Sixth Sense, sistema ABS per ciclisti

Sixth Sense, sistema ABS per ciclisti

02/12/2016
Whatsapp
02/12/2016

Blubrake è una giovane azienda italiana che ha sviluppato un sistema di antibloccaggio della ruota anteriore, da non confondere con i classici sistemi di ABS per auto e moto, infatti il Sixth Sense (questo il suo nome, tradotto sesto senso) comunica al ciclista quando la ruota si sta per bloccare, e sta alla persona dosare la frenata per evitare la caduta. Non è dunque un sistema meccanico che si occupa di modulare la frenata.

Al momento Blubrake collabora con Pinarello, che sarà il primo marchio ad offrire il sistema sulle proprie bici.

Screen Shot 2016-12-01 at 09.25.00

Il Sixth Sense è composto di sei parti:

1) Anello magnetico da montare sulla ruota anteriore. Il sistema è indipendente dai tipi di freni, a disco o pattini, l’unica cosa che serve è l’anello della foto qui sotto che deve essere montato sulla ruota anteriore. Al momento è disponibile per 4 marchi di ruote, ma altri seguiranno a breve

P1000581

2) Sensore di velocità. Questo è stato progettato da zero per essere molto veloce e analizzare l’output proveniente dalla ruota, cosa non fattibile con i normali sensori presente sul mercato.

P1000583

3) L’attuatore da montare sulla leva del freno anteriore. Comincerà a vibrare se la ruota rischia di bloccarsi, a seconda delle impostazioni scelte dal ciclista.

P1000584

4) Unità di “intelligenza artificiale”, con batteria, da inserire nel tubo piantone e fissare con le viti per il portaborraccia. La batteria dà energia a tutto il sistema, mentre l’unità di controllo elabora i dati provenienti dai sensori e dà l’impulso all’attuatore posto sulla leva del freno. Da notare che praticamente tutti i telai hanno lo spazio necessario per integrare il sistema nel tubo piantone, perché le dimensioni sono uguali a quelli della batteria del Campagnolo elettronico.

5) Accelerometro e giroscopio, posto sul telaio al di sopra dell’attacco del deragliatore anteriore.

6) Interfaccia a manubrio per definire le impostazioni. Quelle predefinite sono il Tourism e il Racing, a loro volta combinabili con le condizioni da asciutto e da bagnato, mentre per settare quelle custom è necessario scaricare l’apposita app (non ancora pubblica). La differenza sta nella predefinizione del limite, cioè il momento in cui la leva comincerà a vibrare per avvisare il ciclista che esiste il rischio di bloccaggio ruota.

P1000582

Peso del sistema completo: 230 grammi. Il Sixth Sense sarà disponibile sul mercato dal 2017. Prezzo previsto: attorno ai 6-700 Euro.

Contiamo di farne un test esauriente a breve.

Maggiori informazioni: Blubrake.it

20
Rispondi

Devi fare il Login per commentare
15 Comment threads
5 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
16 Comment authors
[Video] Il Voice Activated Shifter di Xshifter | BDC-MAG.com | Bici da corsaFRScaldamozzi ogni tantoB Recent comment authors
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
M
Guest
matteooooo

come si usa spesso leggere nei forum di tecnologia: scaffale!

F
Guest
fabbri82

La ruota anteriore bloccata?! mai successo! (col ghiaccio non giro)
Mi succede solo in mtb col fango

Sarebbe più valido sapere quando le ruote iniziano ad essere al limite in piega nella curva!

Poi secondo me questo sistema ti mette ancora di più in panico!

D
Guest
daybyday

mmmhhhh….. tutto bello …… è necessario ed indispensabile?

M
Guest
Mitzkal

Utile come un secondo ano

N
Guest
nexuspolaris

:-))))) ahahahahahahahaha

G
Member
gaeisaja

ricorda tanto il joystick della play

B
Guest
bicilook

A me… me pare ‘na stru…ata.
Se blocchi la ruota anteriore ti cappotti…
Potrebbe essere interessante se fosse la parte embrionale di un vero e proprio sistema di ABS per biciclette con il freno a disco…
Come sistema fine a se stesso lo vedo inutile.

