Filippo Ganna è il nuovo campione italiano a cronometro 2019

Filippo Ganna è il nuovo campione italiano a cronometro 2019

29/06/2019
Whatsapp
29/06/2019

Il titolo italiano a cronometro resta in casa Ineos, con la vittoria di Filippo Ganna, che per meno di un secondo, 52 decimi, ha battuto il campione delle Fiandre Alberto Bettiol (Ef Edcuation First). Al terzo posto Alessandro De Marchi (CCC). Il campione uscente Gianni Moscon è arrivato 5° a 39″.

Bettini/BettiniPhoto©2019

Record di vittorie sia in Germania, col 9° titolo nazionale a cronometro per Tony Martin (Visma-Jumbo) il quale ha sopravanzato Nils Politt (Katusha) e Jascha Sütterlin (Movistar); ed in Spagna, col 5° titolo nazionale a cronometro per Johnatan Castroviejo (Team Ineos), che ha battuto due Astana: Pello Bilbao e Gorka Izagirre (Astana in grande condizione alla vigilia del Tour).

 

5° titolo di specialità anche per Bob Jungels (Decenunick), che probabilmente bisserà il successo anche su strada, visto che in Lussemburgo non sembra esserci concorrenza per lui.

Cambio di maglia in Polonia, dove Maciej Bodnar (Bora-Hansgrohe) ha strapazzato gli avversari. In particolare il campione uscente Kwiatkowski relegato a 1’01” al 4° posto.

Terzo titolo nazionale per la specialista statunitense Amber Neben (Cogeas-Mettler), mentre il collega irlandese Ryan Mullen (Trek-Segafredo) arriva a 4 titoli, il terzo consecutivo.

Più competitivo il campionato olandese, che ha visto prevalere Jos Van Emden (Visma-Jumbo) su Sebastian Langeveld (EF Education First) per soli 8″, e sul campione uscente Dylan Van Baarle (Ineos) per 27″.

 

Altro titolo con forti concorrenti quello per il titolo nazionale belga, vinto da Wout Van Aert (Visma-Jumbo) su Yves Lampaert (Decenunick) ed il giovanissimo Remco Evenepoel (Deceuninck). A seguire un quartetto Lotto-Soudal con Campanaerts, Frisons, De Gendt  e Wellens.

 

Nel più modesto campionato francese è Benjamin Thomas (Groupama-FdJ), 23 enne già campione del mondo di omnium e americana nel 2017, che ha schiantato gli avversari, rifilando più di un minuto già al secondo Stephane Rossetto (Cofidis). I campionati francesi si sono svolti a La Haye con una temperatura media di 39° e punte di 43°.

Nessun problema in Svizzera per Stefan Küng (Groupama-FdJ), che vestirà la maglia rossocrociata per il terzo anno di fila, dopo aver battuto Max Hirschi (Sunweb) per 46″ e Reto Hollenstein (Katusha) per 56″.

In Danimarca la vittoria a cronometro è andata a Kasper Asgreen (Deceuninck). Mentre in UK a Alex Dowsett (Katusha), al 6° titolo nazionale e Alice Barnes (Canyon/SRAM).

Nel complesso, in vista Tour, Visma-Jumbo e Astana sembrano squadre molto in condizione.

3
Rispondi

Devi fare il Login per commentare
3 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
3 Comment authors
CLICK17Fsamuelgol Recent comment authors

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Andrea Sicilia
Editor

In ottica Tour, cronosquadre in questo caso, anche il treno Ineos sembra veramente molto competitivo, sebbene Ganna non faccia il Tour. Come lo scorso anno, rischiano di trovarsi 1 e 2 della generale Bernal e Thomas (nominati in ordine alfabetico) e qualcuno dei favoriti rischia di beccarsi già un minutino.

F
Member

Sarebbe bello sapere i dati di potenza….

CLICK17
Member
FaFri

Sarebbe bello sapere i dati di potenza….

Non mi sembra abbia fatto niente di speciale , uno che praticamente prepara solo cronometro avrebbe dovuto dare molto distacco a uno che è molto bravo ma fa tutto.