[Test] Giacca Santini Nova e calzamaglia Jupiter

[Test] Giacca Santini Nova e calzamaglia Jupiter

26/11/2015
Whatsapp
26/11/2015

F75R6650

In questi incredibilmente caldi mesi di Ottobre e Novembre abbiamo provato due capi di abbigliamento della italiana Santini: la giacca Nova e la calzamaglia Jupiter.

La giacca è realizzata in tessuto Atomo 280gr accoppiato alla membrana Zerowind. Questa membrana è definita da Santini come:  “impermeabile, traspirante, antivento, termica, ad alto assorbimento di sudore, elastica, sottile e leggera. Tutto questo è reso possibile dalla particolare struttura della membrana idrofila, totalmente priva di pori, che deve le sue capacità traspirante a un principio “fisico-chimico”: le molecole di vapore acqueo “migrano” verso l’esterno grazie all’azione delle cariche elettriche positive/negative delle molecole che compongono la membrana e al vapore acqueo presente nel sudore

F75R6652

La calzamaglia Jupiter è realizzata invece in tessuto Windstopper softshell nella parte anteriore ed in felpa Blizzard nella parte posteriore e sulle bretelle. Il fondello è NAT con interno in gel.

F75R6663

La giacca è ben realizzata con cuciture esterne che evitano gli sfregamenti, ed è anche molto leggera rispetto la protezione da freddo e vento. Anche dopo numerosi lavaggi non presenta segni di usura, idem la calzamaglia che non ha punti rovinati da sfregamento (interno coscia ad esempio).

F75R6662

Il tessuto interno è accoppiato in unico strato con la membrana windstopper.

F75R6658

Anche i dettagli sono piuttosto curati.

F75R6661

Nella parte posteriore sono presenti le classiche tre tasche, piuttosto profonde, quindi senza rischi di perdersi nulla, anche se avere una zip almeno su una non sarebbe stato male.

F75R6660

La calzamaglia Jupiter ha un bel taglio ed un fondello di buon spessore. F75R6666 F75R6665

La parte anteriore è realmente idrorepellente, e si può vedere come il tessuto non assorba l’acqua, anche se si passa una mano sopra. Questo è molto apprezzabile con pioggia leggera o tempo molto umido/piovigginoso o come riparo dalle proiezioni di acqua della ruota anteriore se bagnato per terra. Chiaramente se piove forte servono altri tipi di protezione.

IMG_1040-1

Le bretelle e la parte posteriore sono in caldo tessuto felpato che tuttavia si asciuga abbastanza in fretta.

F75R6667

Il range di utilizzo di questo completo viene dato tra -8° e +5°. Noi l’abbiamo utilizzato tra -1° e +10°. La calzamaglia è sicuramente perfetta anche per queste temperature, mentre la giacca attorno ai 10° diventa troppo calda facendo sudare copiosamente, cosa fastidiosa per via del tessuto interno e dei polsini delle maniche che danno un vero “effetto bagnato”. Probabilmente se il tessuto fosse accoppiato “doppio” rispetto la membrana esterna questo effetto sarebbe minimizzato, ma è solo un’ipotesi. Ad ogni modo la giacca Nova, a dispetto dell’ingombro complessivo è una giacca da utilizzare con clima decisamente freddo, senza pero’ dare l’effetto “robocop” ed impacciare nei movimenti. Se abbinata ad intimo tecnico pesante ed un’altra maglia a maniche lunghe può tranquillamente affrontare lunghe uscite con temperature sotto zero. La calzamaglia Jupiter ci è parsa più flessibile come utilizzo, con un range più ampio di temperatura d’utilizzo. Il fondello è ottimo anche per lunghe distanze.

Il prezzo dei due capi ci sembra adeguato alla qualità:

Giacca Nova a 99eu (in offerta)

Calzamaglia Jupiter 190eu