Europei 2021: Küng e Reusser doppio oro svizzero a cronometro

54

Marlen Reusser è la nuova campionessa europea a cronometro. La svizzera, 29enne, già vice-campione del mondo e olimpica della disciplina, ha battutola olandese  Ellen Van Dijk (+19″) e la tedesca Lisa Brennauer (+1’02”). Prima italina Vittoria bussi, 8^a +2’09”.

In assenza delle olandesi Van Vleuten e Van der Breggen la svizzera ha avuto vita abbastanza facile, permettendosi anche di riprendere la Bussi, partita 2 minuti prima e pure la Brennauer, poi bronzo.

Si conferma campione europeo della disciplina lo svizzero Stefan Küng, che si è ripreso dal duro colpo alle olimpiadi di Tokyo, dove aveva perso il podio per 4/10 di secondo. Alle olimpiadi Küng aveva battuto di 2″ l’italiano Filippo Ganna (5°), questa volta lo ha relegato al secondo posto per 8″. Terzo un ottimo Remco Evenepoel a +15″.

In ritardo di 3″ su Ganna a metà percorso lo svizzero ha poi ripreso 10″ sull’italiano. Küng ha anche ripreso Remy Cavagna, partito un minuto prima di lui.

Sul percorso tagliato a misura di Ganna (piatto) ha impressionato il belga Evenepoel, mentre è stato ridimensionato Tadej Pogačar, 12° a +1’21”. &° l’altro italiano in gara, Edoardo Affini, giunto a +39″.

Commenti

  1. lap74:

    Permettetemi la provocazione, ma kung non è quel "cronomen mediocre" che alla prima crono del tour (molto simile a questa come caratteristiche) aveva preso 19" da Pogacar? (dalle interviste di oggi non riesce ancora a a spiegarsi quella sconfitta, evidentemente gli è rimasta proprio indigesta)
    Ah, pare che oggi Pogacar ne abbia presi 1'21" dallo svizzero.......
    scusate, non ho resistito!
    E non mi venite a dire che le crono dei GT sono diverse perchè era solo la 5^ tappa del tour e presumo che Kung fosse interessato solo a quella a differenza di Pogacar.
    E' chiaro che Pogacar al Tour avesse una condizione eccezionale, mentre la prova di ieri l'ha disputata come "seconda gara" dopo oltre 1 mese lontano dalle corse.
    Inoltre vi è un altro importante aspetto...la crono del tour prevedeva un dislivello di circa 390m mentre la crono di ieri prevedeva appena 120m di dislivello....in tal senso è chiaro che i 15kg in meno di Pogacar si fanno sentire maggiormente nel percorso con maggior dislivello.
  2. samuelgol:

    Per me è demagogia ciò che hai espresso. Il culo per 4 anni, chi fa il tiro al piattello non se lo fa....come minimo fa un altro lavoro e sparacchia ai piattelli a tempo perso....o fa parte della Polizia (o di altro corpo) e sparacchia ai piattelli invece di fare il poliziotto.
    Capisco che è facile e comodo fare buonismo, perbenismo, essere politically correct, ma negare il valore tecnico diverso e anche il richiamo mediatico diverso, fra discipline vuol dire negare ciò che è, un pò come ha voluto fare nel 1958 Lina Merlin.
    Beh, sono abbastanza sicuro che se uno arriva alle olimpiadi non "sparacchia ai piattelli a tempo perso" come secondo lavoro.
    E gli atleti degli sport meno seguiti (cioè tutti a parte calcio, pallavolo, tennis. ..) ci lavorano nei Corpi Sportivi Militari, non sono dentro a sbafo facendo finta di essere un militare. È che l'alternativa non è come nel ciclismo il passare ad una squadra dove ti pagano meno, l'alternativa è smettere di fare sport ad alto livello.
    Non nego il diverso richiamo mediatico tra le discipline, non si può negare, ma mi da fastidio che si cerchi di distinguere le discipline in base al "valore tecnico", che non può essere classificato.
    Per dire, a me sembra molto più difficile e tecnico colpire sotto pressione dei piattelli sparati a 140 km/h, piuttosto che i 100 metri...
  3. Ci ha abituato bene Ganna, quando non vince una crono fa strano.
    Gli altri però non sono li a passeggiare, anzi!

    Vediamo al Mondiale se Ganna riuscirà a fare il bis
Articolo precedente

Europei 2021: Vittoria Guazzini oro a crono U23

Articolo successivo

Tom Dumoulin chiude la stagione per un incidente in allenamento

Gli ultimi articoli in News