News #Egan Bernal

Bernal rinuncia al Giro e punta al Tour

Bernal rinuncia al Giro e punta al Tour

Piergiorgio Sbrissa, 31/12/2019

Se poche settimane fa Egan Bernal (Team Ineos) sembrava tentato dalla doppietta Giro-Tour, queste feste natalizie gli hanno chiarito le idee, che ha espresso direttamente al quotidiano spagnolo El Pais: “Non parteciperò al Giro d’Italia, ma punteremo tutto al 100% sul Tour de France, dove cercherò di fare del mio meglio“.

Team Ineos che quindi si presenterà al Tour con il tridente: Chris Froome, Egan Bernal, Geraint Thomas, anche se la partecipazione, e quindi le ambizioni, di Froome saranno condizionate dal suo recupero, ed al momento non si conosce ancora il suo calendario per la stagione e in che gare riprenderà.

Definite invece quelle di Bernal, il quale debutterà nel 2020 al giro della Colombia dall’11 al 16 febbraio, quindi difenderà il titolo alla Paris-Nice dall’8 al 15 marzo, poi allenamento in Colombia e altre gare da definire, quindi Dauphiné (31 maggio -6 giugno).

Commenti

  1. pedalone della bassa:

    sicuramente mi sbaglierò, ma credo che in casa Ineos abbiano seri dubbi sul recupero al 100%, per quest'anno, di Froome.....
    Credo sia il dubbio di tutti, suo per primo. E non lo limiterei a "quest'anno" (cioè il 2020 a dire il vero). Ha una età molto avanzata. Quest'anno va per i 35. L'anno dopo per i 36. Si potrebbe parlare a cuor leggero solo della prossima stagione se ne avesse 7/8 di meno.
    In ogni caso, solo la strada darà risposte.
  2. golias:

    Magari noi molleremmo (visto che parli al plurale) se solo non ti si leggesse ogni 3x2 a mettere in mezzo Nibali, si è capito che non ti sta simpatico ma sepre lui lo trovo singolare da parte tua visto che vorresti apparire neutrale.
    Per dare valore alla prestazione di un atleta a chi lo paragoni? A una pippa o a uno forte?
    Per dire che Carapaz è stato bravo a vincere un Giro a 26 anni cosa aggiungi? "pensa che non ci è riuscito nemmeno Golias?". Magari citi uno dei migliori dell'epoca moderna. Nibali appunto. E' un riconoscere la grandezza di un atleta....nonostante abbia comunque aggiunto che anche molti altri non ci sono riusciti. Però per te è parlare negativo.
    Va bene, hai ragione. Come sempre.