Comunicato ufficiale di Canyon in merito ai problemi al manubrio Aeroad CF SLX e CFR

202

[Comunicato stampa] Martedi 2 Marzo durante la gara di apertura delle classiche “Le Samyn” una parte del manubrio del nostro corridore della Alpecin-Fenix Mathieu van der Poel si è rotto. Esperti del dipartimento Canyon di sviluppo e controllo qualità hanno iniziato immediatamente delle analisi e dei test per comprendere la causa dell’incidente. I manubri integrati CP0018 e CP0015 sono installati solamente sui modelli attuali Aeroad CF SLX e CFR. La Aeroad CF SL non rientra tra i modelli montati con questi manubri.

“Mathieu fortunatamente non è caduto. Vogliamo rassicurare con certezza assoluta che nessuno si faccia male prima i aver compreso il la causa del problema” ha dichiarato Roman Arnold, fondatore di Canyon Bicycles. Canyon sta informando quindi tutti i possessori delle Aeroad in questione chiedendo di smettere di utilizzare le loro bici per un certo tempo.

“Stiamo facendo tutto quello che possiamo per equipaggiare i modelli Aeroad il più velocemente possibile con un manubrio che vada incontro alle aspettative sia dei nostri clienti che ad una qualità e sicurezza totali” ha enfatizzato Armin Landgraf, CEO di Canyon Bycicles.

È stato altresì  deciso che tutti i team professionistici utilizzeranno bici alternative con effetto immediato. Sino a nuove indicazioni gli atleti professionisti utilizzeranno il modello precedente di Aeroad o la attuale Ultimate.

 

 

 

Commenti

  1. samuelgol:

    Sta storia del pavè ormai è leggenda. Gli rifanno tutte le strade dove corrono, per una gara che si fanno qualche km sconnesso, gli sembra chissà che.
    La prima volta, nella tappa finale del Giro a Roma, che hanno assaporato l'asfalto standard su cui pedalano gli amatori, hanno neutralizzato la tappa in mondovisione per paura....e non avevano nemmeno macchine e camion che li sfiorano. :mrgreen:
    Facile da dire dal tuo feudo tetesco sotto al Brennero
    Torna a pedalare qui con le strade appena distrutte dall'inverno :doh:
  2. samuelgol:

    Pedalato a Roma la scorsa settimana. Oramai ogni volta che scendo, è un trauma. Almeno prima, quando ci abitavo ero abituato. Ora è un incubo ogni km che percorro lì.
    Qui a Genova le strade sono tenute bene, non possiamo lamentarci troppo. Poi molto dipende dai percorsi, sul lungo mare sono ok, nell'entroterra meno ma sempre decenti
Articolo precedente

[Test] Casco MET Manta Mips

Articolo successivo

Annunciati gli iscritti per Strade Bianche Women Elite e Strade Bianche

Gli ultimi articoli in News