Nuove ruote Dt Swiss ERC 1100 DICUT®

Nuove ruote Dt Swiss ERC 1100 DICUT®

01/12/2016
Whatsapp
01/12/2016

Endurance Race Carbon, ERC, questa la sigla scelta per le nuove ruote di Dt Swiss dedicate alle ruote da accoppiare alle bici “All Road” come si definiscono oggi le bici capaci di accompagnare gli amatori sia in contesti granfondistici che esplorativi, su strade bianche o leggero fuoristrada.

ERC_1100_DICUT_db_47_FW ERC_1100_DICUT_db_47_RW

Per fare questo Dt Swiss ha scelto di offrire le ruote denominate ERC 1100 DICUT® con le seguenti caratteristiche: 47mm di altezza del cerchio, 19mm di canale interno, tubeless ready ed un’attenzione particolare all’aerodinamica.

Le dimensioni del canale interno del cerchio sono ottimizzate per accogliere copertoncini da 25 e 28mm, ormai standard per gli utilizzi di categoria. Mentre l’aerodinamica è stata curata con particolare attenzione per offrire non solo vantaggi in termini di guadagno cronometrico, ma anche di stabilità nella guida.

Schermata 2016-12-01 alle 10.38.29

Una buona penetrazione aerodinamica infatti si deve accompagnare con la capacità del cerchio di andare “in stallo” per riprendere un termine aeronautico, il più tardi possibile con angoli di vento laterale (Yaw).

Schermata 2016-12-01 alle 10.37.59

Questo significa che un cerchio con un profilo ottimizzato non perde in modo repentino la propria portanza con diversi angoli di incidenza del vento, permettendo di mantenere la posizione di guida e continuare a pedalare efficacemente. Al contrario, cerchi poco stabili, come ad esempio quelli con disegno a V del cerchio, perdono portanza di colpo, con la conseguenza di far alzare repentinamente il ciclista per riprendere il controllo del mezzo, frangente in cui tendenzialmente si smette anche di pedalare o si alleggerisce la spinta sui pedali.

Schermata 2016-12-01 alle 10.38.48

Dt Swiss ha ridisegnato completamente anche i mozzi, per rendere anche questi maggiormente aerodinamici, con un il corpo del mozzo di dimensioni ridotte. Ridotto anche il peso, che è di 90gr per l’anteriore e 190gr per il posteriore, ambedue 24 raggi. Cuscinetti ceramici a completare il pacchetto.

Il sistema di chiusura è deputato a perni passanti da 12mm, con la leva di chiusura del perno staccabile per migliorare l’aerodinamica. La leva del perno ha una testa interna esagonale da 6mm, quindi, una volta staccata può essere utilizzata come brugola.

Le ruote sono chiaramente per freno a disco, ed il sistema di fissaggio è il Centerlock di Shimano.

I raggi sono anche stati concepiti per combinare aerodinamica e robustezza. Denominati Aerolite 2/3 spoke, sono raggi dritti (Straight-Pull), con un 1/3 della lunghezza, l’estremità che parte dal nipple, tonda, mentre gli altri 2/3, da cui il nome, sono appiattiti per una migliore aerodinamica.

Il peso di queste ruote è di 710g per l’anteriore e 820g il posteriore, per un totale di 1530g. 120kg il limite di peso. 2418eu il prezzo.

DSC_9744

Prime impressioni

Dopo la presentazione delle ruote ho potuto provarle per un giro di 77km. La prima metà su asfalto con qualche ripida salita con montati copertoncini da 25mm, mentre la seconda metà su strada bianca con copertoncini da 28mm. Le ruote erano montate sulla nuova BMC RoadMachine.

15_pho_dtswiss_erc_1100_launch_dsc_9656-1480555767135-7syefg5hd8j1-630-354

L’impressione è stata davvero positiva. In particolare quella di ruote veramente a 360°, per niente penalizzanti su tratti veloci ed anche strappi in salita, e robuste quanto basta per affrontare del fuoristrada leggero. In realtà i copertoni da 28mm non sono stati la scelta migliore in quanto le strade bianche affrontate erano perlopiù fangose, contesto nel quale forse sarebbero stati meglio ancora i 25mm per una migliore guidabilità. Inutile dilungarsi troppo dopo un solo giro, ma sicuramente queste ruote sembrano essere ben concepite ed ottimizzate per l’utilizzo di destinazione, senza essere derivazioni da ciclocross o adattamenti posticci. Il tutto con la qualità Dt Swiss.

DSC_0057

DSC_0085