Frattura della clavicola per Valverde

91

Frattura della clavicola e ritiro dalla Vulta per Alejandro Valverde (Movistar) nella 7^ tappa vinta da Michael Storer (Team DSM). Lo spagnolo è caduto a causa di una buca che gli ha fatto perdere aderenza all’anteriore in una discesa dal Puerto del Collao. Lo spagnolo, che teneva le mani in presa alta, ha avuto fortuna, scivolando sull’asfalto in un punto in cui non c’erano guard-rail, ma fermandosi prima di cadere in un dirupo.

Il 41enne aveva dichiarato che la stagione 2021 sarebbe stata la sua ultima, prima di lasciare aperto uno spiraglio a primavera in cui aveva fatto intuire che avrebbe potuto prolungare nel 2022: “Non so sei il 2021 sarà la mia ultima stagione come professionista. Prima dell’arrivo del Covid avevo deciso che il 2021 sarebbe stata la mia ultima stagione, ma dopo quello che è successo potrebbe andare oltre il 2021“.

Ad una prima analisi sembrava che la caduta di ieri non avesse lasciato tracce, ma ad esami più approfonditi si è rivelata la frattura. Valverde sarà operato stamattina a Murcia.

 

Commenti

  1. martin_galante:

    Ohh, che brutta caduta. Perso l'anteriore, non si capisce come mai. Speriamo torni piu' forte di prima.
    Si vede che prende una buca o un sasso con l'anteriore e questo lo fa scomporre e poi scivolare. Forse in presa bassa avrebbe potuto salvarla.
  2. La presa bassa è sempre importante tenerla in discesa.
    Strano vedere un professionista che non la usa in quel frangente.
    Tutti ogni tanto abbiamo (hanno) un eccesso di confidenza.
    Continuo a vedere amatori che scendono dai passi (non più tardi di giovedì ero sul Rolle e sul Valles) in presa alta.
    Alcuni alla mia richiesta del perché lo facciano, mi hanno risposto che in presa bassa. In si sentono sicuri.
    Ma invece è esattamente il contrario.
Articolo precedente

Vuelta 2021: Magnus Cort Nielsen vince la 6^ tappa

Articolo successivo

Vuelta 2021: Jakobsen vince l’8^ tappa

Gli ultimi articoli in News