia Azzurra dei GPM con l’irlandese Ben Healy che ha capitalizzato al massimo i primi GPM di giornata scalzando di 20 punti Davide Bais.

Foto Massimo Paolone /LaPresse

RISULTATO DI TAPPA
1 – João Pedro Gonçalves Almeida (UAE Team Emirates) – 203 km in 5h53’27’’. 34.460 km/h
2 – Geraint Thomas (Ineos Grenadiers) s.t.
3 – Primož Roglič (Jumbo-Visma) a 25″
4 – Eddie Dunbar (Team Jayco AlUla) s.t.
5 – Sepp Kuss (Jumbo-Visma) a 1’03”

Foto Gian Mattia D’Alberto/LaPresse

CLASSIFICA GENERALE
1 – Geraint Thomas (Ineos Grenadiers) 2 – João Pedro Gonçalves Almeida (UAE Team Emirates) a 18″
3 – Primož Roglič (Jumbo-Visma) a 29″
4 – Damiano Caruso (Bahrain – Victorious) a 2’50”
5 – Eddie Dunbar (Team Jayco – AlUla) a 3’03”

LE MAGLIE UFFICIALILe Maglie di leader del Giro d’Italia sono disegnate da CASTELLI con tessuti riciclati prodotti da SITIP.

  • Maglia Rosa, leader della Classifica Generale, sponsorizzata da Enel – Geraint Thomas (Ineos Grenadiers)
  • Maglia Ciclamino, leader della Classifica a Punti, sponsorizzata da Agenzia ICE con il brand Madeinitaly.gov.it  – Jonathan Milan (Bahrain – Victorious)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Ben Healy (EF Education-EasyPost)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica Giovani, sponsorizzata da Intimissimi Uomo – João Pedro Gonçalves Almeida (UAE Team Emirates)

STATISTICHE

  • Prima vittoria al Giro per Joao Almeida, che in passato aveva vestito 15 volte la Maglia Rosa.
  • 7^ vittoria portoghese al Giro: 5 per Acacio da Silva dal 1985 al 1989, Ruben Guerreiro a Roccaraso 2020 e Joao Almeida oggi.
  • Ben Healy è il primo atleta irlandese leader della classifica degli scalatori al Giro d’Italia.
Foto Massimo Paolone/LaPresse

CONFERENZA STAMPA
Il vincitore di tappa João Pedro Gonçalves Almeida ha dichiarato in conferenza stampa: “La mia prima vittoria di tappa in un Grande Giro significa molto per me, dopo tanti secondi e terzi posti. Alla fine c’era una salita dura, con pendenze tra il 9 e il 10%. Ho corso nel miglior modo possibile. Sono rimasto un po’ sorpreso dal fatto che Geraint [Thomas] sia rientrato come un razzo. Da lì sofferto fino alla fine. Vincere la tappa è stato un passo importante per la mia carriera: ho dato tutto senza pensare alla classifica generale. Penso di poter vincere il Giro, ma non sarà affatto facile contro Roglic e Thomas.”

La Maglia Rosa Geraint Thomas ha detto: “Ho avuto la sensazione che Roglic non fosse al 100%. Una volta ripreso Joao Almeida abbiamo lavorato insieme fino alla cima. È stato un bene. Ovviamente non è ideale perdere un corridore come Pavel [Sivakov] che stava andando fortissimo.  Era una grande risorsa per la squadra. Speriamo che domani sia una giornata tranquilla, con un possibile finale allo sprint, poi ci aspetteranno due grandi giornate in montagna”.

Commenti

  1. servarel:

    finora ho sempre scritto che Almeida non fosse realmente uno dei papabili per la vittoria, uno da bene ma non benissimo, costante, ma a cui mancava poi il picco.
    Vediamo in seguito, oggi é stato bravo.
    Comunque non ne puó che giovare il giro, prevedo divertimento le prossime tappe (salvo domani)
    È Almeida che ha cambiato atteggiamento in gara , da difensivista che si staccava sempre per poi pian piano rientrare o limitare i danni a corridore che attacca frontalmente gli altri facendo la differenza . Naturale che se d'ora in poi è questo il vero Almeida lo si possa mettere trai favoriti .
  2. VECCHIA:

    È Almeida che ha cambiato atteggiamento in gara , da difensivista che si staccava sempre per poi pian piano rientrare o limitare i danni a corridore che attacca frontalmente gli altri facendo la differenza . Naturale che se d'ora in poi è questo il vero Almeida lo si possa mettere trai favoriti .
    Ci sta che uno come Almeida sia in crescita,d'altronde ha sulle spalle la maglia bianca di miglior giovane...per cui per qualche anno,salvo complicazioni,dovrebbe migliorare costantemente...E se vincesse il Giro qst anno,non ci sarebbe nemmeno da stupirsi troppo.
  3. servarel:

    in quali altre corse lo hai visto cosí a parte la tappa di ieri?

    Chiedo seriamente, non é che lo segua
    Per me e' stata la prima volta , considera pero' che guardo solo classiche e grandi giri .
Articolo precedente

Inizia la settimana infernale del Giro: 15350 mt

Articolo successivo

Nuova Allez e nuove Tarmac SL7 Comp e Aethos Comp con Shimano 105 Di2

Gli ultimi articoli in News