Musseu alla Trans Am Bike Race

Musseu alla Trans Am Bike Race

28/01/2014
Whatsapp
28/01/2014

logo-x-social

http://onemission-onedream.com/trans-am-bike-race/

Cos’é: la più lunga gara del mondo su strada senza supporto. 6800km e oltre 60000 mt di dislivello positivo attraverso gli Stati Uniti d’America, da Astoria, OR (lato Pacifico) fino a Yorktown VA (Atlantico) lungo il Trans America Trail.

Chi: Giorgio Murari, il Musseu del nostro forum, e Paolo Laureti, esperto in 24h in mtb.

Perché: una persona cara a Paolo Laureti è affetta da sindrome di Shwachman e la gara servirà per raccogliere fondi per la ricerca su questa malattia.

Il progetto prevede anche la realizzazione di un film documentario che sara’ distribuito sempre con lo scopo di diffondere il piu’ possibile il messaggio e la raccolta  fondi.  Questo progetto sara’ in crowdfunding,

Al seguente link potete sostenere il progetto: http://www.produzionidalbasso.com/pre_3298.html

Alcune domande e risposte con Musseu per capire meglio.

foto-musseu-0101

BDC: Com’è nata l’idea?

Musseu: l’idea è nata contemporaneamente dalla voglia di America, ma la RAAM è impossibile da fare per costi e team, e poi sinceramente ormai non la sentiamo più nostra, il nostro essere è libero, e appena abbiamo saputo di questa gara in autosufficienza totale, non c’è stato il minimo dubbio: si va!

Già essere la il 7 giugno e poter aiutare questa associazione affetti da Sindrome di Shwachman per noi è una grande vittoria, il resto viene da solo.

BDC: Questa Tran Am  sarà in completa autonomia. Come pensi di gestirla? Hai già pianificato tappe, riposo, etc..?

Musseu: La trans sarà gestita: 300/350 km al giorno. In 21 giorni si fa. Pochi bagagli, il minimo, la grande corsa bianca mi ha ulteriormente “animalizzato”, si vive sul campo da selvaggi, 15 ore circa pedalare, due pasti sostanziosi e 4 ore di sonno al giorno. Questo per i primi giorni, dopo, strada facendo si deciderà, anche perché abbiamo già il biglietto aereo di ritorno, sul lavoro siamo riusciti ad ottenere solo 25 giorrni di ferie: Partiamo da Roma il 5 , il 7 parte la gara e il 29 si ritorna.

BDC: La farete assieme? O ognuno per conto suo al proprio ritmo? Per dormire vi fermate in motel o cose del genere o proprio per strada? Che bici userai? Accorgimenti particolari dal punto di vista tecnico/abbigliamento?

Musseu: No, da soli, vietata la scia, ma cercheremo di stare nelle vicinanze, se ci fossero dei  problemi e per girare un video. Già per questo dovremo avere circa lo stesso passo…poi si vedrà !!!

Bici classica da rando con copertoni da 25, io due borse: una dietro e una davanti. Paolo Laureti penso come me. Il minimo per 20 giorni. Come detto il peso circa sui 20 kg totale, cibo sulla strada, dormire idem, motel e se poi cade il sonno un microsonno sotto le stelle si può fare…anzi si farà.

Il materiale sarà quello super tecnico dettato da anni d’esperienza, niente di più ma adatto per tutte le situazioni.

Fanale logicamente. Seppure con meno scorrevolezza utilizzerò il mozzo della SON che alimenterà gps, fanale e celllulare. Poi luce sul casco.

foto-musseu-026

BDC: Puoi dire qualcosa di più a riguardo dello scopo?

Musseu: L’importante Ser è mettere in risalto la missione per l’aiuto all’associazione. Ci teniamo molto. Una donazione la può fare chiunque se motivato e sicuro che sta facendo una grande cosa. Noi dovremo coprire le spese con gli sponsor….ne cerchiamo altri infatti se interessati ad un grande avvenimento…unico.

In bocca al lupo. E buona strada!

 

POTRESTI ESSERTI PERSO