Campionati del mondo 2020: Filippo Ganna ha vinto la cronometro maschile

Campionati del mondo 2020: Filippo Ganna ha vinto la cronometro maschile

25/09/2020
Whatsapp
25/09/2020

Filippo Ganna, 24 anni, è il nuovo campione del mondo a cronometro. Primo italiano ad imporsi in questa prova. Sul piatto percorso di Imola ha coperto i 31,7km in 35’54″10, a 52.98 km/h di media.

Argento al belga Wout van Aert a 26”72 dall’italiano. Lo svizzero Stefan Küng, campione europeo, completa il podio a +29”80. Ai piedi del podio due comapgni di Ganna alla Ineos: Geraint Thomas (+37″) ed il campione uscente Rohan Dennis (+30″).

L’altro italiano in gara, Edoardo Affini, è 14° a +1’31”.

Filippo Ganna: “Per me è un sogno. Ora si festeggia e poi devo preparare il Giro, dove Geraint Thomas punta alla classifica generale. Dopo la Tirreno mi sono allenato in altitudine, non avevamo connessione internet. È stata molto intensa.”

 

 

 

Commenti

  1. Onore e merito al nostro Filippo per questo storico risultato, ma onestamente era solo una crono piatta di 35', cioe' " facile"... Per valutare pero' la caratura (su strada) del nostro portacolori, serviranno delle conferme su prove piu' impegnative (crono con salite di pendenza a doppia cifra e di almeno 60' che sono tutta un'altra storia)...
    Teniamo poi presente che su prove di questo tipo diventano fondamentali le variazioni meteo (vento e pioggia) anche minime che i vari atleti incontrano/non incontrano lungo il loro tracciato...
  2. velocity:

    53km/h di media per piu di mezz' ora? Solo io penso che sono prestazioni oltre le normali possibilità umane whisp
    E' ovviamente una grande prestazione, ma se pensi che il record del mondo di 1 ora (anche se in condizioni parzialmente diverse) cioè quasi il doppio del tempo, è stato corso a una media ancora più alta, non vedo cosa ci sia di oltre l'umano nella prestazione di Ganna.
    Non capisco perchè poi dover a tutti i costi sospettare anche partendo da un tempo sbagliato salvo autocorreggersi. Quasi 1 h ora avevi scritto è notevolmente diverso dalla prestazione di Ganna.
    Bengi:

    Onore e merito al nostro Filippo per questo storico risultato, ma onestamente era solo una crono piatta di 35', cioe' " facile"... Per valutare pero' la caratura (su strada) del nostro portacolori, serviranno delle conferme su prove piu' impegnative (crono con salite di pendenza a doppia cifra e di almeno 60' che sono tutta un'altra storia).............
    I migliori cronomen puri si misurano in crono del genere, al limite un pò più lunghe, non mettendogli salite con pendenze da Mortirolo. E' sempre stato così, da Cancellara, a Toni Martin ecc.ecc. Pendenze in doppia cifra addirittura fanno emergere gli scalatori, non i cronomen.