Evenepoel interessa alla Ineos

39

Remco Evenepoel, 22 anni, freschissimo campione del mondo su strada e vincitore di Liegi e Vuelta, pare interessare alla Ineos-Grenadiers, come riportato dal sito specializzato VeloNews. Il neo-campione del mondo infatti sarebbe oggetto di interesse del CEO in persona della Ineos, il miliardario britannico Jim Ratcliffe, il quale vorrebbe Evenepoel per tentare di vincere subito il Tour de France.

La Ineos, nonostante una sontuosa campagna di reclutamento giovani che ha portato nelle sue fila i fratelli Hayter, Magnus Sheffield, Carlos Rodriguez, Luke Plapp, Thymen Arensman e Joshua Tarling, sembra decisa a trovare subito un corridore capace di sostituire nella corsa alla maglia gialla Egan Bernal, il cui futuro dopo il grave incidente sembra ancora incerto, e Richard Carapaz, partito per la EF-EasyPost.

Evenepoel è sotto contratto sino al 2026 con la QuickStep, ma per Ratcliffe la questione pare essere solo economica, come confermato dal Team Manager della squadra belga, Patrick Lefèvère: “dopo la Vuelta Dave Brailsford (team manager della Ineos -ndr-) mi ha inviato un messaggio, e non me ne invia molti, che diceva: -congratulazioni, che campione! Se un giorno lo vorrai vendere chiamami- Né più né meno. Da un messaggio non si può capire se uno scherza o meno. Gli altri colleghi mi hanno semplicemente inviato congratulazioni. Una cosa è sicura, se Dave lo vuole avrà bisogno di molti soldi“.

Che ci siano delle “interlocuzioni” con la Ineos per il neo-campione del mondo però è stato confermato da Patrick Evenepoel, padre di Remco: “Non ci siamo visti, ma abbiamo avuto solo conversazioni telefoniche. Ci conosciamo da anni. E’ normale che mi chiamino per felicitarmi della vittoria di Remco alla Liegi ed alla Vuelta. Detto questo non so cosa succederà la prossima stagione. quello che so è che (Remco -ndr-) ha un contratto sino al 2026 e quindi non è il momento di parlarne. Ora festeggiamo la vittoria alla Vuelta ed il titolo mondiale“.

Quindi il contratto c’è sino al 2026, ma della prossima stagione non si sa…

Lefevère ad una radio belga ha aggiunto:  “ho detto che non vendo Remco. Forse quando andrò in pensione venderò tutta la squadra alla Ineos. Il contratto di Remco non permette trasferimenti e pertanto trasferirlo costerebbe ad una squadra più di 100 milioni“. il patron della QuickStep ha anche riferito che “Remco mi ha assicurato che le voci che lo danno in possibile partenza dalla squadra sono vere allo 0,0%”.

Staremo quindi a vedere quale sarà la percentuale reale tra scherzi, boutade e verità.

 

 

 

 

Commenti

  1. pedalone della bassa:

    per Bernal, che era all'Androni, non fecero lo stesso?
    certo, per un importo inferiore, e Bernal, a memoria, credo avesse ancora solo 1 anno di contratto
    appena nato il team sky pagarono una bella indennità (alta per il ciclismo, ridicola se si parlasse di calcio) per prendere Wiggins dalla Garmin (attuale EF), credo sia il primo precedente creatosi.
    se ce ne sono di antecedenti chiedo venia!
  2. pedalone della bassa:

    per Bernal, che era all'Androni, non fecero lo stesso?
    certo, per un importo inferiore, e Bernal, a memoria, credo avesse ancora solo 1 anno di contratto
    non vorrei dire cavolate, ma quasi sempre, nei contratti delle Professional, vi è la clausola che se chiama una WT il corridore parte...
    recentemente anche Andrea Piccolo, dopo poche gare con la Androni è andato alla EF.
  3. pedalone della bassa:

    cioè firma adesso per dove andrà tra oltre 12 mesi?
    non è "inusuale" come tempistica?
    No, non è poi tanto inusuale. Carapaz ha fatto quasi tutta la stagione sapendo che andava alla EF.
    Dei contratti si sa quando si sa, ma le parti interessate lo sanno ben prima che venga divulgato, anche solo di quando cominciano ad uscire le "voci".
Articolo precedente

Giro d’Italia 2023: in Abruzzo la Grande Partenza

Articolo successivo

L’UCI ammette gli errori al mondiale

Gli ultimi articoli in Magazine

Attenzione ai siti fake

Nelle ultime settimane sono apparsi online dei falsi siti web creati da truffatori desiderosi di fare…