Europei 2021: Küng e Reusser doppio oro svizzero a cronometro

54

Marlen Reusser è la nuova campionessa europea a cronometro. La svizzera, 29enne, già vice-campione del mondo e olimpica della disciplina, ha battutola olandese  Ellen Van Dijk (+19″) e la tedesca Lisa Brennauer (+1’02”). Prima italina Vittoria bussi, 8^a +2’09”.

In assenza delle olandesi Van Vleuten e Van der Breggen la svizzera ha avuto vita abbastanza facile, permettendosi anche di riprendere la Bussi, partita 2 minuti prima e pure la Brennauer, poi bronzo.

Si conferma campione europeo della disciplina lo svizzero Stefan Küng, che si è ripreso dal duro colpo alle olimpiadi di Tokyo, dove aveva perso il podio per 4/10 di secondo. Alle olimpiadi Küng aveva battuto di 2″ l’italiano Filippo Ganna (5°), questa volta lo ha relegato al secondo posto per 8″. Terzo un ottimo Remco Evenepoel a +15″.

In ritardo di 3″ su Ganna a metà percorso lo svizzero ha poi ripreso 10″ sull’italiano. Küng ha anche ripreso Remy Cavagna, partito un minuto prima di lui.

Sul percorso tagliato a misura di Ganna (piatto) ha impressionato il belga Evenepoel, mentre è stato ridimensionato Tadej Pogačar, 12° a +1’21”. &° l’altro italiano in gara, Edoardo Affini, giunto a +39″.

Commenti

  1. bradipus:

    un po' come la 100 chilometri a squadre, che veniva disputata solo a Mondiali ed Olimpiadi (sette titoli iridati e tre ori olimpici per l'Italia) e poi mai nel corso della stagione, e che giustamente è stata tolta dai programmi (anche se taluni ancora la rimpiangono).
    Il punto poi è che con queste medaglie le federazioni ci gozzovigliano e si autoreferenziano. Abbiamo vinto una medaglia d'oro. Si ma in che cosa? Contro chi? Personalmente quando facevo le gare (amatoriali, ma è il concetto che conta non il livello, tutto è rapportato), a fine gara non guardavo solo il mio numeretto, ma anche i nomi di chi era davanti e di chi era dietro, in particolare dove, quasi sempre, non era possibile avere un confronto con un mio crono passato, perchè se il risultato della gara è un voto e un premio (o una bocciatura) alla tua prova ed al lavoro che hai fatto prima, il giudizio non può prescindere da come si arriva a quel risultato. Arrivare 4 su 50 vale di più che arrivare 20esimi su 4000? Si solo se i primi 50 dei 4000 sono i 50 in cui sei arrivato 4. Vincere la gara a circuito dei capannoni, vale di più che fare 5 al lungo della MdD? Personalmente mi sono sempre trovato bene, come stimolo a fare meglio, a tarare il risultato delle gare senza bearmi se il numeretto era migliore dell'anno prima e poi magari ci avevo messo 10 minuti in più.
    Una federazione invece ti spaccia un oro per un oro. Uno vale uno e molti ci cascano. Per me no. L'oro nella gara in linea non vale l'oro nella staffetta mista, come l'oro nella crono mondiale non vale come il titolo in linea, come pur fra sport diversi, l'oro nei 100 metri non vale come quello nel taekwondo........ma manco come quello del lancio del disco o del giavellotto per rimanere nell'ambito della stessa FIDAL.
    Quando a fine mandato Dagnoni dirà abbiamo vinto 5 ori, 3 argenti, 2 bronzi ecc. io vorrei che gli si chiedesse, quanti GT, quante Monumento, quanti mondiali, perchè quelli danno la misura del lavoro che una federazione deve fare sul proprio movimento, non l'oro nella staffetta mista.
  2. samuelgol:

