Giro 2021: Mauro Schmid vince la 11^ tappa

Giro 2021: Mauro Schmid vince la 11^ tappa

Piergiorgio Sbrissa, 19/05/2021

[Comunicato stampa] Montalcino, 19 maggio 2021 – Mauro Schmid (Team Qhubeka Assos) ha vinto la tappa 11 del centoquattresimo Giro d’Italia, la Perugia – Montalcino (Brunello di Montalcino Wine Stage), di 162 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente i compagni di fuga Alessandro Covi (UAE Team Emirates) e Harm Vanhoucke (Lotto Soudal).

La Maglia Rosa Egan Bernal (Ineos Grenadiers) è arrivato dopo 3’09” ed ha aumentato il vantaggio in classifica generale mentre Remco Evenepoel (Deceuninck – Quick-Step) ha tagliato il traguardo a 5’17” dal vincitore.

RISULTATO DI TAPPA
1 – Mauro Schmid (Team Qhubeka Assos) – 162 km in 4h01’55”, media 40.179 km/h
2 – Alessandro Covi (UAE Team Emirates) a 1”
3 – Harm Vanhoucke (Lotto Soudal) a 26”

CLASSIFICA GENERALE
1 – Egan Bernal (Ineos Grenadiers)
2 – Aleksandr Vlasov (Astana – Premier Tech) a 45”
3 – Damiano Caruso (Bahrain Victorious) a 1’12”
4 – Hugh Carthy (EF Education – Nippo) a 1’17”
5 – Simon Yates (Team BikeExchange) a 1’22”

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – Egan Bernal (Ineos Grenadiers)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo Zanetti – Peter Sagan (Bora – Hansgrohe)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Geoffrey Bouchard (AG2R Citroen Team)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Intimissimi Uomo – Egan Bernal (Ineos Grenadiers), indossata da Aleksandr Vlasov (Astana – Premier Tech)

Il vincitore di tappa Mauro Schmid, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Non riesco a credere di aver vinto. Abbiamo decido che avrei fatto il Giro solo 2 settimane prima dell’inizio della corsa. La mia preparazione era buona ma all’inizio della stagione non pensavo che avrei partecipato ad un grande giro quest’anno. Nelle ultime due tappe ho sofferto tanto ma oggi volevo davvero andare all’attacco perché mi piace molto correre sullo sterrato. Poi una volta in fuga sentivo di avere buone gambe e ci ho provato”.

La Maglia Rosa Egan Bernal, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Abbiamo corso bene anche oggi e ho aumentato il vantaggio in classifica. Sono in Maglia Rosa ma il Giro è ancora molto lungo, mancano ancora tutte le grandi salite. Sono fiducioso ma devo tenere i piedi ben saldi per terra”.

Commenti

  1. Di questo giro ho visto solo qualche sunto su youtube. Ma ieri vedendo l'altimetria di oggi, mi sembrava ovvio che gli Ineos attaccassero da lontano esattamente come hanno fatto, perche' tra sterrato e discese Evenepoel poteva andare in difficolta'. La sorpresa, almeno a guardare due minuti di sintesi, e' che il belga sia rimasto senza squadra dopo poco piu' di 100km. Perche' non e' che vesta una maglia qualsiasi.