Ladri di Biciclette, la nuova specializzazione

66

Pubblichiamo un comunicato ricevuto da Scott Italia, che vuole sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo il crescente numero di furti di bici nei negozi.

 

Raffiche di furti, negozi distrutti e scene da Far West. Cerchiamo di fermare questa razzia. SCOTT pronta con una campagna di sensibilizzazione

Non stiamo parlando del famoso film prodotto e in parte sceneggiato da Vittorio de Sica nel 1948, il Ladri di Biciclette 2023 è il film che stiamo vedendo nelle nostre città, nei negozi presi d’assalto da bande specializzate che non si fermano davanti a niente e a nessuno.

La nostra è una lettera aperta per sensibilizzare le istituzioni su ciò che ogni notte accade e potrebbe accadere nei negozi italiani. Dopo la Pandemia e la conseguente crescita esponenziale del mercato, si sono moltiplicati i furti presso la rete vendita specializzata e ogni mattina assistiamo a un carosello di immagini che ritraggono negozi distrutti, vetrine infrante, bici martoriate, mobili vandalizzati e locali completamente sventrati. Sono scene che fanno male perché, oltre alla beffa del furto, in quei negozi depredati rimangono a terra sogni infranti, sacrifici di anni e investimenti andati in fumo.

SCOTT ha il dovere di sostenere i propri rivenditori e lo farà anche in questa occasione con una campagna di sensibilizzazione e di comunicazione dedicata. “Il nostro ruolo non è solo quello di veicolare e promuovere il nostro brand” – afferma Gabriele Vogini Sales Bike Manager di SCOTT – “Quando ci sono situazioni difficili le aziende possono e devono fare la loro parte. Non possiamo stare a guardare ma dobbiamo tutti insieme portare l’attenzione al tavolo delle istituzioni e dell’opinione pubblica cercando di facilitare l’intervento e la creazione di una task force che possa arginare questo fenomeno, diventato negli ultimi anni sempre più preoccupante.”

 

Commenti

  1. lupin IV:

    Il fatto che un ladro e la persona che subisce il furto in Italia sono messi sullo stesso piano è una cosa che mi manda in bestia. Non ci si può difendere, se reagisci rischi di finire tu in galera e risarcire il ladro per danni.....
    Uno dei tizi che cercavano di entrare in casa di mia cognata (per la seconda volta in un mese, alla prima avevano già pulito tutto) e sorpreso da noi sul fatto, mi disse candidamente di stare calmo e fermo altrimenti mi avrebbe sparato in testa.
    Non riesco a biasimare chi reagisce ad un furto anche con violenza, come si diceva nell'articolo, sono soldi, anni e sacrifici che vanno in frantumi in un attimo.....
    Questo assurdo concetto dell'eccesso di legittima difesa fa diventar matto anche me (sei entrato in casa mia senza essere invitato e ho DIRITTO di estrometterti, anche facendoti o facendomi male). Io per fortuna non mi ci sono mai trovato in una situazione del tuo genere (quando mi sono entrati i ladri in casa non c'era nessuno) e quindi non posso immaginare come vi siate sentiti di fronte a quella terrificante minaccia, però così "a sentimento" neanche il più disperato dei ladri si macchierebbe mai di omicidio, quindi io al tuo posto forse un tentativo di reazione istintiva l'avrei fatto.
  2. Giomas:

    Questo assurdo concetto dell'eccesso di legittima difesa fa diventar matto anche me (sei entrato in casa mia senza essere invitato e ho DIRITTO di estrometterti, anche facendoti o facendomi male). Io per fortuna non mi ci sono mai trovato in una situazione del tuo genere (quando mi sono entrati i ladri in casa non c'era nessuno) e quindi non posso immaginare come vi siate sentiti di fronte a quella terrificante minaccia, però così "a sentimento" neanche il più disperato dei ladri si macchierebbe mai di omicidio, quindi io al tuo posto forse un tentativo di reazione istintiva l'avrei fatto.
    C'era mia moglie, mia cognata e il bambino: non era il caso. Tra l'altro erano in quattro e io solo
Articolo precedente

[Test] Nuove Fulcrum Speed 42/57

Articolo successivo

Scott presenta la nuova Plasma RC TT

Gli ultimi articoli in News