I Pro senza contratto per il 2020

I Pro senza contratto per il 2020

04/10/2019
Whatsapp
04/10/2019

Il ciclismo tutto sta vivendo una stagione di grandi cambiamenti, con la l’enorme espansione delle E-Bike e, meno, ma comunque consistente, del Gravel. Il modello economico del ciclismo professionistico è dato in crisi da anni, l’anno scorso hanno chiuso la Aqua Blue Sport e la United Healthcare, mentre questa stagione ha visto la fine di squadre come la Katusha-Alpecin (assorbita dalla Israel Cycling Academy), la Nippo-Vini Fantini, il Team Wiggins, il Team Virtu (femminile) ed infine la Rompoot-Charles.

In questi primi di ottobre non sono pochi i corridori, anche di prima fascia, a non avere ancora un contratto per la prossima stagione. Tralasciando i casi particolari di Rohan Dennis (che la Gazzetta dello Sport vuole prossimo alla Movistar), e Sam Bennett (alle prese con beghe legali per liberarsi con la Bora-Hansgrohe) ci sono nomi di corridori stagionati, ma ancora capaci, di cui non si conosce il futuro, come Mark Cavendish. L’inglese ha 34 anni, ha recentemente perso il proprio ultimo uomo storico, Mark Renshaw, ritiratosi, ma continua a dichiarare che si sente ancora pronto a lottare per delle vittorie, e che “i numeri” sono ancora li a dimostrarlo. L’età avanzata per uno sprinter ed il fatto he questo ruolo nel ciclismo di oggi necessiti di caratteristiche più polivalenti che in passato probabilmente scoraggiano le squadre. Anche perché Cavendish non sembra il tipo da correre gratis.

(Photo by Dan Mullan/Getty Images)

Domenico Pozzovivo, 36enne con un recente grave incidente sulle spalle da cui non si sa come si stia riprendendo anche non rappresenta un investimento sicuro per il futuro, ma come gregario e chioccia in qualche squadra continental potrebbe avere ancora voce in capitolo.

(Daniel Kalisz/Getty Images)

Età avanzata che non gioca a favore anche di gregari molto apprezzati, come i quasi quarantenni Vasyl Kirienka (38), Daniele Bennati (39), Michael Albasini (38) e Steve Cummings (38).

Ma ci sono anche corridori meno stagionati che non hanno un contratto per il 2020, tra cui Esteban Chaves, che tra alti e bassi sembra comunque capace di poter dare ancora parecchio. Idem il suo connazionale e coetaneo (29) Carlos Betancour.  O lo spagnolo Pello Bilbao, che in queste due ultime stagioni alla Astana ha fatto vedere ottime cose.

Stessa età dei suddetti, 29 anni, per un altro sfortunato corridore su cui ha pesato un grave infortunio: Taylor Phinney. Anche lui in attesa di nuova squadra. Idem il suo connazionale Peter Stetina (32), che però sembra avere un certo interesse per le gare Gravel.

(Photo by Chris Graythen/Getty Images)

Un po’ più vecchi, ma appetibili, almeno sulla carta: Sacha Modolo (32), un po’ persosi tra guai fisici nelle ultime due stagioni. Simon Spilak (33) e Gianluca Brambilla (32) che possono essere ottimi gregari in salita, ma anche cacciatori di tappe nei grandi giri, cosi come Mikel Nieve (35). Ottimi in ogni terreno invece Jan Bakelants (33) e Tom Jelte-Slagter (30), Peter Kennaugh (30) o Julien Vermote (30).

Senza contratto anche il campione nazionale USA: Alex Howes (31). C’è da dire che la EF Education First è sempre l’ultima squadra a fare tutto, dal comunicare i roster delle gare ai contratti.

Due giovani italiani di talento: Matteo Fabbro (24) che probabilmente attende gli sviluppi del caso Katusha, e Leonardo Basso (25) che si appresta a correre le ultime gare della stagione in maglia Ineos, (cosi come Sebastian Henao, 26).

Ovviamente chiunque qui menzionato potrebbe rendere ufficiale un cambio di casacca o un’estensione di contratto anche nelle prossime ore.

