Fabio Aru vs Greg Henderson

Fabio Aru vs Greg Henderson

25/04/2015
Whatsapp
25/04/2015

Nervi tesi in gruppo, e il motivo del contendere sembra sempre essere l’Astana, la squadra kazaka di Vincenzo Nibali e Fabio Aru (ma anche di Alexandre Vinokourov), che resta costantemente sotto pressione. Dopo “l’assoluzione” da parte della commissione indipendente che gli ha garantito la licenza WorldTour, nonostante il parere contrario del presidente dell’UCI stessa Brian Cookson, ci ha pensato il corridore neozelandese della Lotto-Soudal Greg Henderson a sparare ancora contro gli uomini in giallo-turchese con un twit avvelenato nei confronti di Aru:

Schermata 2015-04-25 alle 10.12.56

 

L’attacco ha riguardato la malattia di Aru che gli ha impedito di partecipare al Giro del Trentino e che invece secondo Henderson avrebbe nascosto qualcosa di meno lecito, come l’hashtag #biopassport non ha mancato di sottolineare.

A breve giro sono arrivate le scuse di Henderson, visto che praticamente tutto il web gli ha fatto notare che un’accusa cosí pesante necessiterebbe di prove a supporto, ma le scuse sono tornate al mittente visto che Fabio Aru ha rilasciato un comunicato sul suo blog in cui fa sapere che ha dato mandato ad un legale per adire a vie legali per proteggere la propria immagine, come in un altro twit aveva già suggerito il collega Vincenzo Nibali.

Difficile pensare che tutto questo porti a grandi risultati da parte di Aru, ma tutta la vicenda è un indicatore abbastanza evidente di come in gruppo regni un certo nervosismo nei confronti della squadra kazaka. I motivi sono ignoti, o solo supposizioni, certo è che il ciclismo resta sempre uno sport sul filo della crisi di nervi nonostante le operazioni “simpatia” per renderlo più credibile al grande pubblico come si insiste da tempo.

3ed3d