Bianchi presenta il nuovo modello gravel Arcadex: nature amplified

Bianchi presenta il nuovo modello gravel Arcadex: nature amplified

15/12/2020
Whatsapp
15/12/2020

[Comunicato stampa] Per chi ama avventurarsi fuori dal sentiero tracciato senza rinunciare alla prestazione, Bianchi presenta il nuovo modello gravel in carbonio Arcadex, frutto dell’incontro tra il desiderio di contatto con la natura e il pedigree racing del DNA Bianchi. Arcadex è una gravel bike ad alte prestazioni, pensata per il ciclista moderno.

Il telaio in carbonio dell’Arcadex pesa 1.100 grammi (in taglia 55) ed è incredibilmente reattivo, sia che si tratti di esplorare nuove strade o di assecondare il gusto della competizione. Arcadex porta la velocità e l’estetica tipiche di una bici da strada al di fuori dalla striscia di asfalto, sviluppando il massimo della potenza da ogni pedalata, indipendentemente dal terreno.

Il nome Arcadex trae ispirazione dalla leggendaria regione del mito classico Arcadia (Ἀρκαδία), un luogo dove regnava l’armonia della natura. Arcadex coltiva lo stesso obiettivo: essere l’anello di congiunzione tra l’anima umana e l’universo naturale, attraverso un’esperienza sensoriale che va dalla freschezza delle colorazioni al calore dell’amicizia nelle uscite in compagnia.

GRAVEL IN STILE BIANCHI

La cura del dettaglio tipica di Bianchi approda nel mondo gravel con Arcadex. Il design del telaio è stato ottimizzato per favorire la performance dal punto di vista aerodinamico, mentre lo spazio per gli pneumatici da 700×42 o 650×47 permette di affrontare senza timori anche le superfici più irregolari.

Naturalmente, Arcadex è predisposta per l’installazione di parafanghi e portapacchi, in modo da poter diventare facilmente un mezzo per il bikepacking ad andature sostenute. L’integrazione con il telaio è stata curata nel dettaglio per impedire l’ingresso di fango e detriti.

Arcadex è disponibile con trasmissione manuale o elettrica, e una serie sterzo compatibile con ACR, mentre la linearità nella giunzione fra il telaio e l’attacco è assicurato dal tubo sterzo e dai distanziali customizzati. Il risultato è una sintesi perfettamente integrata di tutti i componenti.

Arcadex è disponibile in due varianti colore, entrambe ispirate alla natura incontaminata dove la bici è a proprio agio. La scelta è fra la versione “gold storm” e l’iconico celeste Bianchi, entrambe accompagnate da “blue note”, una tonalità intensa e di grande impatto. La verniciatura e la grafica contribuiscono a dare un ulteriore senso di dinamismo e di sfrontatezza, quasi a trasformare la bici in un’estensione dell’ambiente circostante. Veloce, anche quando è ferma.

 

 

Commenti

  1. le colorazioni le trovo terrificanti, cosa insolita per Bianchi
    l'orizzontale così piatto mi ricorda molto i telai Titici
  2. Come struttura, questa bianchi. assomiglia molto alla mia giant xtc 29 del 2014, stessi punti di rinforzo zona movimento, con foderi bassi sotto la linea movimento e molto sezionati, orizzontale schiacciato e largo per assorbire la leva del reggisella. differenti invece i foderi alti. . Il resto appare un telaio compatto e con angoli rilassati.
    il principale vantaggio di una costruzione simile, è una solidità eccezionale movinento/mozzo (che nessun altro telaio mtb ha eguagliato negli anni) inoltre il mini triangolo superiore, abbassa il nodo sella rendendo molto comoda la seduta, garantendo flessioni fino a 5° del reggisella
    anche come peso è simile. telaio interessante per gravel/mtb leggero. come colori potevano fare anche meglio
    View attachment

    View attachment
    n
 

POTRESTI ESSERTI PERSO