Campagnolo introduce la Smart Disc Technology

68

[Comunicato stampa] Abbiamo lanciato il freno a disco sulle bici da corsa nel 2016 dopo anni di ricerca e sviluppo e oggi siamo pronti ad un’altra rivoluzione.

In collaborazione con Colnago e il team UAE Emirates abbiamo sviluppato la SmartDisc Technologyapplicabile alla forcella della nuova V3Rs DV (Double Ventoux). Questa tecnologia rivoluzionaria consente al ciclista di aggiungere o togliere un disco dalla forcella grazie ad un meccanismo semplicissimo e al tempo stesso affidabile, basta una banalissima chiave per attivarlo.

Sarà quindi possibile utilizzare un solo disco su percorsi classici e aggiungerne il secondo quando il percorso lo richiede.

Quest’anno il Tour de France percorrerà due volte l’ascesa al Mount Ventoux, i corridori saranno costretti a mettersi alla prova su discese pericolosissime, stressando enormemente mezzo meccanico e impianto frenante. Dunque, la scelta migliore sarà quella di aggiungere un disco alla forcella per ottenere una incredibile potenza frenante.

Grazie alla SmartDisc technology abbiamo compiuto un altro balzo in avanti in termini di sicurezza e prestazioni della bicicletta.

“La vittoria al Tour di quest’anno è stata un’enorme soddisfazione per Campagnolo ma anche un grande sprone a fare di più, abbiamo investito anni a migliorare le performance in salita e a cronometro ma probabilmente guardavamo il dito invece di guardare la luna. Abbiamo sempre tralasciato la discesa, dove invece si può fare la vera differenza! Quest’inverno abbiamo lavorato duramente con Colnago e gli atleti del Team UAE unendo ricerca scientifica e ricerca sul campo, il risultato è la rivoluzionaria Smart Disc Technology che oggi siamo orgogliosi di presentare!”

 

Sito Campagnolo

Commenti

  1. Fantastico, già ordinato, non vedo l'ora di averlo.
    temevo che oggi uscissero le foto del nuovo dura ace 13v. ammesso che esista anche solo a 12
  2. Il massimo sarebbe con cornering ABS, la centralina e la batteria integrata nell’orizzontale, alla faccia del less is more, chiaramente solo all’anteriore copertoncino da 700x45, se no tutta sta forza frenante dove la scarichiamo!!!
Articolo precedente

Controllo analitico avverso per Matteo De Bonis (Vini Zabù)

Articolo successivo

Vinci un’illustrazione firmata MVDP!

Gli ultimi articoli in News