Arrivata la prima E-squalifica

Arrivata la prima E-squalifica

04/10/2019
Whatsapp
04/10/2019

Sport che fai imbroglio che trovi. La federazione britannica ha comminato 250 pounds di sanzione e 6 mesi di squalifica da ogni gara a Cameron Jeffers, fresco vincitore del primo titolo nazionale Cycling eRacingprivandolo del titolo che è stato assegnato a James Phillips, classificatosi 2°.

I British Cycling eRacing Championships sono una competizione ciclistica che si è svolta sulla piattaforma virtuale Zwift e che è stata trasmessa in diretta sulla pagina Facebook della federazione britannica.

Il comunicato della federazione britannica non specifica di quale infrazione si sia macchiato Jeffers, invocando la violazione del codice di condotta, del regolamento tecnico, e del regolamento disciplinare. Da quello che si può capire da alcuni commenti dei partecipanti sembra che Jeffers abbia imbrogliato sul proprio peso, facendo risultare un rapporto W/Kg più favorevole di quello reale.

33
Rispondi

Devi fare il Login per commentare
29 Comment threads
4 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
18 Comment authors
el bradiposembolaGDoppiomistoCorvo Torvo Recent comment authors

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
fabiopon
Member
fabiopon
Stiamo scivolando nel ridicolo!
SimoSlam
Member
SimoSlam
Ha pubblicato un video su youtube,guardatelo.
VECCHIA
Member
VECCHIA
Non so se essere triste o ridere …. ho deciso rido !!!
pensopositivo
Member
pensopositivo
L’ hanno squalificato perchè ha corso con una TRON BIke, una delle bici più veloci disponibili in Zwift, ma non se l’era gudagnata in quanto precedentemente aveva usato un trucco per arrivare ai 50.000 metri di dislivello necessari per sbloccarla.

Vedi l’allegato 187931

S
Member
Simone.01
Non era meglio fare gareggiare direttamente tutti con la stessa bici virtuale per regolamento?
bianco222
Member
bianco222
Ma la Tron Bike è anhe più veloce? non è solo più bella?
Cioè in Swift hai bici più veloci di altre?
Scusa ma non ho mai usato Swift.
K
Member
Kostola
Era meglio se si sparava
robeambro
Member
robeambro
Certo che per uno Youtuber mettersi a “barare” non è proprio una idea geniale.
Detto ciò, dubito fortemente che abbia vinto grazie alla tron bike..
Cyberlo
Member
Cyberlo
Non uso zwift e non seguo lui come youtuber, ma trovo insensato che ci siano bici che vanno più veloci, da una rapida ricerca c’e una notevolissima differenza tra una bici normale e la Tron, cosa che in strada non è proprio così notevole la differenza tra una bici e l’altra..
bianco222
Member
bianco222

Cyberlo ha scritto: Non uso zwift e non seguo lui come youtuber, ma trovo insensato che ci siano bici che vanno più veloci, da una rapida ricerca c’e una notevolissima differenza tra una bici normale e la Tron, cosa che in strada non è proprio così notevole la differenza tra una bici e l’altra.. Clicca per allargare… PIù che altro mi aspetterei che, visto che è tutto digitale, le bici siano uguali per tutti. Però dal punto di vista del business è una trovata geniale. Se vuoi la bici più veloce devi sciropparti ore e ore di swift (non conosco… Read more »

pensopositivo
Member
pensopositivo

bianco222 ha scritto: PIù che altro mi aspetterei che, visto che è tutto digitale, le bici siano uguali per tutti. Però dal punto di vista del business è una trovata geniale. Se vuoi la bici più veloce devi sciropparti ore e ore di swift (non conosco il loro business model ma immagino più lo usi più loro guadagnano). Tra l’altro dall’articolo postato da @pensopositivo (grazie mille) si vede che, con l’eccezione della Tron, tutte le altre "di fatto" le compri… Un po’ come nel mondo reale: chi ha più soldi va più forte! Clicca per allargare… Una precisazione: il costo… Read more »

pensopositivo
Member
pensopositivo
Ma la cosa che più mi fa specie è che il ragazzo è stato squalificato per 6 mesi da tutte le competizioni, anche quelle su strada. :shock::shock:
lupin IV
Member
lupin IV
Ma la cosa che più mi fa specie è che il ragazzo è stato squalificato per 6 mesi da tutte le competizioni, anche quelle su strada. :shock::shock:

