Ciclomercato: Fuglsang alla Israel Start-up Nation

Ciclomercato: Fuglsang alla Israel Start-up Nation


Piergiorgio Sbrissa, 14/10/2021

La Israel Start-Up Nation ha annunciato due nuovi acquisti: per i prossimi 3 anni correrà per la formazione israeliana, dopo 9 stagioni alla Astana, il danese Jakob Fuglsang (36 anni), vincitore della Liège-Bastogne-Liège 2019 e del Lombardia 2020; così come il canadese Hugo Houle (31 anni), campione nazionale a cronometro (titolo vinto anche nel 2015, sue uniche due vittorie da professionista).

Si tratta dei più recenti acquisti da parte della Israel dopo quello del 21enne neozelandese Corbin Strong (prelevato dalla SEG Racing), e dopo aver perso Alexis Renard e Davide Cimolai (andati alla Cofidis) e Hugo Hofstetter (alla Arkéa-Samsic), oltre ad André Greipel e Dan Martin, i quali hanno appeso la bicicletta al chiodo. Al contrario di quanto riportato da alcuni quotidiani Chris Froome continuerà a correre col suo contratto in scadenza nel 2025, come da lui stesso precisato per smentire le voci.

Commenti

  1. jan80:

    bisogna anche dire che attualmente io giovane fenomeno,se dovessi passare, non andrei di certo in Israel,ma dovendo scegliere QS,Ineos,Jumbo o UAE,altre squadre non le prenderei neppure in considerazione,infatti tutti i migliori vanno su queste 4,poi dopo si pensa a Trek,Astana,EF
    Giovane fenomeno è un conto, ma quanti ce ne sono? 2? 3?
    Io giovane fenomeno sceglierei Ineos o DC, ma un corridore normale o anche bravo, può anche scegliere chi ti paga bene uguale, ma con meno pressione intorno. Se ben organizzato. Io credo che la Israel bene organizzata lo sia. Se sei Messi puoi passare dalla primavera di qualche squadra al Barcellona, se sei un ottimo giocatore, puoi anche farti una squadra intermedia per cominciare.
  2. samuelgol:

    Giovane fenomeno è un conto, ma quanti ce ne sono? 2? 3?
    Io giovane fenomeno sceglierei Ineos o DC, ma un corridore normale o anche bravo, può anche scegliere chi ti paga bene uguale, ma con meno pressione intorno. Se ben organizzato. Io credo che la Israel bene organizzata lo sia. Se sei Messi puoi passare dalla primavera di qualche squadra al Barcellona, se sei un ottimo giocatore, puoi anche farti una squadra intermedia per cominciare.
    ovviamente parlo del Top che passa ogni anno,tipo Pidcock,Ayuso,Evenepoel,quindo 1-2 ogni anno,se sei ottimo corridore come Baroncini va bene anche Trek,ma Israel no,perche' per vincere serve anche la squadra,cosa che loro non hanno ad alti livelli
  3. La Israel tendo presente che una delle iu' giovani WT del circuito.
    E' un Team che cresce bene il numero delle vittorie del 2021 lo sta a confermare.
    Mi sembra un Team i costante crescita.
    E' vero da parecchie opportunità ad Atleti diciamo esperti... sarà una loro strategia.. Giusta o Sbagliata vedremo..

    Unico appunto no ho ancora capito la strategia al Tour di Woods di andare a caccia della Maglia a Pois.. Precludendosi la possibilità di vincere una tappa in alcune occasioni...
    Con la condizione che aveva non ha ottenuto ne l'una ne l'altra... :cry