Mathieu van der Poel ha vinto la quinta tappa della Tirreno-Adriatico

Mathieu van der Poel ha vinto la quinta tappa della Tirreno-Adriatico


Piergiorgio Sbrissa, 14/03/2021

Castelfidardo, 14 marzo 2021 – Il corridore Mathieu van der Poel (Alpecin-Fenix) ha vinto la quinta tappa della Tirreno-Adriatico Eolo, da Castellalto a Castelfidardo (205km).
Sul traguardo ha preceduto Tadej Pogačar (UAE-Team Emirates) e Wout van Aert (Team Jumbo-Visma). Tadej Pogačar è ancora in Maglia Azzurra e rafforza il primato nella Classifica Generale.

RISULTATO FINALE
1 – Mathieu van der Poel (Alpecin-Fenix) – 205 km in 4h48’17”, media 42.666 km/h
2 – Tadej Pogačar (UAE-Team Emirates) a 10”
3 – Wout van Aert (Team Jumbo-Visma) a 49”

CLASSIFICA GENERALE
1 – Tadej Pogačar (UAE-Team Emirates)
2 – Wout van Aert (Team Jumbo-Visma) a 1’15”
3 – Mikel Landa (Bahrain – Victorious) a 3’00”

LE MAGLIE

  • Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da Sara AssicurazioniTadej Pogačar (UAE-Team Emirates)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo ZanettiWout van Aert (Team Jumbo-Visma)
  • Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da EnelTadej Pogačar (UAE-Team Emirates)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da SportfulTadej Pogačar (UAE-Team Emirates)

Il vincitore di tappa Mathieu van der Poel, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Mi sentivo completamente vuoto negli ultimi chilometri. Sapevo che Pogacar si stava avvicinando ma non ero nemmeno in grado di ascoltare quello che mi dicevano dall’ammiraglia. Volevo solo arrivare al traguardo il più velocemente possibile. Sono contento della vittoria. Ho attaccato da lontano perché avevo freddo e mi sentivo bene, almeno fino ai 20 km dal traguardo.”.

La Maglia Azzurra, Tadej Pogačar, ha dichiarato: “Quando ho visto Wout van Aert in difficoltà ho attaccato per cercare di guadagnare più tempo in classifica. Non pensavo che sarei arrivato quasi a riprendere Van der Poel. Ora sono contento del vantaggio che ho su van Aert in classifica alla vigilia della tappa di domani e della cronometro finale”.

Commenti

  1. Alberto Baraldi:

    In una tappa tutto ciò che è MVDP, nel bene e nel male.
    In ogni caso, per un appassionato di ciclismo, what a time to be alive.
    Il mondiale di due anni fa ancora non gli ha insegnato a mangiare quando devi mangiare, non quando te ne ricordi o quando hai fame.
    Enea96:

    van aert mi pare abbia pure recuperato almeno 20s a pogacar negli ultimi 2-3km
    A me non sembra abbia mai avuto 59 secondi di distacco tanto da arrivare al traguardo con 39.
  2. bradipus:

    che i professionisti, dato che corrono su strade chiuse al traffico e sanno andare in discesa, usano talmente poco i freni che potrebbero montare anche quelli a contropedale della Graziella.

    questi discorsi sui freni cominciano a diventare un filo stucchevoli...
    Ha chiesto cosa ne pensiamo, adesso non si possono nemmeno piu' fare domande?
    Pensiero unico come sul virus?