Giro 2020: Caicedo e Almeida vulcanici sull’Etna

Giro 2020: Caicedo e Almeida vulcanici sull’Etna

05/10/2020
Whatsapp
05/10/2020

[Comunicato stampa] Successo sull’Etna per l’ecuadoriano Caicedo. Il portoghese Almeida nuova Maglia Rosa, 31 anni dopo quella di Da Silva, per soli 28 centesimi di secondo. Staccati Thomas, caduto nel tratto di trasferimento, e Yates.

Etna (Piano Provenzana), 5 ottobre 2020 – Il corridore ecuadoriano Jonathan Caicedo (EF Pro Cycling) ha emulato il suo connazionale Richard Carapaz, vincitore del Giro d’Italia 2019, andando a conquistare la terza tappa sull’Etna davanti ai suoi compagni di fuga Giovanni Visconti (Vini Zabu ‘- Brado – KTM) e Harm Vanhoucke (Lotto-Soudal). Geraint Thomas (Team Ineos Grenadiers) è arrivato al traguardo molto attardato (a 12’19”) dopo essere caduto nel tratto di trasferimento; staccato anche Simon Yates (a 4’22”) che non è riuscito a tenere le ruote dei migliori.

Joao Almeida (Deceuninck – Quick-Step) prende il comando della generale con Caicedo secondo con stesso tempo, staccato di 28 centesi. 31 anni fa, Acacio Da Silva, unico portoghese in Maglia Rosa prima di Almeida, aveva conquistato il simbolo del primato proprio al termine di una frazione sull’Etna.

LE PILLOLE STATISTICHE

  • Jonathan Caicedo è il secondo vincitore di tappa ecuadoriano dopo Richard Carapaz che si è imposto nel 2018 (1 vittoria) e nel 2019 (2 vittorie di tappa e la classifica generale). È il primo successo di Caicedo nelle corse WorldTour, campione nazionale dell’Ecuador sia su strada che a cronometro.
  • Joao Almeida è il secondo corridore portoghese ad indossare la Maglia Rosa dopo Acacio Da Silva che nel 1989 la indossò per la prima volta proprio in cima all’Etna.
  • Giovanni Visconti ha conquistato il suo 12° podio di tappa al Giro d’Italia (incluse 2 vittorie di tappa), l’ultima era stata in Sicilia a Santa Ninfa nel 2018, mentre Harm Vanhoucke ha ottenuto la sua prima top 3 di una gara ciclistica da quando è diventato professionista 2018.

RISULTATO DI TAPPA
1 – Jonathan Caicedo (EF Pro Cycling) – 150 km in 4h02’33”, media 37.106 km/h
2 – Giovanni Visconti (Vini Zabu’ – Brado –  KTM) a 21”
3 – Harm Vanhoucke (Lotto Soudal) a 30”

CLASSIFICA GENERALE
1 – João Almeida (Deceuninck – Quick – Step)
2 – Jonathan Caicedo (EF Pro Cycling) s.t
3 – Pello Bilbao (Bahrain – McLaren) a 37”
4 – Wilco Kelderman (Team Sunweb) a 42″
5 – Harm Vanhoucke (Lotto Soudal) a 53″
6 – Vincenzo Nibali (Trek – Segafredo) a 55″
7 – Domenico Pozzovivo (NTT Pro Cycling) a 59″
8 – Brandon McNulty (UAE Team Emirates) a 1’11”
9 – Jakob Fuglsang (Astana Pro Team) a 1’13”
10 – Steven Kruijswijk (Jumbo – Visma) a 1’15”

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – João Almeida (Deceuninck – Quick – Step)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo Zanetti – Diego Ulissi (UAE Team Emirates)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Jonathan Caicedo (EF Pro Cycling)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – João Almeida (Deceuninck – Quick – Step), indossata domani da Harm Vanhoucke (Lotto Soudal)

CONFERENZA STAMPA
Il vincitore di tappa Jonathan Caicedo, ha dichiarato: “Ho realizzato un sogno, è solo il mio secondo anno da professionista. Questa mattina avevo l’intenzione di andare in fuga e provare a vincere la tappa. Ho raggiunto l’obiettivo e questo mi rende molto felice. Gli ultimi chilometri sono stati un misto di sofferenza e emozioni. Ora che sono in una buona posizione, continuerò a lottare per la classifica generale.”

La Maglia Rosa João Almeida, ha dichiarato: “Non riesco a descrivere quello che provo indossando la Maglia Rosa. È un sogno che si avvera. Abbiamo preso la salita verso l’Etna a tutta. Conoscevo i distacchi nella generale: sapevo che Geraint [Thomas] si era staccato ma ero ancora preoccupato per Simon Yates. Poi anche lui si è staccato. Ho cercato di controllare la situazione salendo con il mio ritmo. Negli ultimi 4 km il vento era molto forte, ho provato a tenere duro fino al traguardo, che sofferenza. Proverò a tenere la Maglia Rosa il più a lungo possibile.”

Commenti

  1. Che "veglione del tritello" per dirla alla "Magrini" è venuto fuori dall'Etna, spiace davvero molto per Thomas e non mi aspettavo una simile debacle di Yates, anzi pensavo attaccasse sul vulcano, spero solo che ritiri illustri e cadute che possono condizionare la classifica non ne accadano più...