News #Tour de France 2021

TdF 2021: 3^tappa vinta da Tim Merlier

TdF 2021: 3^tappa vinta da Tim Merlier

Piergiorgio Sbrissa, 28/06/2021

Prima vittoria in carriera al Tour de France per Tim Merlier, che regala la seconda vittoria di tappa di fila alla Alpecin-Fenix. Perfettamente lanciato nella volata dalla sua squadra e dalla maglia gialla Mathieu Van Der Poel in versione gregario, Merlier non ha avuto rivali, anzi è stato seguito sul podio dal compagno Jasper Philipsen. Terzo Nacer Bouhanni (Arkéa-Samsic).

Nel finale però caduta di Caleb Ewan (Lotto-Soudal) che ha portato a terra con sé Peter Sagan (Bora-Hansgrohe). Clavicola rotta per Ewan e ritiro da confermare.

Finale disegnato in modo pessimo dagli organizzatori, con curve a gomito, strade strette e rettilineo finale in discesa e con una semicurva. Difficile pensare qualcosa di peggio.

Durante tutta la giornata però ci sono state cadute, tra cui quelle importanti di Geraint Thomas (Ineos) arrivato in fondo però, Robert Gesink che ha dovuto abbandonare e Primoz Roglic negli ultimi chilometri. Roglic che ha perso 1’21” in classifica generale (92°). Ne ha approfittato Richard Carapaz che è salito al 3° posto in classifica generale a 31″ da Van der Poel.

Una tappa che può essere ben riassunta nelle parole di Marc Madiot (Groupama-FdJ): “Non è più ciclismo. Bisogna che cambi, così non va. Se non si cambia avremo dei morti. Non è una cosa degna del nostro sport”.

 

Commenti

  1. albertissimo:

    ...........
    Quindi ben vengano tutti gli accorgimenti per migliorare la sicurezza, ma se una vittoria di tappa o un piazzamento nella top ten di un grande giro vale una carriera, credo ci sia ben poco da fare.
    Uno come Roglic o come Pogacar, o come Landa al Giro, non sta a 70 kmh in gruppo per una vittoria o per un piazzamento. Sta lì perchè se becca un buco magari perde secondi.
    Ser pecora:

    Di fatto tutte le cadute tranne quella di Ewan sono arrivate prima dei -5km, proprio per cercare di posizionarsi davanti. Tutti. Gli uomini di classifica per stare al sicuro, gli sprinter per ovvi motivi, e tanti altri per giocarsi una qualche carta.
    Infatti non è con i -5 che risolvevano granchè proprio perchè non è strettamente il tipo di strada il problema. Il limite va spostato più indietro dei -5 in questi casi a prescindere dal tipo di strada che si andrà a percorrere, perchè è prima che scoppia la bagarre. Bisogna mettere un punto più indietro a cui non interessa a nessuno passare per primo o per 50esimo così arrivano lì "tranquilli" e poi si scanna chi vuole.
  2. La neutralizzazione ai -20 (o anche ai -10) però creerebbe una disparità enorme tra le squadre e aumenterebbe ancora di più la specializzazione delle stesse (cosa che già esiste). Una squadra totalmente votata alla classifica (tipo Ineos) potrebbe farsi gli ultimi 20 km a passeggio per metà delle tappe mentre le squadre dei velocisti (FDG per esempio) se li farebbero in tromba. Poi le squadre dei velocisti magari recuperano nelle tappe di montagna dove si fanno l'ultima salita a spasso. Ma le squadre che hanno entrambi? La DQS (immaginando Alaphilippe come uomo di classifica) o la Jumbo (immaginando Van Aert a fare le volate) o la Bora (che ha Sagan per le volate e Buchman e Kelderman da classifica) dovrebbero farsi il mazzo in tutte le tappe. Non mi sembra corretto.
    E poi se c'è una fuga con 2' di vantaggio ai -20 il tempo dove lo si prende? Inoltre sarebbe anche difficile definire quali sono le tappe da velocisti e quali no. La tappa di qualche anno fa a Zeeland era per velocisti, si creò un ventaglio che definì la classifica molto più di tante salite. Che si fa in quel caso? O tappe tipo quelle della Vuelta dove si arriva su salite di 500m dove qualche velocista se la gioca con uomini di claissifica veloci?
    Francamente è difficile trovare una soluzione che non svantaggi nessuno. Certo evitare le strade strette e le discese aiuta, ma vale anche per ASO il discorso fatto per RCS, se i comuni che pagano per l'arrivo hanno quelle strade lì loro sono in parte "costretti" ad arrivare lì per far quadrare i conti...