Record ora: Thomas Dekker si aggiunge ai contendenti

Alla lunga lista di contendenti al Record dell’ora si aggiunge l’olandese Thomas Dekker, 30 anni, rimasto senza squadra dopo che la Garmin-Sharp non gli ha rinnovato il contratto.

bettiniphoto_0179044_1_full_670

Dekker ha faticato non poco al suo rientro dopo la squalifica di 2 anni per uso di EPO nel 2009, e come lui stesso ammette: “il tentativo di record dell’ora è un darmi la sveglia da solo. Non ci sono scuse, niente da nascondere. E’ molto semplice, o lo batti o no“.

E sempre dalle sue parole la convinzione non gli manca:

“Ma non sono spaventato. Metterò da parte ogni altra attività per i prossimi mesi per mettere tutto me stesso in quell’ora. Ce la farò? Si, sicuro.

Dekker ha vinto in passato la Tirreno-Adriatico nel 2006 ed il Tour de Romandie l’anno seguente nelle fila della Rabobank. Curioso, e per certi versi indicativo, il commento sul suo futuro dopo la non conferma da parte della Garmin: “Il record dell’ora è qualcosa di importante, è ambizioso ed è una cosa dentro-o-fuori. Fa per me. La non conferma della Garmin è stata spiacevole, ma ha anche aperto nuove porte per il futuro. Non sono finito come corridore e non mi vedo correre per un piccolo team italiano…

Thomas+Dekker+USA+Pro+Challenge+Stage+6+4NoDssHinMFl

L’annunciato tentativo di Dekker segue quelli di Bradley Wiggins, Tony Martin, Alex Dowsett, Taylor Phinney, Alex Rasmussen, Fabian Cancellara e persino quello dell’ultimo detentore del “vecchio” record: Andrj Sosenka.

Pare che sarà un 2015 molto impegnato.

Articolo precedente

[Video] La tappa più dura

Articolo successivo

Nuova (dura) legge antidoping in Germania

Gli ultimi articoli in Magazine

Quintana non si ritira

Nairo Quintana non si ritira. Curioso dare questa notizia “all’inverso”, quando di solito si annunciano i…