Canyon lancia le Grail CF SLX ed SL 2020

11

COBLENZA, 1. OTTOBRE 2019 — Per il 2020 Canyon presenta la gravel bike più esclusiva sul mercato con nuovissime tinte e una line-up di gruppi specifici per il gravel. Sono ora disponibili vernici straordinarie che in perfetta armonia con il design futuristico delle Grail CF SLX ed SL rendono inconfondibile l’impatto visivo. 

La gamma Grail 2020 è equipaggiata con i nuovi gruppi Shimano GRX specifici per gravel e le trasmissioni SRAM con tecnologia Eagle con rapporti più adatti all’off-road rispetto alla precedente generazione. Le nuove combinazioni 48/31 e 46/30 delle guarniture GRX permettono di affrontare salite ripide ed avere il rapporto giusto per pedalare nelle discese veloci. Su tutte le bici equipaggiate con trasmissioni del marchio giapponese è montata una cassetta 11-34. Per i puristi delle trasmissioni monocorona, la vincente tecnologia X01 Eagle con cassetta 10-50 e corona da 42 denti è abbinata ai nuovi comandi wireless Force eTap AXS. 

Le nuove trasmissioni della famiglia Grail trovano collocazione su un telaio dotato delle più efficienti geometrie della classe mentre il pluripremiato Grail Cockpit offre un approccio innovativo all’ergonomia che si percepisce in pieno una volta che ci si trova alla guida. Il contatto con il terreno è garantito dalle coperture Schwalbe G-one Bite da 40 mm e da cerchi con canali maggiorati DT Swiss e Reynolds appositamente studiati per il gravel. 

Il cuore del progetto, rimossi i componenti progettati per supportare le più impegnative uscite in gravel, è il telaio della Grail, un riferimento assoluto per le performance. La gamma è una delle più leggere in commercio grazie ai pesi record 830 grammi per il telaio SLX e 1040 per l’SL entrambi nella taglia M. Le versioni top di gamma Grail CF SLX 8.0 eTap e Di2 fermano l’ago della bilancia a 8,3kg: un peso che fa impallidire alcune raffinate bici da corsa. 

Nove in totale sono i modelli della gamma 2020 in fibra di carbonio con prezzi a partire da €2199 per la Grail CF SL 7.0 con GRX 600 disponibile anche in versione specifica per donna. In cima al listino si trova la purosangue Grail CF SLX 8.0 ETAP con trasmissione AXS e ruote full carbon DT Swiss GRC1400 al prezzo di €4899. 

Per tutti gli approfondimenti sulle nuove Grail CF SL ed SLX 2020, visita Canyon.com/it 

Commenti

  1. Io ed un mio amico, anni fa, comprammo delle ciclocross e le impiegammo in quello che oggi è in uso “gravel”.
    Io ce l’ho ancora, anche se profondamente trasformata e snaturata.
    Il mio amico ha preso la Grail.
    Incuriosito da questo mezzo strano cercai un po’ di recensioni ed alla fine trovai un sito estero che la metteva al top delle 5 migliori Gravel.
    C’era di tutto, anche un Cannondale con una forca telescopica a mio avviso inutile (30mm di escursione).
    Ma la cosa più divertente era vedere al quinto posto una front qualsiasi.
    Il recensore diceva che la front non poteva competere con le altre per estetica, ma che era l’unica bici che aveva un senso fuoristrada...
    Mi ha molto divertito.
  2. Mi limito a commentare l’estetica, non ho nessuna esperienza con questo tipo di bici semplicemente perché dove vivo non vi è possibilità di usarle al meglio. Detto ciò un giorno ne vidi passare una e rimasi stupito. Vista dal vivo è bellissima.
  3. Boh non capisco il senso della cassetta eagle con salti mostruosi e della deriva che stanno prendendo le gravel, va a finire che sei sempre e comunque limitato da manubrio e soprattutto dalle sospensioni assenti per poi guadagnare poco su asfalto

    Detto questo sicuramente è una bella bici nella sua particolarità e sembra ben studiata, però per andare sui trail preferisco sempre una Mtb, una gravel la userei giusto su strade bianche e secondare ma non ho molti percorsi adatti
Articolo precedente

Il polpaccio di Brajkovič fa sensazione

Articolo successivo

Antidoping: a breve sarà introdotto il controllo sul sangue secco

Gli ultimi articoli in News