Richiamo Specialized Tarmac SL7

314

Specialized ha diramato un richiamo di sicurezza per la Tarmac SL7, qui di seguito:

Caro ciclista,

Specialized effettua un richiamo volontario per la sostituzione del terminale di espansione sulle bici e sui telai Tarmac SL7. Non abbiamo ricevuto segnalazioni di infortuni. Specialized ed i suoi Rivenditori stanno contattando a mezzo email i ciclisti coinvolti nel richiamo.
Leggi le istruzioni sottoindicate per determinare se la tua bici fa parte del richiamo. In caso affermativo, contatta il tuo Rivenditore Specialized che si occuperà della sostituzione dell’attuale terminale di espansione [Fig. 1A] con un nuovo terminale di espansione esteso [Fig. 1B] e dell’aggiornamento dell’anello di compressione Fig. 2A] con un nuovo anello di compressione in due pezzi [Fig. 2B] qualora la bicicletta non ne fosse già dotata.
E’ un privilegio poter condividere con te la nostra passione per le bici e ci impegniamo a rimetterti in strada il più rapidamente possibile. In caso di domande, contatta il tuo Rivenditore o il Rider Care di Specialized.
Grazie per aver scelto Specialized ,

Mike Sinyard

 

MOTIVO DI QUESTO RICHIAMO

Gli urti violenti sull’avantreno, per esempio l’impatto con una forza significativa contro una buca profonda, possono indurre sollecitazioni straordinarie sui componenti della serie sterzo, originando delle crepe nel cannotto sterzo della forcella. Se continua a essere utilizzata, una forcella danneggiata può rompersi e causare cadute e lesioni.

BICICLETTE OGGETTO DEL RICHIAMO

Tutte le Tarmac SL7 sono oggetto di questo richiamo. Se la tua bici non è inclusa in questo elenco il richiamo non ti riguarda.

Tutti i modelli di Tarmac SL7 hanno la parola “Tarmac” scritta sul retro del tubo reggisella della bicicletta e possono essere distinti dai modelli Tarmac di vecchia generazione per il passaggio dei cavi integrato (invisibile) attraverso la serie sterzo (vedi immagine qui sotto).

Se la tua Tarmac, in origine NON avesse il passaggio cavi integrato attraverso la serie sterzo come da immagine qui sopra, non è oggetto del richiamo. Qui sotto è raffigurata una serie sterzo tipica con attacco manubrio. Se rappresenta la tua bici, il richiamo non ti riguarda.

 

 

COSA FARE SE LA BICICLETTA È INTERESSATA?

Interrompere l’uso della bicicletta e contattare il Rivenditore Autorizzato Specialized più vicino per prendere un appuntamento per la sostituzione gratuita del componente.

COSA FARA’ SPECIALIZED PER I CICLISTI COINVOLTI?

I Rivenditori e il Rider Care di Specialized contatteranno i ciclisti interessati dal presente richiamo.

Se la tua bici è oggetto del richiamo, il Rivenditore Specialized si occuperà della sostituzione dei componenti senza alcun addebito a tuo carico.

Commenti

  1. samuelgol:

    Quanto a Specy, non mi sembra che problema e soluzione siano stati contemporanei. La foto della forcella spezzata, postata post addietro suppongo sia precedente alle mail. Caso ha voluto che il difetto fabbricativo, in questo caso avesse anche delle avvisaglie (canotti segnati) mentre nel caso di MVDP, non c'era stato, a quanto ci è dato sapere, alcun segno premonitore.

    quello che intendevo dire è che il comunicato e la soluzione sono contestuali, contrariamente appunto a canyon (per dirne uno ma poteva essere tizio caio o sempronio) che ha fatto il comunicato "con attesa"
  2. bicilook:

    ora sono le bici più care del pianeta...
    ti posso dare tutte le ragioni del mondo e posso rispettare qualsiasi altra tua affermazione ma dire che sono le più care del pianeta direi proprio NO. In tutta franchezza TREK, CERVELO, BIANCHI, BMC, tanto per citarne alcune hanno bene o male lo stesso prezzo di listino. Chi risulta più economica, tra queste citata, è perchè manca in qualcosa... per esempio TREK non da più il pm sulla serie shimano e per tanto il prezzo è "minore"... ma parliamo sempre di 12K...

    Saluti, Massimo.
  3. Stamattina, dopo aver telefonato ieri sera, per l'appuntamento, nel corso del mio giro quotidiano, ho fatto l'aggiornamento al telaio SL 7, in dieci minuti.
Articolo precedente

Quanto inquina costruire una bici?

Articolo successivo

Ciclomercato: Ivan Sosa alla Movistar

Gli ultimi articoli in News