Tirreno-Adriatico 2013 al via

Tirreno-Adriatico 2013 al via

06/03/2013
Whatsapp
06/03/2013

[Comunicato stampa]

La 48a edizione della Corsa dei Due Mari prenderà il via oggi da San Vincenzo sul Mar Tirreno, per concludersi martedì prossimo a San Benedetto del Tronto, sul Mare Adriatico.

[img]http://foto.bdc-forum.it/image.php?id=43795&s=576&uid=1850[/img]

Atleti al via

La Tirreno – Adriatico 2013 vedrà al via il gotha del ciclismo mondiale.

A lottare per la classifica generale ci saranno infatti il vincitore dell’edizione 2012 Nibali, Contador, Evans, Froome, Rodriguez, Sanchez e Van Avermaet.

Massimo livello di qualità anche fra i cacciatori di tappe con Phinney, Hushovd, Martin, Sagan, Moser, Pozzato, Cunego, Cancellara, Visconti e Gatto.

Sarà anche un vero “festival dei velocisti” con Cavendish, Boom, Farrar, Greipel, Ciolek, Goss, Degenkolb e Chicchi.

 

Dichiarazioni dalla conferenza stampa top riders:

 

Cadel Evans (BMC Racing Team): “Lo scorso anno purtroppo non avevo la condizione che avrei desiderato. Quest’anno mi sembra di stare meglio ma il percorso è davvero impegnativo. Inoltre le previsioni del tempo sono incerte e questo potrebbe rendere la corsa ancora più dura. Il livello degli atleti poi è davvero incredibile: non so quanti vincitori di grandi Giri siano al via…”

Fabian Cancellara (Radioshack-Leopard): “Io corro sempre per la vittoria, questo è il mio obbiettivo. Nella mia squadra c’è Horner, che va molto forte, e lavoreremo per lui. Per quanto mi riguarda, la Tirreno è sempre stata una corsa molto importante dove sono riuscito a vincere e che mi da la condizione perfetta per le classiche a partire dalla Sanremo.”

Joaquín Rodríguez (Katusha): “Si, posso puntare alla vittoria finale. Mi sono preparato molto bene e il percorso, molto impegntivo, dovrebbe agevolare la mia corsa. Ci tengo a fare bene anche perché qui ci sono tutti gli atleti più forti per le corse a tappe e quindi il risultato sarà molto prestigioso per chi riuscirà a salire sul gradino più alto del podio.”

Alberto Contador (Team Saxo-Tinkoff): “Tutti sanno che l’Italia è un po’ la mia seconda patria. La Tirreno – Adriatico è una corsa che mi ha sempre affascinato e sono molto contento di partecipare per la prima volta. Credo che quest’anno sarà la corsa a tappe più competitiva dopo i grandi Giri.”

Vincenzo Nibali (Astana Pro Team): “Sono qui per fare molto bene. Lo scorso anno forse la mia condizione era leggermente migliore perché mi ero concentrato sulla prima parte della stagione. Ma ho un’ottima squadra e faremo del nostro meglio. Inoltre me la dovrò vedere con atleti del calibro di Froome, Contador, Evans… C’è grande entusiasmo, sarà una guerra!”

Christopher Froome (Sky Procycling): “Spero di non aver perso la condizione che mi ha permesso di vincere in questo inizio di stagione. Per me ogni corsa è molto importante e la affronto con il massimo dell’impegno e della convinzione per provare a vincerla. Qui c’è un’incredibile lotto di partenti, un percorso impegnativo, credo sarà una settimana molto combattuta.”

Mark Cavendish (Omega Pharma-QuickStep): “Come sempre, io non penso molto ai miei avversari. Questo ragazzo alla mia destra (Sagan, arrivato in leggero ritardo alla conferenza) probabilmente passerà più tempo ad aspettarci in gara di quanto lo abbiamo aspettato noi oggi (ride..). Scherzi a parte, se si arriva in volata ce la possiamo giocare ma credo che lui abbia i mezzi per non far concludere la tappa allo sprint. Vedremo in un paio di giorni.”

Peter Sagan (Cannondale): “Non credo assolutamente di poter puntare alla classifica anche perché i miei obbiettivi sono più avanti. In ogni caso, io sto cercando la forma migliore e credo non sarà facile vincere. Stiamo a vedere cosa succederà…”

Percorso

Una spettacolare cronosquadre inaugurale di 16,9 km da San Vincenzo a Donoratico aprirà la 48a Tirreno – Adriatico (partenza della prima squadra ore 14.45); due volate (una più facile a Indicatore, l’altra più complicata a Narni Scalo); un vero arrivo in salita, al termine di una tappa di 173 km con traguardo a Prati di Tivo, dove Nibali conquistò la Tirreno 2012; due tappe ondulate tipiche della Corsa dei Due Mari con arrivo a Chieti (lo scorso anno vinse Sagan) e Sant’Elpidio a Mare. Infine la cronometro finale di 9,2 km a San Benedetto del Tronto.