La maglia di campione europeo resterà un altro anno in Italia: dopo quella scorsa di Matteo Trentin è la volta di Elia Viviani.

Il veronese ha saputo sfruttare il grandissimo lavoro della nazionale italiana, che ai -63km ha spaccato il gruppo, con 14 corridori che hanno preso il largo sulle strade spazzate dal vento di Alkmaar. Ai -26km un tentativo del belga Yves Lampaert, che si è tirato dietro il tedesco Pascal Ackermann e Elia Viviani. Lampaert è riuscito a mettere fuori gioco Ackermann ai -3km con un’accelerazione, ma non Viviani, che lo ha poi battuto facilmente allo sprint, appena accennato. Vittoria numero 76 in carriera per l’italiano.