Nacer Bouhanni (Cofidis) è reduce da una stagione non proprio esaltante (7 vittorie, di cui una sola WorldTour alla Vuelta a Catalunya), ma, come spiega a Cyclism Actu. in gran parte dovuto alla caduta durante il Tour of Yorkshire lo scorso maggio, arrivata a 25km dal traguardo, per cui è stato costretto al ritiro: “Quello che nessuno sapeva è che oltre ai 20 giorni di stop obbligatori per il trauma cranico, ho danneggiato il nervo ottico e ci vedevo male. A volte, con la fatica mi capitava di vederci doppio. Insomma, ho rischiato di perdere la vista. ancora durante il Tour de France avevo un deficit visivo. Non ero un pericolo pubblico in bici: sono sempre rimasto vigile e concentrato in tutte le corse a cui ho partecipato“.

La cosa sembra esserci risolta: “Dopo 7 mesi d’inferno e di dubbi, durante i quali non ho mai potuto parlarne apertamente a parte i miei compagni di squadra, degli esami medici hanno confermato venerdì scorso che sono totalmente guarito“.