Pensi sia una squalifica E-sagerata?:mrgreen:

bianco222
Member
bianco222

pensopositivo ha scritto: Una precisazione: il costo delle bici è espresso in "drops", ovvero gocce (di sudore) non in soldi. Le gocce non si possono comprare con un corrispettivo in denaro: più fai km e dislivello all’ interno del gioco, più gocce guadagni. Poi con le gocce compri quello che vuoi. In effetti avrebbero potuto far correre tutti con la stessa bici, sarebbe stato anche facile per gli organizzatori, ogni tanto in Zwift ci sono eventi così. Però poi avrebbero avuto critiche nel senso opposto, chiaramente. Clicca per allargare… OK, così ha più senso in effetti. Però immagino che loro… Read more »

robeambro
Member
robeambro
Il campionato è sotto l’egida della federazione, quindi mi pare logico che si estenda a tutti i suoi eventi.

Premesso che Sarebbe stato ben più logico far competere tutti con la stessa bici ai mondiali, una punizione è a questo punto anch’essa logica e necessaria, ma una squalifica di 6 mesi anche su strada perché uno ha barato per aggiudicarsi una bici virtuale mi pare un po’ eccessivo.

R
Member
ricks

Ma la Topa non piace più?😂😂😂

E
Member
el bradipo
Però non è che ti capita una E-topa? perchè se no ci vuole magari prima una E-re..one!!!
robeambro
Member
robeambro

Ser pecora ha scritto: Ha barato usando un Hub per manomettere i valori (se ho letto bene per fare velocemente i 50.000mt di dislivello faceva sessioni di 200km a 2000W con 45kg di peso) ed aggiudicarsi quella bici per poi vincere i campionati nazionali. Ergo ha truffato. Niente di meno niente di più che doparsi o mettersi il motorino elettrico. La federazione ha tutto l’interesse a vederla cosi, e a non far passare l’idea che sia un "giochino" da sfigati, altrimenti tarpa le ali da subito ad ogni pretesa che diventi una disciplina sportiva seria. Clicca per allargare… Queste "truffe"… Read more »

pensopositivo
Member
pensopositivo

Ser pecora ha scritto: Ha barato usando un Hub per manomettere i valori (se ho letto bene per fare velocemente i 50.000mt di dislivello faceva sessioni di 200km a 2000W con 45kg di peso) ed aggiudicarsi quella bici per poi vincere i campionati nazionali. Ergo ha truffato. Niente di meno niente di più che doparsi o mettersi il motorino elettrico. Clicca per allargare… Secondo me il confronto con chi bara tramite motorino elettrico non ci sta perchè nella gara che gli è valsa il titolo la bici non era truccata. Non avrebbe dovuto averla, ok, ma è come se un… Read more »

pensopositivo
Member
pensopositivo
Non idea dei distacchi di una gara Swift e i vari giochi delle scie ma in una crono "normale" ci possono stare 4-5 posizioni in quei 16 secondi.

Beh, sì, ad alto livello sono i guadagni marginali a far la differenza, Sky insegna, io però rispondevo a Cyberlo che aveva parlato di "differenza notevolissima".
16 secondi su 50 minuti sono lo 0.53%

Cyberlo
Member
Cyberlo

Ho parlato avendo “solo” letto velocemente che la bici Tron porta ad avere vantaggi rispetto ad altre non proprio nulli. 16 secondi in questo caso sono la differenza tra combattere per lo sprint finale, o arrivare dietro senza poter “combattere” per la prima posizione. A me poco non sembra, a volte la matematica che spesso vedo rincorrere sul forum non ci rende l’idea quanto un esempio come quello che ho fatto qui sopra. Da Zwiftinsider: “JUST HOW FAST IS IT? It’s the fastest bike available to all Zwifters, beating the stock Zwift setup by 68 seconds on a full Watopia… Read more »

