Ora si può comprare una Specialized anche online

Ora si può comprare una Specialized anche online

Staff, 09/02/2021

[Comunicato stampa] Specialized, da sempre il brand di riferimento nel mondo del ciclismo, lancia sul mercato italiano la strategia di Integrated Marketplace che ha l’obiettivo di soddisfare il ciclista sempre più omnicanale. Grazie all’integrazione dei canali offline e online, Specialized offrirà un’esperienza di acquisto integrata e più dinamica.

I pilastri dell’Integrated Marketplace sono 4:

  • Rivenditore Ufficiale
  • Pick Up In-Store
  • Rider Direct
  • Trova nelle Vicinanze

Il Rivenditore Specialized rimarrà il canale di vendita strategico attorno al quale ruota l’intera filosofia commerciale.
“In Specialized siamo convinti del valore aggiunto del Rivenditore” afferma Ermanno Leonardi – Managing Director Specialized Italia – “La nostra rete vendita mette a disposizione dei consumatori un incredibile livello di supporto e servizio, oltre che una vasta conoscenza del settore. Contemporaneamente, seguiamo da tempo l’evoluzione omnicanale del consumatore finale e ciò ha spinto la nostra azienda ad investire sui sistemi IT per poter integrare ulteriormente i nostri Rivenditori all’interno del sito Specialized”.

Con Trova nelle Vicinanze, i consumatori finali possono controllare in ogni momento la disponibilità di un prodotto presso i Rivenditori Specialized; la funzione si rivolge, quindi, agli info-shopper, ovvero a coloro che cercano informazioni online ma che poi acquistano il prodotto offline.

Da oggi, a completamento della strategia, i consumatori potranno anche:

  • acquistare direttamente online accessori e biciclette e ritirarli presso un Rivenditore Specialized, grazie al nuovo canale Pick Up In-Store
  • oppure, solo per quanto concerne gli accessori, acquistare online e ricevere direttamente a casa i prodotti con il Rider Direct.

Specialized

 

Commenti

  1. quindi ragionando ad esempio sui componenti...
    io compro on line presso di loro ..che ne so, un manubrio... pagandolo a prezzo pieno di listino, e poi lo vado a ritirare da un rivenditore, o se non ne ho uno nelle vicinanze, si tratta di un mormale acquisto on line con relativi costi di spedizione.
    Tutto Giusto??
    Peccato però che se compro..sempre per esempio.. lo stesso manubrio da un shop on line diverso da quello ufficiale specialized, lo pago con il 40% in meno, e la spedizione me la prendo pure gratuita...
    Non capisco dove sia il vantaggio a comprare da loro.
  2. Maverik89:

    Il vantaggio è di specialized per avere un maggiore controllo delle quantità a magazzino (e nei punti vendita) e di conseguenza della logistica.
    Fortunatamente non vendono direttamente ed a prezzi più bassi dei rivenditori altrimenti gli farebbero praticamente la concorrenza.
    ...sto aspettando di trovare dallo scorso Luglio...un nastro manubrio specialized roubaix di colore nero, visto che è l unico nastro che utilizzo.
    Ad oggi febbraio 2020... suddetto Nastro è indisponibile come lo era a luglio. sia presso di loro, sia presso rivenditori che non fanno altro che ripetere la stessa cosa da Mesi : Manca proprio in Specialized.
    Se questo è il "controllo magazzino"che hanno a casa loro... rabbrividisco al solo pensiero.
  3. Beh, considerando quante persone corrono dai rivenditori a comprare a prezzi fuori dalla umana decenza, sanno bene che avranno messe di clienti anche online, che magari si vanteranno pure di aver acquistato direttamente alla fonte. Vale per tutte le marche, non solo Specy. E non dimentichiamo che all'estero gli sconti che fanno in Italia nei negozi fisici se li sognano, comprano quasi sempre a prezzo pieno.

    Per tutti gli altri basta mettere qualche colore esclusivo ed il gioco è fatto, ci sarà la coda con immancabile post di accompagno nei forum per segnalarsi a vicenda questo o quell'altro colore, soffiate dall'interno per la disponibilità, eccetera eccetera.

    A domanda così impetuosa e disponibilità di spesa così elevata, il venditore in automatico alza i prezzi, come sta avvenendo puntualmente mascherando il tutto (poverini...) dietro risibili scuse di aumento di prezzo per logistica e materiali, su beni dove il ricarico sarà, a dir poco, del 400%