Comunicato ufficiale di Canyon in merito ai problemi al manubrio Aeroad CF SLX e CFR

Comunicato ufficiale di Canyon in merito ai problemi al manubrio Aeroad CF SLX e CFR


Piergiorgio Sbrissa, 04/03/2021

[Comunicato stampa] Martedi 2 Marzo durante la gara di apertura delle classiche “Le Samyn” una parte del manubrio del nostro corridore della Alpecin-Fenix Mathieu van der Poel si è rotto. Esperti del dipartimento Canyon di sviluppo e controllo qualità hanno iniziato immediatamente delle analisi e dei test per comprendere la causa dell’incidente. I manubri integrati CP0018 e CP0015 sono installati solamente sui modelli attuali Aeroad CF SLX e CFR. La Aeroad CF SL non rientra tra i modelli montati con questi manubri.

“Mathieu fortunatamente non è caduto. Vogliamo rassicurare con certezza assoluta che nessuno si faccia male prima i aver compreso il la causa del problema” ha dichiarato Roman Arnold, fondatore di Canyon Bicycles. Canyon sta informando quindi tutti i possessori delle Aeroad in questione chiedendo di smettere di utilizzare le loro bici per un certo tempo.

“Stiamo facendo tutto quello che possiamo per equipaggiare i modelli Aeroad il più velocemente possibile con un manubrio che vada incontro alle aspettative sia dei nostri clienti che ad una qualità e sicurezza totali” ha enfatizzato Armin Landgraf, CEO di Canyon Bycicles.

È stato altresì  deciso che tutti i team professionistici utilizzeranno bici alternative con effetto immediato. Sino a nuove indicazioni gli atleti professionisti utilizzeranno il modello precedente di Aeroad o la attuale Ultimate.

 

 

 

Commenti

  1. samuelgol:

    Sta storia del pavè ormai è leggenda...
    Se parliamo del pavè belga concordo, tanto più che quasi tutti i tratti li percorrono in salita e quindi a velocità (relativamente) ridotte. Su quello della Roubaix è un'altra storia.

    samuelgol:


    tapamaloku:

    Un manubrio fatto da più componenti sicuramente aumenta il peso (viti, bulloni...) e diminuisce la rigidità oltre ad aumentare il rischio di cedimenti.
    tapamaloku:

    Il manubrio pesa di più, ha meno rigidità e magari si rompe più facilmente perchè gli facilita la spedizione?
    Mi permetto di far notare che la rottura è avvenuta chiaramente nel punto di fissaggio della leva/comando. La possibilità di regolazione non c'entra nulla.
  2. Giampi0308:

    Più che altro, "gli rifanno tutte le strade dove corrono" ormai è leggenda.
    Se vieni in Liguria, fatti sentire, che ti faccio fare Paravenna e la discesa di Colla Micheri (ieri al Trofeo Laigueglia l'han fatta tre volte). Poi mi dici.
    E dovevi vedere come scendeva Champoussin...
    sembola:

    Se parliamo del pavè belga concordo, tanto più che quasi tutti i tratti li percorrono in salita e quindi a velocità (relativamente) ridotte. Su quello della Roubaix è un'altra storia.
    .....
    Stavo a scherzà whisp
  3. luigi_g:

    Si', sono già in pieno damage control mode PR. Chiaramente si riprenderanno velocemente come han fatto tutti primi di loro. E possiamo elogiare Canyon quanto vogliamo per l'onestà, la benevolenza, la serietà etc etc etc

    Ma cio' non toglie che la nuova Aeroad, nonostante esteticamente molto bella (come quasi tutte le Canyon), è una bici pensata, disegnata e nata malissimo che mette in evidenza tutti i limiti del modello commerciale di Canyon
    E perché dovrebbe essere progettata malissimo? :°°(