    Il punto poi è che con queste medaglie le federazioni ci gozzovigliano e si autoreferenziano. Abbiamo vinto una medaglia d'oro. Si ma in che cosa? Contro chi? Personalmente quando facevo le gare (amatoriali, ma è il concetto che conta non il livello, tutto è rapportato), a fine gara non guardavo solo il mio numeretto, ma anche i nomi di chi era davanti e di chi era dietro, in particolare dove, quasi sempre, non era possibile avere un confronto con un mio crono passato, perchè se il risultato della gara è un voto e un premio (o una bocciatura) alla tua prova ed al lavoro che hai fatto prima, il giudizio non può prescindere da come si arriva a quel risultato. Arrivare 4 su 50 vale di più che arrivare 20esimi su 4000? Si solo se i primi 50 dei 4000 sono i 50 in cui sei arrivato 4. Vincere la gara a circuito dei capannoni, vale di più che fare 5 al lungo della MdD? Personalmente mi sono sempre trovato bene, come stimolo a fare meglio, a tarare il risultato delle gare senza bearmi se il numeretto era migliore dell'anno prima e poi magari ci avevo messo 10 minuti in più.
    Una federazione invece ti spaccia un oro per un oro. Uno vale uno e molti ci cascano. Per me no. L'oro nella gara in linea non vale l'oro nella staffetta mista, come l'oro nella crono mondiale non vale come il titolo in linea, come pur fra sport diversi, l'oro nei 100 metri non vale come quello nel taekwondo........ma manco come quello del lancio del disco o del giavellotto per rimanere nell'ambito della stessa FIDAL.
    Quando a fine mandato Dagnoni dirà abbiamo vinto 5 ori, 3 argenti, 2 bronzi ecc. io vorrei che gli si chiedesse, quanti GT, quante Monumento, quanti mondiali, perchè quelli danno la misura del lavoro che una federazione deve fare sul proprio movimento, non l'oro nella staffetta mista.
    Ieri sono partiti in 39, quindi questa crono, secondo il tuo ragionamento, ha meno valenza di qualsiasi altra crono del calendario.

    Poi se si dovesse guardare alla valenza mediatica o appeal delle gare, il ciclismo sarebbe da eliminare completamente mantenendo solo il tour a favore di altre discipline.

    Un oro é un oro, significa essere arrivati primi in quella disciplina, gli assenti sono sconfitti come quelli che arrivano dal secondo in poi, non é che sono campioni per acclamazione.
    Quanto alla valenza del titolo forse l'unica differenza può essere a livello economico per quanto ti danno gli sponsor, ma dipende anche da dove vive un campione.
    Sono quasi sicuro che un campione olimpico di taekwondo in Tailandia abbia più attenzioni e guadagni di più di Jacobs in Italia.
  3. samuelgol:

    Tecnicamente è un oro. Nella pratica una carnevalata.
    Sempre oro è :yoga: ...
    samuelgol:

    A Tokyo avremo anche vinto l'oro al piattello, ma quello che conta è quello di Jacobs, anche se tecnicamente sono ori entrambi.
    Vallo a dire a qualcuno che si è fatto il culo per 4 e più anni. "No bello il tuo oro eh, per carità, però quello di tizio conta di più perché fa atletica/calcio/ciclismo". Non credo che torni a casa...
    samuelgol:

    Non solo per me e Jacobs. Vogliamo prendere nel mondo, giornali, telegiornali, commenti sui media (anche su questo) del post vittoria dei 100 col post vittoria del piattello e vedere se i due ori sono considerati alla stessa maniera? Io credo che il 100% degli italiani sa chi ha vinto l'oro alle scorse olimpiadi nei 100 e lo 000,1% chi ha vinto l'oro nel piattello. O nel Taekwondo (mi ricordo di questo oro, solo perchè per farci vedere i quarti dell'italiano di cui manco ricordo il nome, ci siamo persi l'attacco di Carapaz nella gara in linea).
    Sono le discipline che non sono considerate alla stessa maniera, non le medaglie... Che io sappia il Coni dà gli stessi riconoscimenti in caso di vittoria indipendentemente dalla popolarità della disciplina.

    PS. Magari gli italiani si ricordano di chi ha vinto l'oro nei 100 m perché dal 1896 ad oggi c'è stato un solo oro... Facile da tenere a mente no?
Articolo precedente

Europei 2021: Vittoria Guazzini oro a crono U23

Articolo successivo

Tom Dumoulin chiude la stagione per un incidente in allenamento

Gli ultimi articoli in News