D
Guest
doduz

> Se blocchi la ruota anteriore ti cappotti

Il sistema ABS (anche se questa è una cosa differente) serve appunto a NON bloccare le ruote.

C
Guest
ciclista statunitense

Lasciamo perdere…..

V
Guest
vinoveneto

se interessa ad un’azienda come Pinarello, si vede che ci avrà ci ha visto qualcosa di interessante. personalmente non spenderei mai qella cifra per questo accessorio.

D
Guest
doduz

Il 15 febbraio scorso scrivevo: “P.S.: e prima o poi (segnatevelo) si comincerà pure a parlare di ABS.”

http://www.bdc-mag.com/quanto-tempo-per-un-cambio-ruote-disco-in-gara/

V
Guest
vertigoslim

ritengo un’innovazione quando intrinsicamente essa produce un beneficio, specie in merito alla sicurezza. ‘sta roba qua che, cito testualmente “…e sta alla persona dosare la frenata per evitare la caduta.”, a cosa serve?

…ma, a proposito di freni a disco, anche per il sito gemello, non si sa niente se esiste qualcosa in giro sui freni a disco con i dischi non solidali alle ruote, ma posti sulla forcella e sul telaio? tipo come quelli delle automobili.
non sarebbe una bella innovazione questa?

G
Guest
Gabrireghe

ma perché le automobili hanno i dischi solidali al telaio?? quali modelli scusa?

V
Guest
vertigoslim

eddai… semiassi. un po’ di elasticità no?
nel senso che non sono attaccati alle ruote

Scaldamozzi ogni tanto
Guest
Scaldamozzi ogni tanto

Se fosse possibile sfilare la ruota lateralmente come nel caso delle auto allora sarebbe possibile fare il Disco solidale ad un asse che ruota assieme ad esso, poi la ruota si fissaal Disco.
Con forcelle monobraccio sarebbe possibile, chissà che magari in futuro qualcuno non ci pensi

G
Guest
Gabrireghe

interessante! vediamo come sarà il test e soprattutto se sarà in grado di portarlo al limite. in futuro potrebbe svilupparsi ancora

B
Guest
Bullet

Scusate, complimenti per aver passato chissà quanto tempo per inventare qualcosa di praticamente inutile! Usando i freni a disco il problema non si presenta, modulabilità incredibile, massima efficenza in frenata in ogni situazione! 6-700euro, bo non so, mi pare che siamo fuori strada! Mi ricordo che moltissimo anni fa anche nella mountainbike c’era chi aveva sviluppato un abs di tipo meccanico, mai visto in nessuna bici montato, questo farò la stessa fine.

S
Member
salsa21

SONO CONTRARIO A TROPPA TECONOLOGIA APPLICATA ALLA BICICLETTA.
RICORDIAMO CHE LA BICICLETTA È E DEVE RIMANERE UN MEZZO MECCANICO A PROPULSIONE UMANA.
SONO CONTRARIO A QUESTO COME AL CAMBIO ELETTRONICO. TUTTO MOLTO SUPERFLUO…

F
Guest
Fugu

Non sono contrario alle innovazioni applicate al mondo della bicicletta, ma mentre nel caso di freni a disco e cambio elettronico (per citare quelli che sono gli argomenti più dibattuti della recente evoluzione della nostra due ruote) si tratta di “migliorare” qualcosa di indispensabile che già c’è, qui siamo difornte a quella che cerca di essere, a mio avviso, un innovazione inutile.

Rapporto costo/beneficio sfavorevolissimo, potrebbe tornare utile in rari casi (come già detto da alcuni di voi le maggiori problematiche, almeno nella mia esperienza, si presentano per perdita di aderenza dell’ anteriore non bloccaggio della ruota…)

trackback

[…] il quasi ABS di SixthSense, per le gioie dei luddisti contemporanei vi facciamo vedere il cambio elettronico attivato […]

 

POTRESTI ESSERTI PERSO