Fabio Aru Ambassador Specialized

69

Fabio Aru e Specialized di nuovo insieme. 

[]Comunicato stampa] Fabio Aru, vincitore della Vuelta, Maglia Bianca al Giro d’Italia nel 2015 e due tappe in Maglia Gialla al Tour de France 2017, oltre a numerose vittorie e titoli nazionali, torna a far parte della famiglia Specialized, nel nuovo ruolo di Ambassador.

Un ritorno “a casa” per Fabio, che aveva iniziato la sua carriera ciclistica come biker in sella ad una mountainbike Specialized ed aveva poi ritrovato i prodotti di Morgan Hill in forza al Team Astana.

 “Sono molto felice di essere Ambassador Specialized! Per me, significa riprendere un percorso già vissuto in passato assieme proprio a Specialized ma questa volta sotto altra veste, quella di Ambassador, ma con la stessa passione di sempre per la bici. Ho fatto la mia prima gara della carriera in mtb proprio con una bici Specialized (una Rockhopper Comp), oltre che con casco e scarpe Specialized! Sono ritornato in sella ad una bici Specialized negli anni in cui ero all’Astana e insieme abbiamo ottenuto 2 podi al Giro, vinto la Vuelta 2015 e un 6° posto alle Olimpiadi. Momenti indimenticabili della mia carriera. Ora, archiviata la mia carriera da professionista, sono entusiasta di riprendere questa avventura in veste di Ambassador e non vedo l’ora di partecipare ai loro eventi ed essere orgoglioso portavoce di questo brand”. (cit. Fabio Aru) 

‘’Siamo entusiasti di avere un campione come Fabio tra gli Ambassador Specialized. Fabio ha avuto una carriera da professionista ricca di successi, ha indossato tutte le Maglie più importanti, arrivando a vincere la Vuelta. Risultati che pochi professionisti possono vantare di aver ottenuto. Siamo felici che abbia accettato con entusiasmo questa nuova avventura e noi non vediamo l’ora di iniziare questo percorso con lui’’. (cit. Ermanno Leonardi AD Specialized Italia) 

“Sono davvero entusiasta della S-Works Aethos! Una bici leggerissima, scattante, rigida e guidabile. Quanto avevo letto relativamente alle sue caratteristiche tecniche è stato ampiamente confermato dopo alcune pedalate su strada. Insomma, un vero e proprio spettacolo”. (cit. Fabio Aru) 
Fabio, in sella alla S-Works Aethos, parteciperà ad una serie di eventi targati Specialized tra cui alcune prove del nuovo circuito di gare su strada Specialized Granfondo Series.

Non solo Strada, ma anche Mountainbike e Gravel nel futuro di Fabio che non vede l’ora di tornare a divertirsi.

Nell’arsenale di Fabio troviamo i seguenti prodotti Specialized: bici S-Works Aethos, ruote Roval, Pneumatici Turbo Cotton, sella S-Works Power Mirror, Scarpe S-Works 7 Lace ed S-Works Ares. Per i caschi ha scelto gli S-Works Prevail II Vent e S-Works Evade. La scelta dei nastri manubrio ricade sul brand Supacaz.

Commenti

  1. samuelgol:

    E questo è comprensibile e condivisibile. Però ti prego, non basarti sul giudizio di uno solo perchè se la è comprata perchè allora meglio Aru.
    Ci mancherebbe o-o
  2. paolo_84:

    Ma certo, lui fa benissimo e se specy ha un ritorno da queste sponsorizzazioni fa benissimo pure lei. Però ecco se IO decido di comprare del materiale non lo faccio certo perchè lo usa tal x o tal y, tutto qui ;)
    tu forse no, ma la maggior parte si
    di fatto nei negozi trovi quello che è conosciuto.
    i marchi che non hanno sponsorizzazioni vendono volumi di bike ridicoli, e comunque ti fanno pagare l'artigianalità
    quindi da una parte processi industriali ipertecnologici, dall'altra la manualità sartoriale. i prezzi si equivalgono. scelta comunque difficile. difficile dire cosa è meglio.
    alternativa sono i nobrand cinesi , su cui è possibile prendere telaio e ruote a circa 1/3-1/4 del prezzo di un top brand.
    nel mezzo ci sono anche brand meno blasonati come giant o merida ocanyon o altri che offrono top gamma a prezzo un po' calmierato pur essendo meno presenzialisti.
Articolo precedente

Astana in ritardo nei pagamenti dei corridori

Articolo successivo

Tirreno-Adriatico 2022: Caleb Ewan vince la 3^tappa

Gli ultimi articoli in News