La Deceuninck-Quick Step ha denunciato Dylan Groenewegen

La Deceuninck-Quick Step ha denunciato Dylan Groenewegen

13/11/2020
Whatsapp
13/11/2020

In un’intervista al quotidiano belga Het Nieuwsblad, Patrick Lefévère, Team Manager della Deceuninck-QuickStep ha rivelato che ha denunciato Dylan Groenewegen (Lotto-Jumbo) per la caduta in cui è rimasto coinvolto e ferito Fabio Jakobsen.

La denuncia è stata depositata assieme all’assicuratore Europe Assistance presso la giustizia polacca. Secondo il quotidiano belga anche lo stesso Jakobsen potrebbe depositare una denuncia, questa volta nei Paesi Bassi.

Lefévère ha aggiunto anche che vorrebbe delle misure di sicurezza migliori per i corridori, evocando la possibilità che siano interpellati degli esperti indipendenti per giudicare il buon svolgimento degli sprint, suggerendo che questi siano diretti dagli “sprinter più sporchi della storia”, in quanto “i migliori rangers sono stati spesso prima dei bracconieri”. Lefévère ha anche suggerito che siano formati dei giudici per l’utilizzo della VAR e che siano migliorate le transenne ed i sistemi di allerta delle curve pericolose.

Commenti

  1. longjnes:


    longjnes:


    @samuelgol il senso era che anche se non lo fai apposta a buttare uno per terra rimane comunque un reato, ovviamente punito in modo meno serio ma sempre un reato, non è che se non l'hai fatto apposta non ti possono denunciare o chiederti i danni.

    @longjnes questo però è un altro discorso, che personalmente condivido ma che è cosa diversa dal considerare la volontarietà o meno.
  2. Lefevre è quello che quando Bennett sportella duro e viene retrocesso frigna come un bambino perché sono cose normali da sprint, e poi appoggia la denuncia a Groenewegen che ha avuto probabilmente molta meno malizia e molta più sfortuna..
  3. Lefévère sta giustamente facendo il suo lavoro e sicuramente i legali gli hanno suggerito il percorso da fare.

    Il resto sono chiacchiere da bar dello sport, o di chi non ha mai affrontato una reponsabilita in.una societa. E normale quando c è un evento dove i propri investimenti vengano compromessi si giunga a decisioni del genere. E in questo caso non si sta giudicando l atto in se ma il dolo ricevuto. Chiunque gestisca un patrimonio in un azienda avrebbe preso la decisione di Lefévère.