Richiamo Specialized Tarmac SL7

314

Specialized ha diramato un richiamo di sicurezza per la Tarmac SL7, qui di seguito:

Caro ciclista,

Specialized effettua un richiamo volontario per la sostituzione del terminale di espansione sulle bici e sui telai Tarmac SL7. Non abbiamo ricevuto segnalazioni di infortuni. Specialized ed i suoi Rivenditori stanno contattando a mezzo email i ciclisti coinvolti nel richiamo.
Leggi le istruzioni sottoindicate per determinare se la tua bici fa parte del richiamo. In caso affermativo, contatta il tuo Rivenditore Specialized che si occuperà della sostituzione dell’attuale terminale di espansione [Fig. 1A] con un nuovo terminale di espansione esteso [Fig. 1B] e dell’aggiornamento dell’anello di compressione Fig. 2A] con un nuovo anello di compressione in due pezzi [Fig. 2B] qualora la bicicletta non ne fosse già dotata.
E’ un privilegio poter condividere con te la nostra passione per le bici e ci impegniamo a rimetterti in strada il più rapidamente possibile. In caso di domande, contatta il tuo Rivenditore o il Rider Care di Specialized.
Grazie per aver scelto Specialized ,

Mike Sinyard

 

MOTIVO DI QUESTO RICHIAMO

Gli urti violenti sull’avantreno, per esempio l’impatto con una forza significativa contro una buca profonda, possono indurre sollecitazioni straordinarie sui componenti della serie sterzo, originando delle crepe nel cannotto sterzo della forcella. Se continua a essere utilizzata, una forcella danneggiata può rompersi e causare cadute e lesioni.

BICICLETTE OGGETTO DEL RICHIAMO

Tutte le Tarmac SL7 sono oggetto di questo richiamo. Se la tua bici non è inclusa in questo elenco il richiamo non ti riguarda.

Tutti i modelli di Tarmac SL7 hanno la parola “Tarmac” scritta sul retro del tubo reggisella della bicicletta e possono essere distinti dai modelli Tarmac di vecchia generazione per il passaggio dei cavi integrato (invisibile) attraverso la serie sterzo (vedi immagine qui sotto).

Se la tua Tarmac, in origine NON avesse il passaggio cavi integrato attraverso la serie sterzo come da immagine qui sopra, non è oggetto del richiamo. Qui sotto è raffigurata una serie sterzo tipica con attacco manubrio. Se rappresenta la tua bici, il richiamo non ti riguarda.

 

 

COSA FARE SE LA BICICLETTA È INTERESSATA?

Interrompere l’uso della bicicletta e contattare il Rivenditore Autorizzato Specialized più vicino per prendere un appuntamento per la sostituzione gratuita del componente.

COSA FARA’ SPECIALIZED PER I CICLISTI COINVOLTI?

I Rivenditori e il Rider Care di Specialized contatteranno i ciclisti interessati dal presente richiamo.

Se la tua bici è oggetto del richiamo, il Rivenditore Specialized si occuperà della sostituzione dei componenti senza alcun addebito a tuo carico.

Commenti

  1. longjnes:

    serve ad evitare che la fork imploda da schiacciamento nel punto in cui è vincolato al telaio. quel coso dentro garantisce al cannotto di mantenere la circolarità del tubo in caso di urto violento.
    ovviamente è un difetto palese della forcella. il video postato è lapalissiano dove si vede l'intervento in una bike già provvisto di anellino salva-incisione.
    per ogni misura, il punto di contatto del vincolo della fork al telaio è prestabilito, e si parla di un tratto max 20mm. bastava mettere 1gr in più carbonio in quel punto. ed è cosi per tutte le forcelle, mai visto un expander che arriva fino al cuscinetto di sterzo.

    voglio sperare per loro che le nuove fork escano rinforzate rispetto a quelle già vendute, e senza quel coso dentro.

    comunque si dimostra ancora una volta come gli americani siano espertissimi di supercazzole e marketing. una casa che tiene alla qualità prodotto avrebbe cambiato le forcelle.
    ritieni che questa soluzione sia risolutiva ? oppure una semplice "pezza" che possa portare ad altri problemi ?

    Se risolutiva, penso che sia per tutti (Specialized, rivenditore e cliente) la soluzione migliore, non oso pensare cosa potesse comportare la sostituzione della forcella in termini di tempo (produzione, verniciatura in varie colorazioni, spedizione e montaggio). I costi sarebbero stati sostenuti da Specialized ma le bici ferme sarebbero state le nostre. In questo modo ho risolto in mezza giornata.

    Mi piace pensare (o meglio preferisco pensare) che certe campagne di richiamo se lo possano permettere solo certi marchi che hanno numeri importanti di vendite ma anche feedback sul prodotto altrettanto importanti. Quali riscontri può avere un produttore da poche migliaia di pezzi ?
  2. Nontiromai:

    ritieni che questa soluzione sia risolutiva ? oppure una semplice "pezza" che possa portare ad altri problemi ?

    Se risolutiva, penso che sia per tutti (Specialized, rivenditore e cliente) la soluzione migliore, non oso pensare cosa potesse comportare la sostituzione della forcella in termini di tempo (produzione, verniciatura in varie colorazioni, spedizione e montaggio). I costi sarebbero stati sostenuti da Specialized ma le bici ferme sarebbero state le nostre. In questo modo ho risolto in mezza giornata.

    Mi piace pensare (o meglio preferisco pensare) che certe campagne di richiamo se lo possano permettere solo certi marchi che hanno numeri importanti di vendite ma anche feedback sul prodotto altrettanto importanti. Quali riscontri può avere un produttore da poche migliaia di pezzi ?
    risolutiva? e chi lo sa? nemmeno specialized lo sa .non aveva verificato prima, figuriamoci se lo ha fatto adesso con questa pezza.
    di sicuro hanno messo un pezzo che non puoi sostituire con altri aftermarket, altrimenti il rischio è quello di gravi incidenti, come hanno detto nel richiamo.
    una campagna cosi non è costata nulla. hanno omesso di dire il vero difetto originale, hanno scaricato la manodopera sul negozio, per cui uno era costretto ad andare nel negozio di acquisto, ti hanno mandato in un negozio di bici dove si entra (parlo per me) sempre con il portafoglio già aperto. il pezzo aggiunto in se ha un valore ridicolo, minore delle spese di spedizione.
    tutto questo su un kit telaio venduto a 3500?4000? basta accontentarsi del mancato fermo. ma poi nn ci lamentiamo dei prezzi. le case fanno come gli pare tanto agli acquirenti si puo far tutto con la minaccia del fermo bike.

    2-3 anni fa avevo acquistato uno dei primi tacx neo smart, un rullo da 1400 euro. lo uso 2 mesi poi inizia a fare un rumorino. contatto l'assistenza e mi propongono (evidentemente problema noto) un anellino di gomma da mettere sull'abero previo smontaggio e rimontaggio e mi avrebbero mandato pure l'attrezzatura per smontare il rullo.
    ho fatto talmente casino che mi hanno sostituito il rullo con il modello modificato dove ovviamente l'anellino di gomma (ma che soluzione era??) non c'era.
  3. samuelgol:

    Nulla da rincarare. Sai cosa mi interessa.
    Sono 2 inciampi sulla stessa bici. Questo è.
    A dire il vero le ruote sono commercializzate con un altro marchio. Non hanno nulla a che fare con il modello di bici specifico che può essere montato con ciò che si vuole.
Articolo precedente

Quanto inquina costruire una bici?

Articolo successivo

Ciclomercato: Ivan Sosa alla Movistar

Gli ultimi articoli in News