TdF 2019: Vittoria di Wout Van Aerts in una tappa che ha sorpreso diversi favoriti

La 10^ tappa tra Saint-Flour e Albi ha riservato grosse sorprese con una serie di ventagli ai -35km che hanno sorpreso molti favoriti. Meno sorprendente la vittoria finale di Wout Van Aert (Jumbo-Visma), al suo primo Tour, che ha battuto in volata Elia Viviani (Deceuninck-Quick-Step) e Caleb Ewan (Lotto-Soudal). Regalando cosi la 4^vittoria di tappa in questo Tour alla Jumbo-Visma.

Ai -35km è stata la maglia gialla Julian Alaphilippe (Deceuninck) ha sorprendere il gruppo, tentando di anticipare i velocisti e guidando il gruppo. Gruppo che si è spaccato in due lasciando attardati alcuni favoriti, come Thibaut Pinot (Groupama-FdJ), Richie Porte (Trek-Segafredo) e Jakob Fuglsang (Astana). I quali, nonostante il lavoro delle loro squadre, non sono riusciti a ricongiungersi col primo gruppo, accumulando ritardi importanti: 2’33″di ritardo ora in classifica generale per Pinot +4’25 per Bauke Mollema (Trek-Segafredo), 3’59” per Porte, 3’22” per Fuglsang e 3’18” per Rigoberto Uràn (EF Education First). Caduta senza conseguenze per Mikel Landa (Movistar) ora però a 4’15”. +2’09” per il migliore degli italiani Giulio Ciccone; 5’57” per Fabio Aru (UAE). Nibali sprofonda a +14′.

Veri vincenti della giornata i due capitani Ineos: Geraint Thomas e Egan Bernal che salgono al 2° e 3° posto a +1’12” e +1’16” da Alaphilippe. Da tenere d’occhio anche Steven Kruijswijk (Jumbo-Visma), 4° a + 1’27”.

 

 

Articolo precedente

Nuova Cannnondale CAAD13

Articolo successivo

Il caso dei corpi chetonici fa parlare al Tour

Gli ultimi articoli in News

Attenzione ai siti fake

Nelle ultime settimane sono apparsi online dei falsi siti web creati da truffatori desiderosi di fare…