Ultima stagione per Richie Porte

23

Richie Porte, corridore australiano della Ineos Grenadiers che compirà 37 anni il prossimo 30 gennaio, ha annunciato che la prossima sarà la propria ultima stagione da professionista.

Porte inaugurerà la stagione il 26 gennaio proprio in  Australia, al Santos Festival, gara che per il secondo anno consecutivo sostituisce il Tour Down Under, annullato per la pandemia.

Terzo al Tour de France 2020, il corridore della Ineos-Grenadiers non tornerà più alla Grande Boucle che quest’anno ha concluso al 38° posto, vittima di una caduta dalla prima tappa tra Brest e Landerneau, dove ha perso più di due minuti.

Porte, vincitore del Critérium du Dauphiné nel 2021 e delle Parigi-Nizza nel 2013 e 2015  ed altre 30 vittorie in carriera, è stato incoraggiato dalla sua formazione a “trarre piacere” nella stagione conclusiva della propria carriera, ma l’australiano desidera tuttavia essere competitivo: “Non voglio sprecare il mio tempo quando potrei stare con la mia famiglia“. Spera in particolare di partecipare al Giro d’Italia, dove non gareggia dal 2015: “Se potessi completare il giro sarebbe un sogno. È una corsa che mi è sempre piaciuta». Porte ha debuttato nei grandi giri proprio al Giro d’Italia nel 2010, terminando 7° in classifica generale e vincendo la classifica di miglior giovane. In carriera ha partecipato a 3 Giri, 2 Vuelta e 11 Tour.

Commenti

  1. mi è sempre piaciuto tantissimo come corridore, forse anche perchè ha sempre avuto quella sorta di "paperino" sfortunato

    fortissimo a crono, nonostante la stazza non proprio da cronomen. forte in salita
    sfortunatissimo, se penso al Giro 2015 e soprattutto al Tour 2017

    mi ricordo ancora di come fui molto felice per lui, del podio al Tour 2020

    bravo Richie!!!!!!
Articolo precedente

Come non prendere chili durante le Feste di fine anno

Articolo successivo

Ancora problemi di schiena per Mathieu van der Poel

Gli ultimi articoli in Magazine