N3bbia
Member
N3bbia

sono d accordo con @pensopositivo . Ha barato diciamo per ottenere velocemente una bici che avrebbe impiegato tempo ad avere ma la perfomance è stata regolare su un mezzo regolare. Quindi ci sta la squalifica ma c’è la netta distinzione tra questo ed usare una strumentazione non regolamentare (vedi motorino). IN entrambi i casi è giusto sanzionare ad ogni modo. Pirla lui perchè a quei livelli per farsi una tronbike ci vuol davvero poco considerando che in zwift ci sono scorciatoie legali per averla (tipo fare i workout su percorsi con molto dislivello..ma questa è u altra storia). Non ho… Read more »

pensopositivo
Member
pensopositivo
L’avversario non aveva la bici stock di zwift, ma se io mi iscrivo ad una gara appena arrivato su zwift e teoricamente sono più forte di te che usi la tron, o sono un discreto fenomeno, oppure 1,08 min è un gap non proprio da poco..

Beh, ma se gli organizzatori son stati per la libertà di scelta, sarebbe come iscriversi ad un GF con la Graziella: problemi tuoi. :mrgreen: :mrgreen:

Cyberlo
Member
Cyberlo
Si ma se ad una GF io corro con 8000€ di trek e tu con 2000€ di rose vince chi ha più gambe non io perché ho 8000€ di bici.
E a parità di gambe non ci sarebbe tutta questa differenza per la bici.
Comunque dai ognuno ha la propria idea e rimane con la stessa, nessun problema.
Corvo Torvo
Member
Corvo Torvo

Ci sono parametri su Zwift che possono incidere anche più della bici. Innanzitutto il peso (che suppongo sia l’unica cosa che viene verificata dall’organizzatore), poi anche il rullo che utilizzi introduce un errore: accuratezza della misurazione della potenza, calibrazione, massima potenza frenante, come viene impostata la percezione della pendenza, etc. Es: chi ha un rullo direct drive in discesa e falsopiano non andrà mai veloce come chi ne ha uno vecchio stampo a resistenza idraulica da cui il dato sulla potenza viene solo presunto. Sono tutte queste cose messe insieme che rendono ridicole, anzi patetiche, questo genere di competizioni. Solo… Read more »

Doppiomisto
Member
Doppiomisto

Corvo Torvo ha scritto: Ci sono parametri su Zwift che possono incidere anche più della bici. Innanzitutto il peso (che suppongo sia l’unica cosa che viene verificata dall’organizzatore), poi anche il rullo che utilizzi introduce un errore: accuratezza della misurazione della potenza, calibrazione, massima potenza frenante, come viene impostata la percezione della pendenza, etc. Es: chi ha un rullo direct drive in discesa e falsopiano non andrà mai veloce come chi ne ha uno vecchio stampo a resistenza idraulica da cui il dato sulla potenza viene solo presunto. Sono tutte queste cose messe insieme che rendono ridicole, anzi patetiche, questo… Read more »

G
Member
gulmus
Il campionato è sotto l’egida della federazione, quindi mi pare logico che si estenda a tutti i suoi eventi.

Sarebbe come se la FIA organizzasse campionati di videogame F1 e poi togliesse la patente reale ai partecipanti che barano alle gare virtuali. Che a pensarci bene potrebbe anche starci, se uno bara per su un videogame (e in effetti Zwift lo è) probabilmente non avrebbe scrupoli a barare anche nella realtà

sembola
Member
sembola
Sarebbe come se la FIA organizzasse campionati di videogame F1 e poi togliesse la patente reale ai partecipanti che barano alle gare virtuali.

La similitudine è errata. La FIA non può togliere la patente reale a nessuno, semmai può sospendere la licenza sportiva: che è esattamente quanto fatto in questo caso.

N3bbia
Member
N3bbia

Corvo Torvo ha scritto: Ci sono parametri su Zwift che possono incidere anche più della bici. Innanzitutto il peso (che suppongo sia l’unica cosa che viene verificata dall’organizzatore), poi anche il rullo che utilizzi introduce un errore: accuratezza della misurazione della potenza, calibrazione, massima potenza frenante, come viene impostata la percezione della pendenza, etc. Es: chi ha un rullo direct drive in discesa e falsopiano non andrà mai veloce come chi ne ha uno vecchio stampo a resistenza idraulica da cui il dato sulla potenza viene solo presunto. Sono tutte queste cose messe insieme che rendono ridicole, anzi patetiche, questo… Read more »