Jasper Philipsen si impone allo sprint a Carcassonne

28

Jasper Philipsen (Alpecin) ha vinto la 15^ tappa con arrivo a Carcassonne allo sprint, battendo Wout van Aert (Jumbo-Visma) e Mads Pedersen (Trek-Segafredo), ma soprattutto ha ripreso a 400mt dall’arrivo uno sfortunato Benjamin Thomas (Cofidis), partito in fuga ai -46km con il connazionale Alexis Gougeard (B&b Hotels-KTM).

Philipsen

8 Top3 (2° due volte e 3° quattro volte) per Philipsen al Tour de France ne facevano il corridore con piú podi in attività senza una vittoria. Philipsen, a 24 anni e 137 giorni diventa anche il più giovane belga a vincere una tappa dalla 6^tappa del Tour 2004, vinta da Tom Boonen a 23 anni e 268 giorni.

Nella foto proprio un Boonen annata 2006 col giovanissimo Philipsen in versione tifoso.


Boonen Philipsen

Giornata nera per la Jumbo-Visma, la quale aveva già perso prima del via Primoz Roglic, e poi in corso di tappa ha perso pure Steven Kruijswijk ritirato dopo una caduta.Anche jonas Vingegaard è caduto, assieme al compagno Tiesj Benoot, ma senza conseguenze per entrambi. Nessuna variazione per le classifiche.

Domani giorno di riposo e poi le tappe pirenaiche, ma con forze decisamente riequilibrate tra Vingegaard e Pogačar.

 

Commenti

  1. bianco222:

    Anche l'assenza di Trentin è una bella tegola. Non è certo uno scalatore ma è un corridore che nelle prime fasi della tappa fa la differenza. E non a caso in tutte le squadre in cui ha corso è sempre stato convocato.
    credo che nei piani iniziali anche Almeida sarebbe stato in squadra, poi ha preso il covid a fine giro ed era fuori forma per il tour. Comunque tra infortuni e ritiri ora si equivalgono nelle salite
  2. Corvo Torvo:

    Al tour 2020 ha dato 1'56" minuti a roglic che è ottimo cronoman
    Alla Tirreno di quest'anno su una gara di soli 15 minuti ha rifilato 35 secondi a Vingegaard
    La crono del tour è di 40km, per specialisti, e nelle crono per specialisti Pogacar si lascia indietro diversi specialisti. Verosimile rifilare 2 minuti a Vingegaard solo in questa occasione...
    Visto come sta girando la gamba a Vingegaard in questo tour, non credo possa recuperargli più di 1'15"
  3. Dopo questa tappa sono convinto che Taddeo vincerà il terzo tour, non perché Vingegard abbia perso pedine importanti ma per l’atteggiamento dello sloveno... il ciuffo di capelli che spunta dal casco sembra la pinna di un piccolo squalo che gira intorno alla preda, è esaltato dalla sfida, non vede l’ora... secondo me mercoledì compirà l’impresa, andrà via a 50km dall’arrivo, guadagnerà un paio di minuti e alla crono conquisterà il tour.... oh sognare non costa nulla :mrgreen:
Articolo precedente

Primoz Roglic si ritira dal Tour de France

Articolo successivo

La gran discesa di Pidcock dal Galibier e quella di ….Froome!

Gli ultimi articoli in News

Quintana non si ritira

Nairo Quintana non si ritira. Curioso dare questa notizia “all’inverso”, quando di solito si annunciano i…