La tappa più corta è stata vinta da Nairo Quintana (Movistar). Il colombiano ha seguito un attacco di Dan Martin (UAE) per rientrare sul compagno di squadra Alejandro Valverde, partito nei primi chilometri della tappa e quindi recuperare su tutti i fuggitivi: Julian Alaphilippe (QuickStep) che ha difeso la maglia a pois; Rafal Majka e Tanel Kangert. Partitto da solo ai -6km dal traguardo Quintana è arrivato in solitaria ai 2215mt del col de Portet.

Per quanto riguarda la maglia gialla Geraint Thomas (Sky) non ha avuto la minima flessione, ha seguito senza problemi un attacco di Primoz Roglic (Lotto-Jumbo), Tom Dumoulin (Sunweb) ed i compagni Chris Froome e Egan Bernal. Idem il contrattacco di Dumoulin ai -2km, nei quali invece ha ceduto Froome, perdendo anche il 2° posto in classifica generale a favore di Dumoulin. Alla fine Thomas ha finito 3° dietro Dan Martin e Quintana.

La partenza stile MotoGp e la tappa ultra-corta hanno portato abbastanza poco nel complesso.

Peter Sagan, caduto dopo la seconda discesa si sta sottoponendo a radiografie.