Giro 2021: Daniel Martin vince la 17^ tappa

Giro 2021: Daniel Martin vince la 17^ tappa

Piergiorgio Sbrissa, 26/05/2021

[Comunicato stampa] Sega di Ala, 26 maggio 2021 – Daniel Martin (Israel Start-Up Nation) ha vinto la tappa 17 del centoquattresimo Giro d’Italia, la Canazei – Sega di Ala, di 193 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente João Almeida (Deceuninck – Quick-Step) e Simon Yates (Team BikeExchange).

Egan Bernal (Ineos Grenadiers) è arrivato al traguardo dopo 1’23” e ha conservato la Maglia Rosa di leader della classifica generale con un vantaggio di 2’21” su Damiano Caruso (Bahrain Victorious) e 3’23” su Simon Yates (Team BikeExchange).

RISULTATO DI TAPPA
1 – Daniel Martin (Israel Start-Up Nation) – 193 km in 4h54’38”, media 39.303 km/h
2 – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step) a 13”
3 – Simon Yates (Team BikeExchange) a 30”

CLASSIFICA GENERALE
1 – Egan Bernal (Ineos Grenadiers)
2 – Damiano Caruso (Bahrain Victorious) a 2’21”
3 – Simon Yates (Team BikeExchange) a 3’23”

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – Egan Bernal (Ineos Grenadiers)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo Zanetti – Peter Sagan (Bora – Hansgrohe)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Geoffrey Bouchard (AG2R Citroen Team)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Intimissimi Uomo – Egan Bernal (Ineos Grenadiers)

Il vincitore di tappa Daniel Martin, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Non ho parole per descrivere questo successo. Sono venuto al Giro per fare bene e vincere una tappa. Oggi volevo andare in fuga, non credevo che il gruppo mi avrebbe lasciato andare all’attacco. La mia squadra ha fatto un grande lavoro: devo ringraziarli. Avevo bisogno di una salita come questa e del sole per fare bene!”.

La Maglia Rosa Egan Bernal, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Non è stata la mia giornata migliore ma non ho perso tanto tempo, solo qualche secondo da Caruso. Alla fine un’altra tappa superata, adesso pensiamo a domani. Simon Yates è andato fortissimo, ha fatto una salita impressionante. Ho provato a seguirlo ed ho pagato, forse ho sbagliato a rispondere direttamente. Questo Giro finisce solo a Milano, ogni giorno si puo’ perdere o guadagnare tanto tempo, devo restare concentrato”.