Canyon ha scelto GBL come nuovo Partner

Canyon ha scelto GBL come nuovo Partner

Piergiorgio Sbrissa, 15/12/2020

[Comunicato stampa] Negli ultimi 7 anni le vendite Canyon sono cresciute ad una media del 25% per anno, raddoppiandole negli ultimi tre anni con vendite per oltre 400 milioni di euro nell’ultimo anno. La crescita di Canyon, spinta da investimenti tecnologici ed innovazione ha portato ad una crescita di valore del marchio con una crescita sostenuta nel settore dell’e-commerce, e specialmente delle e-bike e nel mercato US.

Canyon ha annunciato quindi il partner per traghettarla in una nuova fase di sviluppo. La scelta del nostro Chairman è ricaduta su Groupe Bruxelles Lambert AG (GBL), gruppo allineato alla visione e allo spirito di Canyon con Headquarters a Bruxelles. GBL ha grande esperienza in diversi brand, sport e lifestyle e ha convinto il nostro board grazie all’attenzione che pone nel supportare obiettivi di lungo termine nel campo della mobilità sostenibile, della salute e della digitalizzazione, non potremmo essere più in sintonia.

Roman Arnold rimane il principale investitore in Canyon con il 40%, Tony Fadel, ex SVP di Apple e appassionato ciclista si unirà all’azienda con il suo team per portare avanti progetti focalizzati sulla sostenibilità. GBL si è dichiarata positivamente colpita dai risultati raggiunti da Canyon nel corso degli anni offrendo ad ogni ciclista il prodotto giusto per scegliere la bici come mezzo principale di trasporto.

Commenti

  1. marco:

    a me interessa. Se non ti interessa, qual'è il problema?
    mi interessava leggerlo, avendo una Canyon da anni, se no non lo leggevo, ma non lo capisco, ne ho chiesto il senso, tutto qua
  2. ultimo2001:

    Mi sono letto l'articolo e tutti i commenti perché il marchio Canyon mi ha sempre affascinato come possibile acquirente. Sono tutti interessanti ed hanno tutti almeno una valida motivazione e opinione.
    L'articolo derivato dal comunicato stampa già ci fornisce, seppur in minima parte, l'indirizzo strategico dell'azienda. O meglio gli obiettivi che potrà prendere a riferimento Canyon nel prossimo futuro. Questi non è detto che andranno a sostituire completamente la loro attuale filosofia. Potrebbe semplicemente affiancarla.
    Dicevo che ho sempre valutato le bici Canyon come possibile acquisto.
    Senza inanellarci nella gara del marketing che tutti marchi fanno (avete presente il telaio ogni anno il 10% più rigido del precedente? I primi si piegavano forse con un grissino? ), certamente la ricerca ci ha portato delle novità che poi i geni del marketing ci fanno percepire come miglioramenti per tutti. A volte è così e altre volte semplicemente non è così. Ma è difficile oggi dire che, soprattutto per noi amatori, faccio per dire, un telaio canyon sia migliore o peggiore di uno trek, tale è il livello raggiunto da tutti.
    La canyon mi è sempre sembrata una scelta che per rapporto qualità/prezzo fosse ottimale. Lo scotto era la spedizione, il non avere il venditore fisico e un piccolo lavoro di assemblaggio.
    Ripeto, pur mettendola tra le prime scelte, queste sono state tutte cose che ad un utente medio come me hanno scoraggiato e se considerate pure che la mia attuale bici la acquistai ad un prezzo molto superiore ad un'equivalente canyon dell'epoca, capirete quanto vale la "comodità" per alcuni.
    E questo è stato così nonostante già qualcuno in squadra avesse avuto un'esperienza bella con canyon.
    Tutti i commenti si sono focalizzati sul futuro, ma mi sembra, avendo io dovuto rivalutare in queste settimane una nuova bici, che la canyon che si commentava qui fosse già cambiata.
    Mi ricordo che anni fa, ad esempio, c'era la possibilità di scegliere anche le misure di alcuni pezzi tipo attacco manubrio. Ma mi ricordo soprattutto, come detto, che c'era un considerevole risparmio. Da non sottovalutare.
    Scegliendo la bici che dovrà arrivarmi, senza avere blocchi su nessun marchio, per tutti i marchi mi è sembrato essere necessario andare almeno su un medio-alto gamma per avere una bici come la volevo (leggasi come il marketing ha voluto che la volessi, ma mi piace lo stesso). E su questa mia esperienza si basa quello che sto per dire. Quindi potrebbe essere diverso alla base della gamma o al vertice.
    Se si vedono i prezzi di listino delle marche più blasonate sono lontani anni luce da canyon, il che per un primo momento mi aveva fatto dimenticare ad esempio i cavi a vista di canyon. Ma c'è un dettaglio che nessuno ha detto.: lo street price, che è molto lontano dal prezzo di listino.
    Lasciando quindi da parte i presunti vantaggi di una bici di un marchio rispetto ad un'altra di un altro marchio (quindi la storia del 10% più rigida del precedente anno), dopo aver ponderato bene l'acquisto, per cercare il famoso rapporto qualità/prezzo, posso ipotizzare di aver preso una bici di una marchio blasonato, che forse è pure migliore della pari canyon. O comunque migliore per me.
    Se da listino avrei dovuto spendere, facciamo 1000-2000 euro in più rispetto a canyon, alla fine mi sono ritrovato a spendere meno di canyon.
    L'unica cosa di cui non avete parlato su apple, sono gli store fisici monomarca. Immagino che uno dei modi per attirare più utenti a questi prezzi (o aumentandoli ancora come qualcuno ipotizzava) sia la rivendita fisica.
    Questo è un mio modo di pensare la bici. Sono uno che compra quotidianamente cose online, ma le compro a volte per comodità, ma soprattutto per risparmio. Se non risparmio, se devo avvitare il manubrio, e se devo stare a sentire il meccanico dirmi ogni volta che la marca che vende lui è migliore di canyon, no grazie.
    A mio modesto modo di vedere sono già quindi arrivati ad un punto di prezzo molto vicino a quello di concorrenti affermatissimi e l'unico modo per farlo digerire ad ancora più utenti penso sia lo store fisico.
    Non so che conti hai fatto tu ma se prendo ad esempio un top di gamma appena uscito, tipo canyon aeroad cfr axs costa 8000€ un top di gamma simile di altri brand( Trek, specialized ad esempio) sta sugli 11mila
    Anche con lo sconto costa meno canyon, e il prezzo ad esempio di una tarmac montata uguale è almeno 1.000/1.500€ in più ( col listino nuovo anche peggio)

    Il margine si è ridotto, soprattutto rispetto a marchi tipo orbea e giant ma ma pari montaggio non è facile avere una bici in negozio a prezzo migliore
  3. Emonda slr7 6700/7300€ di listino giusto?
    Scontata sarà attorno a 5700€?
    I modelli paragonabili sono ultimate CF sl8 aero(4600€) o slx 8 etap(5200 ma con misuratore di potenza e gruppo diverso)
    Non mi sembra lo stesso prezzo