Il percorso del Tour de France 2022

91

Svelato ufficialmente il percorso del 109° Tour de France. il quale sarà in doppia edizione, femminile e maschile. Quello femminile partirà il 24 luglio dalla iconica Tour Eiffel a Parigi e si svolgerà in 8 tappe.

Percorso tutto nel Nord-est dell’esagono, con finale in montagna alla Planches de Belles Filles, in versione “super”, ovvero con 1km ulteriore rispetto la classica ascesa. Nessuna cronometro.

Partenza da Copenhagen in Danimarca il 1° luglio per gli uomini, con una cronometro di 13km. Tre tappe in terra danese per poi passare in Francia. Seconda settimana sulle Alpi con il ritorno dell’Alpe d’Huez, terza sui Pirenei, con Hautacam nel menù. Penultima tappa a cronometro (40km) come negli ultimi anni e quindi passerella finale a Parigi.

Commenti

  1. bughy:

    OT Certo che è triste vedere come uno dei più grandi ciclisti di tutti i tempi sia ricoperto di melma mentre pirati, pistoleri, squali, kaiser, signori di Navarra e simili siano osannati come santi, eroi o vittime del sistema.
    Che tristezza quando si vuole guardare solo il dito...
    A me sembra che tutta una serie di personaggi si limitino a leggere il nick in cima a un post per decidere se quel post gli piacerà o meno e non fanno nemmeno il minimo sforzo di comprenderlo (qualcuno non sarà manco capace).
    Che LA abbia vinto o meno 7 Tour di fila grazie al doping, non è oggetto di questa discussione. E' stato chiamato in causa solo per dire che l'unico che andava al Tour e lo vinceva ogni volta era lui....manco Merckx ci riusciva. Se qualcuno vuol sostenere che era solo grazie al doping non importa, anzi rafforza ancora di piú il discorso di base. Se solo uno iperdopato, è riuscito grazie al doping a vincere sempre, perchè mai dovrebbe ora riuscirci Pogacar, tale che Roglic debba essere certo di ciò tanto da disertare il Tour e ripiegare sul Giro?
    Ci vuol tanto a capire che si parla del Tour 2022 e non di LA dopato si o no?
  2. grimpeur75:

    Dai adesso difendere L. A. non si puo vedere…
    Nessuno lo difende, quantomeno non io, ma da qui a non capire che tutti, ripeto tutti, i ciclisti dell'epoca erano bombati sino alla punta dei capelli...
    poi se vi sta sulle palle ditelo e basta...lui demonio e gli altri santi...
  3. bughy:

    Nessuno lo difende, quantomeno non io, ma da qui a non capire che tutti, ripeto tutti, i ciclisti dell'epoca erano bombati sino alla punta dei capelli...
    poi se vi sta sulle palle ditelo e basta...lui demonio e gli altri santi...
    Si ma lui ha esagerato mi sa….
Articolo precedente

Ciclomercato: Fuglsang alla Israel Start-up Nation

Articolo successivo

La Qhubeka a rischio chiusura

Gli ultimi articoli in News

Quintana non si ritira

Nairo Quintana non si ritira. Curioso dare questa notizia “all’inverso”, quando di solito si annunciano i…