DT Swiss presenta la seconda generazione delle ruote ERC

DT Swiss presenta la seconda generazione delle ruote ERC

Piergiorgio Sbrissa, 09/11/2021

[Comunicato stampa] Prova la sensazione di pedalare su strada senza limiti con le ruote ERC versatili.

Non c’è fondo stradale o condizione meteo che possa fermarti: le ruote ERC specifiche per i percorsi di endurance ti fanno andare veloce e garantiscono stabilità. Con i nuovi profili di cerchio ottimizzati AERO+, puoi utilizzare pneumatici più larghi e più comodi. I cuscinetti SINC Ceramic a bassissimo attrito montati all’interno del mozzo 180 DICUT Aero e l’ultima generazione di raggi aerodinamici DT Swiss sono i componenti tecnici di punta di queste ruote.

E il collaudato sistema a ruota libera Ratchet EXP, con le sue corone a 36 denti, trasforma con precisione ogni corsa del pedale in propulsione in avanti e velocità, dal primo all’ultimo istante del tuo giro in bici.

ERC 1100 DICUT 35: questo set ruote sarà il tuo compagno di avventure affidabile, soprattutto sui terreni di montagna più impegnativi. I cerchi a profilo basso aerodinamicamente ottimizzati sono leggeri e consentono una pedalata agile.


ERC 1100 DICUT 45: a prescindere dal terreno su cui ti muovi, il set ruote aerodinamicamente ottimizzate con cerchio in carbonio di media altezza ti consente di pedalare agevolmente su diversi tipi di fondo stradale. Che tu voglia cimentarti in una salita più facile e più lunga o affrontare una discesa con fluidità di guida, ti sembrerà di pedalare quasi senza sforzo.

Il set ruote versatile per il tuo prossimo percorso di endurance.

Ovunque ti porti la strada, le nuove ruote ERC, con i loro profili di cerchi AERO+ ottimizzati, ti consentono di pedalare a lungo con pieno controllo della bici nelle tue uscite di endurance. Grazie agli pneumatici comodi e più larghi – fino a 32 mm – potrai macinare chilometri su chilometri senza quasi sentire la fatica. A ogni pedalata, la forza esercitata sul pedale viene trasformata in propulsione e velocità sul mozzo 240 DICUT Aero tramite l’affidabile sistema a ruota libera Ratchet EXP e ai raggi aerodinamici DT Comp T-head. Goditi il piacere di una pedalata fluida lungo tutto il percorso.

ERC 1400 DICUT 35: veloce e leggero. Set ruote agile per chi ama pedalare su vari terreni, adatto anche a chi è in cerca di un KOM.

ERC 1400 DICUT 45: set ruote aerodinamicamente ottimizzate con cerchio di media altezza per pedalare più a lungo e su diversi terreni nei tuoi percorsi in bici. Goditi le tue avventure pedalando comodamente e in tutta sicurezza, anche nelle discese a grande velocità.

Sito DT Swiss

Commenti

  1. jacknipper:

    metti un nastro migliore :P
    Il migliore è e resta lo schwalbe (quello azzurro per capirci) ma sempre nastro resta, tolti i fori.. tolto il pensiero oltre ad avere certamente cerchi ben più robusti ;-)
  2. steelisreal:

    Vuol dire che voi ne sapete più di Dtswiss e Specialized messi insieme!
    Complimenti.
    Ma che discorsi sono, loro fanno i loro interessi di imprenditori, noi i nostri di utilizzatori
  3. golias:

    oltre ad avere certamente cerchi ben più robusti ;-)
    Questo dipende. Perché i cerchi chiusi siano più robusti devono avere accorgimenti particolari per l'aggancio dei raggi, come ad esempio i cerchi Mavic, che hanno un blocchetto interno su cui si avvita il raggio, o il sistema proprietario di Campa-Fulcrum.

    Insomma, dipende un po' da come sono fatti. Non sono tutti uguali solo per il fatto di essere "aperti" o chiusi.

    I modelli da nastrare in linea di massima non mi sembrano così difficili da manutenere, ma chiaro che quelli chiusi hanno qualche rogna in meno.

    I confronti con le mtb nel tubeless secondo me sono da prendere con le pinze. I cerchi mtb sono molto più larghi e c'è molto più spazio per "lavorare", in particolare nella stesura del nastro. I cerchi da bdc poi spesso hanno un profilo interno a goccia (o circa) che mal si sposa con la posa del nastro (non è il caso delle DtSwiss però). Cosa che si combina anche col fatto che anche l'inserimento del copertone è "tirato" per mancanza di spazio, ed a volte si finisce con l'interferire col nastro manipolandoli. Se a questo ci si aggiunge la pressione di gonfiaggio molto elevata nelle bdc in alcuni casi qualche problema può saltar fuori.

    Diciamo che se il nastro è messo su alla perfezione problemi non ce ne sono, ma se il nastro non c'è il problema è escluso a priori.