Ornus gravel in legno

Ornus, la gravel in legno

29

L’azienda italiana MLK Innovazione ha progettato e prodotto un telaio in legno per bici da gravel. Ecco i dettagli nel comunicato.

[Comunicato stampa] La realizzazione del telaio in legno è il risultato di anni di ricerca, sviluppo e passione. Un connubio unico tra l’ingegno ed il design italiano, la sapienza artigianale e l’innovazione tecnologica. Il legno, selezionato con cura per stagionatura e caratteristiche della fibra, viene sottoposto a severi controlli di qualità e trasformato attraverso un procedimento costruttivo innovativo che ne massimizza durata e prestazioni.

Ornus gravel in legno

In abbinamento ad una tecnologia proprietaria oggetto di brevetto e alle tecniche costruttive di derivazione aeronautica che utilizzano macchine a controllo numerico, il telaio Ornus risulta pienamente conforme ai più elevati standard di resistenza, durabilità e ridondanza strutturale.

“Ornus” è progettata per affrontare qualsiasi tipo di terreno, dal selciato cittadino ai sentieri sterrati più impegnativi. La geometria del telaio, l’orientamento delle fibre, la stratificazione e disposizione delle stesse sono studiate per garantire una risposta immediata e raggiungere livelli di eccellenza per rigidezza torsionale e leggerezza. I connettori interni, realizzati in speciali leghe di alluminio per applicazioni aeronautiche, rendono sicuri e stabili i nodi strutturali per affrontare in sicurezza e pieno controllo i sentieri sterrati, le strade dissestate e i terreni misti.

Ornus gravel in legno

Il legno offre già una capacità naturale di assorbire le vibrazioni, avendo un elevato fattore di smorzamento interno. L’architettura telaistica è studiata per migliorare queste caratteristiche, portando ai massimi livelli il piacere di guida anche nelle lunghe pedalate, soprattutto su percorsi sconnessi o irregolari.

Ogni bicicletta “Ornus” è un’opera d’arte unica. Grazie alle caratteristiche del legno, ogni modello può, su richiesta, essere personalizzato per rispecchiare il gusto individuale dei ciclisti. Inoltre, ci impegniamo a sostenere l’ambiente utilizzando un materiale rinnovabile con un basso impatto ambientale grazie anche alla ripiantumazione ed all’utilizzo di processi produttivi sostenibili.

Ornus gravel in legno

“Ornus” non è solo una bicicletta per esplorare nuovi orizzonti ma, con la sua versatilità e le caratteristiche uniche del legno, offre un’esperienza autentica spingendo oltre i confini dell’avventura e dell’esplorazione del ciclismo gravel.

Sito

Commenti

  1. Il legno é un eccellente materiale per costruzioni meccaniche, non a caso venne utilizzato nei primi aerei.
    Ha elevato smorzamento, ma soprattutto un'alto rapporto modulo elastico/ densità (motivo per cui il telaio non dovrebbe pesare chissacché). È un composito ante litteram.
    Inoltre ha il vantaggio che se sta per cedere ti avvisa in mille modi (scricchiolii).
    Gli svantaggi sono quelli che conosciamo, quello che mi preoccupa di più che teme l'umidità, ma useranno trattamenti speciali.
  2. Giobg80:

    Ho cercato bici in legno su google e non mi aspettavo così tante aziende artigiane che le realizzano . Davvero belle però .
    Peccato che in giro non se ne vede nemmeno una.

    Sono il primo a dire che sono belle, ma a meno che dentro non abbiano un’anima di materiale metallico o di carbonio (che le appesantisce) nei punti piu’ soggetti a stress, se non lungo tutti i tubi, non mi fiderei molto a farci piu’ che un giro attorno al quartiere.

    Insomma mi sembra un esercizio di stile, come scritto sopra una bici da arredamento.
  3. gibo2007:

    Gli svantaggi sono quelli che conosciamo, quello che mi preoccupa di più che teme l'umidità, ma useranno trattamenti speciali.
    Qui dalle mie parti una bici in legno dovrei portarla in cantiere a fare il carenaggio una volta al mese.
Articolo precedente

Sprint vincente di Sebastian Molano

Articolo successivo

Storica tripletta Jumbo-Visma sul Tourmalet

Gli ultimi articoli in News