Remco Evenepoel entra nella storia a S.Sebastian

135

Remco Evenepoel (Soudal – Quick Step) era il protagonista atteso della Clasica di S. Sebastian ed ha rispettato il proprio status, vincendo in una volata a due con Pello Bilbao (Bahrain-Victorious) la terza classica basca nella propria carriera. Cosi, dopo essere diventato il più giovane vincitore a 19 anni, ora, a 23, con 3 vittorie in carriera (’19-’22-’23) va a parimerito con il record di Marino Lejarreta , vincitore a S. Sebastian nel 1981, 1982 e 1987.

L’attacco chiave è arrivato ai -73km dal traguardo assieme a Aleksandr Vlasov, Romain Bardet, Alberto Bettiol, Pello Bilbao e Nathan Van Hooydonck. Un ulteriore attacco del campione del mondo in carica sulla salita di Mendizorrotz è stato seguito solo da Bilbao e Vlasov; il russo poi si è staccato nusll’ultima salita del percorso, Murgil, con solo Bilbao a tenere le ruote di Evenepoel,  lo spagnolo è stato poi battuto nella volata a due. Terzo Alexander Vlasov (Bora-Hansgrohe).

Ultima gara di Remco in maglia iridata. Domenica prossima la rincorrerà ancora a Glasgow su un circuito in cui promette battaglia.

Commenti

  1. longjnes:

    piu che altro se devi dare un paio di cuculi a uno per andare a correre al giro (quindi controvoglia) è chiaro che alla prima scusa si leva dalle palle :-)xxxx
    guarda caso alla kermesse del tour nessuno ha tirato in ballo i tamponi positivi per abbandonare.
    questo la dice lunga tra la differenza di reputazione tra giro e tour.
    ma certo, Evenepoel si è alzato, ha visto la pioggia, e come un amatore qualsiasi è tornato a letto dormire. Esiste un mondo fuori dal gruppetto della domenica eh...
  2. jan80:

    Stava andando malissimo il Giro per Remco,aveva vinto solo 2 tappe ed era maglia rosa,segno evidente che non andava avanti ed era chiaro fosse un Giro fallimentare per lui........un po' come aveva fatto al Lombardia 3 anni fa,aveva capito che le gambe erano dure e si era buttato giu' dal burrone in discesa :doh: :doh: :doh:
    ha fatto bene, 2 milioni per una settimana....andare avanti avrebbe rovinato la media.
  3. longjnes:

    piu che altro se devi dare un paio di cuculi a uno per andare a correre al giro (quindi controvoglia) è chiaro che alla prima scusa si leva dalle palle :-)xxxx
    guarda caso alla kermesse del tour nessuno ha tirato in ballo i tamponi positivi per abbandonare.
    questo la dice lunga tra la differenza di reputazione tra giro e tour.
    Forse centrano qualcosa le condizioni meteo?
    A maggio hanno corso il giro quasi interamente sotto l'acqua con i corridori che si lamentavano per il freddo ed infatti si sono ammalati.
    Al tour si versavano tonnellate d'acqua addosso per il caldo.
    Non mi sembra una differenza da poco.
Articolo precedente

Emma Norsgaard in fuga per la vittoria

Articolo successivo

La crono a Reusser, il Tour a Vollering

Gli ultimi articoli in News