Il percorso del Tour de France 2022

Il percorso del Tour de France 2022

Piergiorgio Sbrissa, 14/10/2021

Svelato ufficialmente il percorso del 109° Tour de France. il quale sarà in doppia edizione, femminile e maschile. Quello femminile partirà il 24 luglio dalla iconica Tour Eiffel a Parigi e si svolgerà in 8 tappe.

Percorso tutto nel Nord-est dell’esagono, con finale in montagna alla Planches de Belles Filles, in versione “super”, ovvero con 1km ulteriore rispetto la classica ascesa. Nessuna cronometro.

Partenza da Copenhagen in Danimarca il 1° luglio per gli uomini, con una cronometro di 13km. Tre tappe in terra danese per poi passare in Francia. Seconda settimana sulle Alpi con il ritorno dell’Alpe d’Huez, terza sui Pirenei, con Hautacam nel menù. Penultima tappa a cronometro (40km) come negli ultimi anni e quindi passerella finale a Parigi.

Commenti

  1. pedalone della bassa:

    parlano di un generico metà Novembre

    certo che, la presentazione del Tour si sapeva in che data fosse, e la presentazione, ha vissuto sulla "loro grandeur", ed è stata coinvolgente e fà venire voglia di uscire a pedalare.
    le ultime presentazioni del Giro, in confronto........... :cry

    io ho pure il timore che, a livello donne, fino ad oggi il Giro era la corsa più ambita, ma con l'introduzione del Tour al femminile......
    Quello purtroppo sarà così e ci sarà ben poco da fare. Bisogna vedere se il Tour riuscirà a dare continuità a questa manifestazione: in passato non lo hanno mai fatto, ogni tanto facevano una tappa, poi due, poi niente, sempre un po' scostanti. Questa volta però credo che lo faranno perché il movimento femminile e l'interesse verso esso cresce ogni giorno di più.
  2. il percorso di quest'anno è fatto veramente bene. 20 km di pavè sono già un bel biglietto da visita. i 4 arrivi in salita principali sono con grandi pendenze ma non sono muri. ritorna il Granon su cui molti anni fa ho visto Hinault perdere il sesto Tour perdendo oltre 3 minuti e mezzo. Lemond stando a ruota aveva seguito lo svizzero Zimmerman e forse per questo su questa bellissima salita tutta esposta al sole è caduta una maledizione. io ci vedo bene anche un Bernal ritrovato, di cui il ciclismo ha fortissimamente bisogno.