Filippo Ganna record e medaglia

Filippo Ganna record e medaglia

04/11/2019
Whatsapp
04/11/2019

Ieri, Filippo Ganna, durante le qualificazioni in inseguimento individuale su pista in coppa del mondo a Minsk, ha migliorato di più di un secondo il precedente record realizzato in altitudine dall’americano Ashton Lambie (uno sconosciuto corridore di eventi Gravel prima di questo exploit su pista) durante i campionati panamericani dello scorso settembre a Cochabamba, in Bolivia, col tempo di 4’05” 23.

Ganna ha coperto i 4km in 4’04″225 alla media di 58,956km/h. Nella mattinata Ganna aveva già battuto il record di Lambie con il tempo di 4’04″647.

Interessante è anche constatare come Ganna abbia gestito lo sforzo, ovvero incrementando la velocità giro dopo giro, una strategia diversa da quella comune che invece vede la maggioranza dei corridori partire forte per poi cercare di mantenere l’andatura. La maggior parte degli atleti fa il proprio giro veloce in apertura, mentre Ganna ha realizzato il proprio giro veloce all’ultima tornata, con una media all’ultimo giro di 62,7km/h.

Nella finale l’italiano di 23 anni nella finale contro il britannico Archibald si è migliorato ancora ed è sceso a 4’02″647 alla di media 59,345 km/h, (rifilando più di 5″ al britannico). Ganna ha migliorato il proprio record personale di 4’07′456, stabilito lo scorso marzo a Pruszkow.

Secondo esperti del settore Ganna potrebbe battere il record scendendo sotto i 4′. Un exploit paragonabile, per far capire l’entità, del correre una maratona sotto le 2h.

Commenti

  1. Gabrireghe:

    Può fare il record dell’ora?
    Posso esprimere solo considerazioni non professionali, dovrebbe parlare un fisiologo dello sport.
    Terra terra, penso che l'impresa di Ganna sia paragonabile, per fare paragoni con l'atletica, ad una sparata sui 400-800 m mentre il record dell'ora richiede doti di (mezzo) fondo, paragonabile ai 5-10.000 m.
    L'incognita per me è quanto Ganna sia costruito per il lungo di un'ora. Lui e chi lo controlla lo sanno e decideranno in merito.
    Al buio direi che mentre un velocista di atletica difficilmente fa allenamenti o gare di mezzofondo prolungato, un ciclista sia pur dedicato ai 4km potrebbe anche aver già svolto un cospicuo allenamento di resistenza, ma non specifico o finalizzato all'ora.
    È tutto qui, se Ganna ha sia pur piccole lacune di fondo, deve integrare una sua preparazione per exploit esplosivi con la resistenza ed a quel punto l'ora può essere una giusta ambizione.
    Ripeto, lo sanno i suoi come è "messo" attualmente, e staranno pianificando il percorso per arrivare all'ora da 55 e rotti...
    Dopo un record sui 4km non credo si possa passare all'ora in pochi giorni, in sintesi.
    È rivelatrice a questo proposito l'intenzione di collaudarsi (o costruirsi il fondo) partecipando al Giro.
    Saluti
  2. Ser pecora:

    No, infatti il percorso era di 46km per l'appunto, ma stiamo parlando di strada, con curve e tutto...su pista è un'altra cosa.
    Comunque nemmeno ha vinto, era solo per dire che quello è lo sforzo su cui valutarlo, non le gare a tappe.
    In sintesi, non potendo che stimare grossolanamente la penalizzazione data da strada ed esterni, gli resta comunque da colmare (con un allenamento specifico, come hai detto prima) un gap di velocità di qualche km/h, e sono il primo a volerlo vedere con questo record in suo possesso!
    Saluti