Geraint Thomas vince il giro di Svizzera

11

Geraint Thomas (Ineos Grenadiers) si è assicurato la vittoria al giro di Svizzera dopo un’ottima prestazione nella cronometro finale. Cronometro vinta da  Remco Evenepoel (Quick-Step Alpha Vinyl Team) proprio per un soffio su Thomas, per soli 3″.

Il 36enne britannico è arrivato con più di un minuto di vantaggio su Sergio Higuita (BORA-hansgrohe) il quale deteneva la maglia gialla di leader della classifica generale alla vigilia dell’ultima tappa.

Thomas, in ottima forma in vista del Tour de France, diventa anche il primo britannico in assoluto a vincere il giro di svizzera centrando la 9^ vittoria in una corsa a tappe nella sua carriera.
Higuita ha mantenuto il secondo posto in classifica generale per quattro secondi, davanti a Jakob Fuglsang (Israel-Premier Tech) che ha completato il podio.

Evenepoel, nonostante una settimana difficile, ha mostrato che le sue capacità a cronometro restano di livello assoluto, registrando un tempo di 28’26” sui 25,6 km di percorso (54,021km/h di media).

Stefan Küng (Groupama-FDJ), il favorito di casa, ha completato il podio della cronometro, con 11″ di ritardo su Evenepoel ed 8″ dietro Thomas.

Ottima nel complesso la prova a cronometro della Ineos, che ha piazzato anche Martinez 4° e Van Baarle 10°. Così come quella della Bora-Hansgrohe, con Schachmann 6°, Großschartner 7° e Higuita 11°. Sicuramente sfortunati nell’aver perso Vlasov per strada a causa del Covid.

Da segnalare la non partenza di Peter Sagan (TotalEnergies) a causa della terza positività al covid in 18 mesi. Record che condivide in gruppo con Fernando Gaviria (UAE).

Tadej Pogačar ha vinto il giro di Slovenia senza grandi patemi, battendo anche allo sprint nell’ultima tappa il connazionale Mohoric.

Commenti

  1. Maremonti76:

    Squillo di Remco dopo una settimana in cui si era un po' perso in salita, questo ragazzo è forte. Gli va dato tempo e va fatto correre in un importante GT (io lo avrei portato al tour, la vuelta mi pare troppo "salitosa" per lui) per fargli maturare esperienza e per valutarlo nel recupero sulle tre settimane, che è un po' il punto interrogativo più grosso che vedo. Per il resto il corridore sicuramente c'è e dimostra adesso anche una bella padronanza nel gestire bene le crono, dove risulta sempre efficacissimo, anche contro specialisti puri
    Il problema di Remco è di testa. Credo che abbiano optato per la vuelta per non mettergli addosso tutta la pressione del Tour e anche per evitare paragoni difficili con Pogacar che al contrario di testa è molto molto solido.
    Sono convinto che se riescano a far maturare Remco, ci sarà da divertirsi a vederli correre l’uno contro l’altro.
Articolo precedente

Come cambiare le pastiglie dei freni ed evitare il fastidioso zin-zin

Articolo successivo

Brutto infortunio per Michael Valgren

Gli ultimi articoli in News

Attenzione ai siti fake

Nelle ultime settimane sono apparsi online dei falsi siti web creati da truffatori desiderosi di fare…