Tadej Pogačar vince ad Oropa e si veste di Rosa

83

Tadej Pogacar (UAE Team Emirates)ha vinto la seconda tappa del Giro d’Italia 107, la San Francesco al Campo-Santuario di Oropa (Biella) di 161 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Daniel Felipe Martinez (Bora – Hansgrohe) e Geraint Thomas (Ineos Grenadiers).

Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) è la nuova Maglia Rosa di leader della classifica generale.

ORDINE D’ARRIVO
1 – Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) – 161 km in 3h54’20”, media di 41.223 km/h
2 – Daniel Felipe Martinez (Bora – Hansgrohe) a 27″
3 – Geraint Thomas (Ineos Grenadiers) s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1 – Tadej Pogacar (UAE Team Emirates)
2 – Geraint Thomas (Ineos Grenadiers) a 45″
3 – Daniel Felipe Martinez (Bora – Hansgrohe) s.t.

LE MAGLIE UFFICIALI
Le Maglie di leader del Giro d’Italia sono disegnate e realizzate da CASTELLI.

  • Maglia Rosa, leader della Classifica Generale, sponsorizzata da Enel – Tadej Pogacar (UAE Team Emirates)
  • Maglia Ciclamino, leader della Classifica a Punti, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e ITA Italian Trade Agency – Filippo Fiorelli (VF Group-Bardiani CSF-Faizanè)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Tadej Pogacar (UAE Team Emirates)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica Giovani, nati dopo il 01/01/1999, sponsorizzata da Eataly – Cian Uijtdebroeks (Team Visma | Lease a Bike)

 

Il vincitore di tappa e nuova Maglia Rosa Tadej Pogacar, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Quello di oggi è un sogno che si avvera, una gioia straordinaria. Dopo aver vinto alla Vuelta e al Tour, sono riuscito a chiudere il cerchio e a ottenere un successo in tutti i Grandi Giri. Non è una cosa da molti. Non mi sono spaventato dopo la caduta, la squadra mi ha riportato indietro velocemente. Ho accelerato dopo l’ultimo strappo di Rafal Majka e ho preso un buon margine. Speravo di conquistare la Maglia Rosa, da ora posso rilassarmi per qualche giorno”.

Commenti

  1. Jerome 89:

    Io ho sempre quella mezza impressione che quando parte nessuno abbia il coraggio di andare dietro, vedi strade bianche...
    Gli unici che provano a stargli dietro (o gli arrivano davanti), nelle diverse gare sono VDP e il danese, WVA ci prova, gli altri partecipano per il podio. Al tour dello scorso anno era palese, dietro lottavano per il terzo posto. Ormai i 2-3 più forti battono gli altri già allo start di una gara.
    L'unica che può far perdere il Giro allo sloveno è la sfortuna, perché negli altri team non c'è gente in grado di stargli davanti
  2. uber:

    Ieri pogacar è stato un pollo dopo la foratura, forse per un po' di nervosismo. Ma nella caduta gli è andata bene... Se picchiava il ginocchio rischiava di rovinarsi la corsa dopo un giorno...
    Mi sa che il ginocchio un pochino lo ha battuto, visto che stamattina era incerottato alla partenza:
    View attachment
Articolo precedente

Jhonatan Narvaez vince la prima tappa del Giro d’Italia conquistando la prima Maglia Rosa

Articolo successivo

Tim Merlier vince la terza tappa. Pogačar semina il panico

Gli ultimi articoli in Gare

Kaiser Steinhauser

Passo Brocon, 22 maggio 2024 – Georg Steinhauser (EF Education – EasyPost) ha vinto la diciassettesima tappa del…

Cinquina di Pogačar al Giro

Santa Cristina Val Gardena/St. Christina in Gröden (Monte Pana), 21 maggio 2024– Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) ha vinto…

Finalmente Ganna!

Desenzano del Garda, 18 maggio 2024 – Filippo Ganna (Ineos Grenadiers) ha vinto la quattordicesima tappa del Giro…