Ciclomercato: Jungels alla Bora, Wellens alla UAE

7

Dal 1° agosto si susseguono i trasferimenti dei ciclisti verso nuove destinazioni, tra cui vari corridori di alto profilo. Mark Cavendish e Adam Yates ancora senza contratto. Tra i più recenti cambi di casacca di alto profilo il passaggio di Bob Jungels dalla AG2R-Citroën alla Bora-Hansgrohe e quello di Tim Wellens dalla Lotto alla UAE-Emirates.

La Ag2R oltre a Jungels vede partire anche Clément Champoussin verso la Arkéa-Samsic; mentre vede arrivare Alex Baudin dalla Tudor, e promuove Valentin Retailleau dalla propria squadra sviluppo U23.

La Astana saluta Vincenzo Nibali, al ritiro dal professionismo a fine stagione, e da il benvenuto a Harold Martin López, 21enne ecuadoriano arrivato 37° al recente giro della Val d’Aosta.

La Bahrain-Victorious perde vari corridori tra cui Teuns e Tratnik, e per ora guadagna Andrea Pasqualon dalla Intermarché-Wanty-Gobert.

La EF-EasyPost si rafforza con vari corridori, tra cui Richard Carapaz (Ineos Grenadiers), Jefferson Cepeda (Drone Hopper-Androni Giocattoli), Andrea Piccolo (Drone Hopper-Androni Giocattoli) e Andrey Amador (Ineos Grenadiers). Mentre saluta Alex Howes e Lachlan Morton che si dedicheranno alle competizioni gravel.

La Groupama-FdJ è una delle squadre dal ciclomercato più interessante, con le partenze di Sinkeldam e Guarnieri dal treno che ha fatto le fortune di Arnaud Démare, e il talentuoso Attila Valter in direzione Jumbo-Visma, ma con l’arrivo di molti giovani dalla propria squadra sviluppo U23: Paul Penhoët, Reuben Thompson, Sam Watson, Romain Grégoire e soprattutto Lenny Martinez, 19enne recente vincitore del giro della Valle d’Aosta, 3° al Giro giovani e 14° al TotA.

Diversi avvicendamenti anche in casa Ineos-Grenadiers, con le partenze di Carapaz, van Baarle, Dunbar, Porte (ritiro) e Amador, e gli arrivi di Leo Hayter, il 18enne Joshua Tarling ed il talento Thymen Arensman dal Team DSM, 2° al recente giro di Polonia proprio dietro al fratello di Leo, Ethan Hayter.

Vari gli arrivi alla Intermarché-WantyGobert: Mike Teunissen dalla Jumbo-Visma, Rui Costa dalla UAE Emirates, Dries De Pooter dalla Hagens Berman Axeon, Madis Mihkels dalla Ampler-Tartu 2024 e Rik Zabel dalla Israel Premier Tech. Saluta Kristoff, Pasqualon, Hermans e Hirt.

La Israel-PremierTech ha già acquisito Dylan Teuns dalla Bahrain Victorious, ma finalmente guarda anche ai giovani, con gli arrivi dei 22enni Mason Hollyman e Marco Frigo (dalla SEG Racing) 4° al Giro della Valle d’Aosta; del campione a cronometro canadese Derek Gee; e del 20enne Matthew Riccitello dalla Hagens Berman Axeon, fresco vincitore dell’Istrian Spring Trophy.

La Lotto Dstny rafforza considerevolmente il treno per lanciare Caleb Ewan, con l’arrivo di Jacopo Guarnieri, Pascal Eenkhoorn dalla Jumbo, e Matthijs Paasschens dalla Bingoal. Promuove dalla propria squadra U23 lo scalatore di talento Lennart Van Eetvelt, 20 anni, vincitore della Course de la Paix, 2° al Tour d’Alsace ed al Giro giovani (dietro Leo Hayter) e 2° pure alla Liège-Bastogne-Liège U23 dietro Grégoire della Groupama-Conti.

La Bike-Exchange acquisisce Eddie Dunbar (Ineos Grenadiers), Felix Engelhardt (Tyrol), Filippo Zana (Bardiani-CSF-Faizanè), Chris Harper (Jumbo-Visma), Elmar Reinders (Riwal), Rudy Porter, Blake Quick e Felix Engelhardt. Mentre lascia Kangert, Groves e Bewley (ritiro).

Squadra che perde svariati corridori di punta (non una novità) è il Team DSM: Kragh Andersen, Cees Bol, Casper Pedersen, Arndt, Arensman e Donovan; e che per ora punta tutto su giovani dal proprio team sviluppo: Oscar Onley, Hannes Wilksch e Max Poole.

Si rafforza ancora, se possibile, la Jumbo-Visma, con gli arrivi di Dylan van  Baarle (Ineos Grenadiers), Tom Gloag (Trinity Racing), Jan Tratnik (Bahrain Victorious) e Attila Valter (Groupama-FDJ).

La Trek-Segafredo per ora acquista Thibau Nys e perde Matteo Moschetti.

La UAE-Emirates perde Rui Costa e Fernando Gaviria, ma guadagna Domen Novak dalla Bahrain Victorious e, appunto, Tim Wellens.

Nessun movimento per ora dalla Movistar, a parte il ritiro a fine stagione di Alejandro Valverde.

 

 

Commenti

Articolo precedente

Cannondale lancia il telaio Leichtbau

Articolo successivo

Tiesj Benoot racconta il proprio incidente

Gli ultimi articoli in Magazine