Vuelta 2014: La tripletta di Contador

Vuelta 2014: La tripletta di Contador

15/09/2014
Whatsapp
15/09/2014

BxiBtGBCcAAO4FT

Alberto Contador si è aggiudicato la Vuelta 2014, dopo la cronometro che ha visto vincere l’italiano Adriano Malori (Movistar) davanti ai neozelandesi Sergent (Trek) e Dennis (BMC) , Contador è riuscito a mantenere un vantaggio di 1’10” sul battagliero e sportivo Chris Froome (Sky) e su Alejandro Valverde (Movistar). Terza Vuelta in carriera per il Pistolero, che ha ritrovato motivazioni e grinta anche dopo la crisi dei 30 anni (per sua stessa ammissione) e l’infortunio al ginocchio occorso al Tour.

Schermata 2014-09-15 alle 09.18.14

Chris Froome (Sky, 2°) : “Sono contento di essere arrivato secondo, questo mi motiva per il futuro. Vengo da un brutto infortunio con la frattura della mano, e non ho avuto molto tempo per prepararmi nelle migliori condizioni. Vista la forma che avevo all’inizio della Vuelta non posso che essere soddisfatto. Sono venuto qui con ambizioni limitate e non sapevo se avrei potuto lottare per la top 10. I miei compagni hanno fatto un lavoro magnifico cercando di mettere Alberto in difficoltà, ma si è dimostrato il migliore ed il più forte. E’ il giusto vincitore”.
Alejandro Valverde (Movistar, 3° ): “Non ho un bilancio negativo, dopo tutti i problemi che ha avuto la mia squadra (il ritiro di Nairo Quintana-ndr-). Sono riuscito a mantenere la 3^ posizione generale e devo fare i complimenti al mio compagno Adriano Malori che ha fatto una cronometro incredibile”:
0870f
Joaquim Rodriguez (Katusha, 4°): “E’ la fine di una Vuelta strano per me, dic ui conserverò un ricordo amaro. Ieri le ho provate tutte, ma mi è andata male e bisogna accettarlo. Sono però un combattente e rimarrò tale.”
Fabio Aru (Astana, 5° ): «Ho cercato di fare del mio meglio, non sapevo se sarei riuscito a tenere duro fino alla fine, ma non potevo deludere il mio direttore sportivo Martinelli. Ora voglio riposare perché è stata una Vuelta davvero dura”.