21
Rispondi

Devi fare il Login per commentare
19 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
11 Comment authors
gibo2007pedalone della bassabastianella31Ser pecorajan80 Recent comment authors

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
tafaz
Member
tafaz
Sono curioso di conoscere il destino di Pavel Kočetkov del Team Katusha Alpecin! Abita a Tavernola Bergamasca, a pochi km da casa mia, e lo incontro spesso in allenamento!
P
Member
papopapo
Chissa’ Adam Hansen
J
Member
johnny pedals
Situazione ormai disperata, in Italia è assordante il silenzio della Federazione, vabbè che non può fare nulla ma almeno prendere atto della situazione sarebbe opportuno da parte loro.
Mauro1988
Member
Mauro1988
mi sa che i corridori italiani senza squadra sono anche di più di quelli menzionati
tapamaloku
Member
tapamaloku
sono tutti nomi di primissimo livello, il mondo professionistico sta avendo un periodo nerissimo…..
ildoppingnonvincemai
Member
ildoppingnonvincemai
Mark Cavendish ha trovato casa in Bahrein-Merida
jan80
Member
jan80
sono tutti nomi di primissimo livello, il mondo professionistico sta avendo un periodo nerissimo…..

si come questi ultimi 100 anni di ciclismo……..non e’ cambiato nulla…….ma solo che i giovani come e’ sempre stato tolgono qualche posto a chi non porta piu’ risultati……..una squadra wt HA 30 CORRIDORI…QUANTI NE VORRESTI NE AVESSE??

bastianella31
Member
bastianella31
Chissa’ Adam Hansen

Per chi correva questa stagione?

P
Member
papopapo
Lotto-Soudal.
Ma ha 38 anni…

L’ ho incontrato diverse volte simpaticissimo e molto alla mano

bastianella31
Member
bastianella31
Lotto-Soudal.
Ma ha 38 anni…

Potrebbe pure tranquillamente andare in pensione, gran corridore!!!

pedalone della bassa
Member
pedalone della bassa
sono tutti nomi di primissimo livello, il mondo professionistico sta avendo un periodo nerissimo…..

più che altro, credo che siano cresciuti notevolmente i ciclisti professionisti
magari qualcuno ha qualche dato più preciso, ma al netto di n. squadre, dagli anni 90 ad oggi il numero dei pro credo sia cresciuto notevolmente (come anche tutto il "sistema ciclismo". amatori, riviste specializzate, spazi televisivi, semplici conoscitori…..)
o magari è solo una mia idea, dovuta al mio appassionarmi a questo mondo (rispetto al nulla che conoscevo a fine anni 80 inizio 90)

gibo2007
Member
gibo2007
Mi sarebbe sempre piaciuto vedere i commenti nel forum se uno avesse postato una bici settata come la sua: :azz

è interessante anche il posizionamento delle tacchette sulle scarpe

bastianella31
Member
bastianella31

E di Km il ragazzo ne ha fatti un pochino 🙂
Secondo me, si è fatto da solo pure la posizione…

Nel Forum, tutti biomeccanici col c..o degli altri (semicit. :-))

ildoppingnonvincemai
Member
ildoppingnonvincemai
Si, anche se le tacchette super arretrate stanno prendendo piede (:clown:), con marchi specializzati nel fare scarpe apposite, come Lintaman e Biomac

:shock:;nonzo% non ho la minima idea di come possa pedalare così, oltre al fatto che quelli attacchi io li uso in MTB.
A quanti GT consecutivi è arrivato? 21?

tapamaloku
Member
tapamaloku
si come questi ultimi 100 anni di ciclismo……..non e’ cambiato nulla…….ma solo che i giovani come e’ sempre stato tolgono qualche posto a chi non porta piu’ risultati……..una squadra wt HA 30 CORRIDORI…QUANTI NE VORRESTI NE AVESSE??

Uno stai calmino
Due è palese che negli ultimi anni le squadre wt stanno avendo un periodo difficile. S eanche la Quick step fa fatica a trovare sponsor figurati com possa essere la situazione delle altre squadre…
Tre quest’anno i corridori rimasti senza contratto sono molti e hanno tutti chi più chi meno avuto successi in gare wt anche recenti.

Mauro1988
Member
Mauro1988
Come è la situazione dell nostre "continental? è passata alla fine quella riforma UCI per ridurre le wildcard?
jan80
Member
jan80
Uno stai calmino
Due è palese che negli ultimi anni le squadre wt stanno avendo un periodo difficile. S eanche la Quick step fa fatica a trovare sponsor figurati com possa essere la situazione delle altre squadre…
Tre quest’anno i corridori rimasti senza contratto sono molti e hanno tutti chi più chi meno avuto successi in gare wt anche recenti.

certo ti ripeto come ultimi 100 anni……sai che ha smesso anche Contador…Indurain….e tanti altri??